Sentirsi importanti è una bella sensazione | intervista a Emilie Haavi

Fonte : ultimouomo
Sentirsi importanti è una bella sensazione, intervista a Emilie Haavi (Di lunedì 4 marzo 2024) Emilie Haavi, prima ancora di essere una giocatrice della Roma, è una giocatrice di talento, se per talento intendiamo la massima espressione della libertà in campo. Credo ci sia, in questo senso, una sovrapposizione quasi totale tra libertà e riconoscibilità. Perché se provaste per un momento a pensare alla prima volta che avete visto in azione il vostro giocatore o la vostra giocatrice preferita sono sicura che ricorderete perfettamente cosa vi ha lasciato folgorati.   Haavi arriva dalla Norvegia, Paese nel quale è nata e cresciuta vincendo per molti anni tutto ciò che c’era da vincere. Percorso che, pare da fuori, stia cercando di replicare anche a Roma. Nel suo gioco ci sono i gol, gli assist, una velocità furiosa e un’esplosività che in Italia ad oggi non ha semplicemente rivali. Eletta miglior giocatrice della stagione 22-23, ...
Leggi tutta la notizia su ultimouomo

De Rossi e il messaggio alla squadra da brividi: “Siamo la Roma, non va bene”: La nuova gestione sta strappando consensi importanti ma ora guai a Sentirsi realizzati. De Rossi docet: DDR è salito nuovamente in cattedra. La rivoluzione silenziosa continua, nella testa e nel gioco ...asromalive

Gli studenti dello Sperone a Palermo vanno in scena per finanziare il viaggio di istruzione: In un quartiere difficile come lo Sperone, dove l'omicidio di qualche giorno fa ha fatto tremare le coscienze, la scuola resiste. Resiste offrendo un'alternativa di speranza a ragazzi che spesso non h ...orizzontescuola

Clearwater. International scommette sul mercato italiano: C’è tutto questo, a sentire il Managing Partner di Clearwater International ... Head of Family Office – è board member in primarie realtà finanziarie e ceo di importanti società del settore delle ...quotidiano

Video di Tendenza
Video Sentirsi importanti
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore.