Fonte : liberoquotidiano di 23 apr 2024

Depistaggio Borsellino | legale parte civile - ' il giudice non fu mai sentito su Capaci'

Depistaggio Borsellino

Denial of Responsibility! Tutti i diritti sono riservati a liberoquotidiano©

Depistaggio Borsellino: legale parte civile, 'il giudice non fu mai sentito su Capaci' (Di martedì 23 aprile 2024) Caltanissetta, 23 apr. (Adnkronos) - "Se l'agenda rossa avesse avuto un contenuto neutro sarebbe riapparsa, e non è vero che si è bruciata. Cosa c'era scritto? Potevano essere appunti sul dossier mafia e appalti? Ci sta. Potevano essere considerazioni sul 'nido di vipere' o sull'amico che lo ha tradito? Già. Io dico anche una'altra cosa. Ascoltando la conferenza del giudice Borsellino a Casa Professa tutto quello che poteva dire lo ha detto e non era poco. Disse anche che una cosa non la poteva dire perché 'io sono testimone e lo devo andare a dire alla Procura di Caltanissetta'. Se dice tutto quello che dice ma non su quello di cui è testimone sulla morte di Falcone, è legittimo che io mi chieda se tra le causa ci stava pure la testimonianza su Capaci che nessuno voleva sentire?".C osì l'avvocata Rosalba Di Gregorio, ...
Leggi tutta la notizia su liberoquotidiano
Notizie su altre fonti: potevano essere
  • Depistaggio Borsellino, il procuratore generale chiede nel processo di appello la condanna per tre poliziotti Il procuratore generale di Caltanissetta, Fabio D’Anna, ha chiesto la condanna per i tre poliziotti imputati per il Depistaggio seguito alla strage di via d’Amelio. Le richieste avanzate sono per Mario Bo di 11 anni e 10 mesi; per Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo di 9 anni e 6 mesi. In primo grado, per Bo e Mattei era stata prescritta ... (361magazine)

  • (Adnkronos) – Il Depistaggio sulla strage di Via D'Amelio "c'è stato" e la responsabilità "è dei poliziotti che non lo hanno fatto per una banale voglia di fare carriera ma per agevolare Cosa nostra. Un tradimento che non può essere perdonato". Ecco perché i tre poliziotti sul banco degli imputati "vanno condannati". A pene pesanti. Il procuratore generale di Caltanissetta, Fabio D'Anna, al termine di una requisitoria fiume, ha chiesto 11 anni ... (corrieretoscano)

  • undici anni e 10 mesi di carcere Mario Bo, nove anni e 6 mesi ciascuno per Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo. È la richiesta del procuratore generale di Caltanissetta, Fabio D’Anna, al termine della seconda giornata dedicata alla lunga requisitoria dell’accusa, iniziata lo scorso 26 marzo, e proseguita nel corso di tutta la giornata di oggi, nel processo “Depistaggio Borsellino”, in cui sono i tre poliziotti sono imputati. “Le indagini ... (ilfattoquotidiano)

Il giallo dell’omicidio Agostino, la storia dimenticata di uno dei grandi misteri italiani - Pochi ricordano la storia tragica che ha portato Vincenzo Agostino a diventare, suo malgrado, un simbolo. L'omicidio di suo figlio, l'agente di polizia Nino Agostino, assassinato il 5 agosto 1989 dava ...blogsicilia

Depistaggio Borsellino: al processo la parola passa alle parti civili - Parola alle parti civili oggi nel processo d'appello sul Depistaggio delle indagini sulla strage di via D'Amelio. Imputati tre esponenti della polizia di Stato: Mario Bo, Fabrizio Mattei e Michele Rib ...ilsicilia

Il Depistaggio su via D’Amelio e il ruolo di La Barbera: a Caltanissetta si prova a mettere insieme il puzzle - «In Cosa nostra tutti parlavano del mandante esterno ma nessuno sapeva chi fosse. Sappiamo anche che Riina fece un patto con questa entità esterna. Che le due stragi del ’92 siano stragi di mafia è in ...lasicilia

© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore.