Fonte : oasport di 20 apr 2024

Festival di Sanremo 2024, Adriano Panatta critica Annalisa. Il motivo

Adriano Panatta critico con i media su Sinner | Lo santificano per ogni cosa la perfezione annoia

Adriano Panatta critico con i media su Sinner: “Lo santificano per ogni cosa, la perfezione annoia” (Di sabato 20 aprile 2024) Il troppo storpia. È questa l’idea espressa da Adriano Panatta, ospite della trasmissione “Splendida Cornice” in onda su Rai 3 HD insieme all’amico di una vita Paolo Bertolucci. Il campione degli Internazionali d’Italia e del Roland Garros del 1976 ha parlato, come gli capita sovente, di Jannik Sinner e tra il serio e il faceto ha detto la sua sull’argomento. In particolare, Panatta si è soffermato sulla grande attenzione mediatica su Jannik, volta a descrivere ogni iniziativa dell’altoatesino come straordinaria. Un sensazionalismo evitabile secondo Adriano: “Lui è un ragazzo bravissimo, molto perbene, educatissimo, non sbaglia una dichiarazione, gioca come un Dio, però basta: non è che ogni volta ce lo devono far pesare“. “Jannik è come lo vedi: fa una dichiarazione ed è sempre equilibrato, in campo non rompe mai le racchette, lui è il figlio che tutti vorrebbero avere.
Leggi tutta la notizia su oasport
Notizie su altre fonti
  • I genitori di Adriano Panatta, Ascenzio e Liliana, hanno avuto un peso decisivo nella vita e carriera del tennista, che più volte ha ringraziato suo padre per averlo avvicinato al tennis e per ... (metropolitanmagazine)

  • Niccolò, Alessandro e Rubina, sono i figli di Adriano Panatta, il campione e numero 1 del tennis. I tre figli di Adriano Panatta sono il frutto del suo primo matrimonio, quello con Rosaria Luconi. I ... (metropolitanmagazine)

  • Adriano Panatta è stato senza dubbio il tennista che più di tutti ha appassionato gli italiani allo sport della racchetta. Vincitore al Roland Garros nel 1976, suo anno magico in cui ha conquistato ... (metropolitanmagazine)

Video di Tendenza
Video Adriano Panatta
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore.