Fonte : ilgiorno di 30 mag 2024
Parlarne è necessario"I ragazzi hanno iniziato una vita nuova" Un femminicidio, quello di Romina, quasi da protocolloE il padre? "Evitiamo di parlarneÈ stata ospite speciale, ieri, come già fu qualche mese fa, alla Fondazione Marchesi di Inzago, nell’ambito del progetto antiviolenza che ha fra gli “spiriti guida“ sua figlia e altre vittime di femminicidio.

Il dolore non passa mai A due anni dall’omicidio la madre ricorda Romina | | Si va avanti ma è dura

Il dolore non passa mai. A due anni dall’omicidio la madre ricorda Romina:: "Si va avanti, ma è dura" (Di giovedì 30 maggio 2024) "Sono passati due anni da poco. E la nostra vita certamente continua. Ma il dolore non passa mai". Sofia Venerina è la mamma di Romina Vento, la 44enne annegata nel fiume a Fara Gera d’Adda dal compagno Carlo Fumagalli nell’aprile 2022. È stata ospite speciale, ieri, come già fu qualche mese fa, alla Fondazione Marchesi di Inzago, nell’ambito del progetto antiviolenza che ha fra gli “spiriti guida“ sua figlia e altre vittime di femminicidio. "Sono felice che la si ricordi. Lei come le altre. I femminicidi del resto sono tutti uguali: cambiano i nomi e i cognomi. Ma la storia si ripete. Parlarne è necessario". Il femminicidio di Romina suscitò cordoglio e dolore in tutta la zona. Lei aveva 44 anni, era madre di due ragazzi, oggi adolescenti.
Leggi tutta la notizia su ilgiorno
Notizie su altre fonti
  • Perché un “bacio sulla bua” è in grado davvero di far passare il dolore ai bambini - Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica "Nature Human Behaviour" ha dimostrato che il contatto con i familiari sia fondamentale per il benessere dei bambini. Un abbraccio prolungato o una carezza sul viso da parte dei genitori può aiutarli a diminuire lo stress, a provare meno dolore e anche ad aumentare di peso.Continua a leggere . fanpage
  • Lory Del Santo e il dolore per la morte dei due figli, il racconto a Domenica In: «Passavo ore sdraiata a terra» - Quando ti alzi una volta, sei capace di alzarti ancora». All’inizio mi sdraiavo a terra per ore. Mi disse ‘voglio venire a trovarti’. Era il nostro primo figlio, io lo volevo, c’era tanto entusiasmo. Iniziò un periodo particolare, dico sempre che la mia vita sembra un film». Il primo, precipitato dal 53esimo piano di un grattacielo di Manhattan quando aveva solo 5 anni, era il frutto del grande amore tra Lory ed Eric Clapton. open.online
  • Lory Del Santo e il dolore per la morte dei figli Conor e Loren: “Passavo ore sdraiata per terra” - Lory Del Santo ospite di Domenica In ha ricordato la morte dei figli, il primogenito Conor e Loren, suicidatosi nel 2018: "Perdere figli è terribile. All'inizio mi sdraiavo a terra per ore, poi pensai 'Starò così tutta la vita?' e mi sono alzata. Quando ti alzi una volta, sei capace di alzarti ancora".Continua a leggere . fanpage
Video di Tendenza
Video dolore non
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore.