Ultime Zoomate di salvo@ - Tutte 1

salvo@ ha ricevuto 263 click!

Feed Rss Ondaiblea

Il Signor F. è morto in treno e altre storie. Amione: «Strabiliante il teatro di Godot»

Ragusa, 18 novembre 2019 – Tratta da una raccolta di racconti della scrittrice catanese Maria Greco,la pièce messa, straordinariamente, in scena da Vittorio Bonaccorso per la Compagnia Godot, attraversa tanto teatro, dal mito greco a Pirandello fino al teatro dell'assurdo, lasciando allo spettatore il piacere di ripensare anche dopo a quanto felicemente visto prima, tante sono le occasioni di riflessione regalategli. 


Leggi il resto ...
Tag :
Mon, 18 Nov 2019 15:22:03 +0100

Sabati letterari del Quasimodo (Modica): Salvo Micciché tra poesia e storia, il 23 novembre

Incontro con l’autore al Caffè Quasimodo di Modica: Salvo Micciché,  tra poesia e storia, al centro del IV “sabato letterario” del 23 novembre 

 

Modica, 16 novembre 2019 – Poesia e storia saranno al centro del IV sabato letterario del Caffè Quasimodo di Modica, che si terrà il prossimo 23 novembre alle ore 17,30 al Palazzo della Cultura, nel quadro della Stagione culturale 2019-2020 del circolo culturale modicano.


Leggi il resto ...
Tag :
Sat, 16 Nov 2019 21:03:59 +0100

Il Canto di Dafne: primo premio a Domenico Pisana per il saggio su Quasimodo, Rebora e Garcia Lorca

A Domenico Pisana il Primo Premio per un saggio su Quasimodo, Rebora e Garcia Lorca. La cerimonia il 24 novembre ad Aulla, in provincia di Massa Carrara

 

Modica, 16 novembre 2019 – Assegnazione del Premio Internazionale di Arte Letteraria “Il Canto di Dafne”, per la Sezione B - Narrativa inedita “La cetra”, al Presidente del Caffè Letterario Quasimodo di Modica, Domenico Pisana. A darne comunicazione all’interessato è stata la segretaria del Premio, Gaia Greco.

All’autore modicano è stato assegnato il I° Premio per il suo saggio letterario inedito dal titolo Quasimodo, Rebora e Garcia Lorca: Poetas que tienen el fuego entre sus manos: percorsi di umanesimo, spiritualità e poesia sociale".

La premiazione si svolgerà Domenica 24 Novembre ad Aulla, in provincia di Massa Carrara, nella Sala Consiliare del Comune.


Leggi il resto ...
Tag :
Sat, 16 Nov 2019 20:02:02 +0100

Quarto Sabato letterario del Caffè Letterario Quasimodo: Salvo Micciché tra poesia e storia

Modica, 14 novembre 2019 – Proseguono gli incontri culturali promossi ed organizzati dal Caffè Letterario “S. Quasimodo” di Modica, diretto da Domenico Pisana. Il quarto appuntamento dei cosiddetti “sabati letterari”, che si terrà sabato 23 novembre prossimo, a Modica presso Palazzo della Cultura, alle ore 17.30, avrà per tema “Salvo Micciché, tra poesia e storia”. 

Affetto da “sciclitudine” e “intrinsecamente ragusano” come ama definirsi, Salvo Micciché (saggista e direttore editoriale della testata on line Ondaiblea.it) è consulente informatico e accanito radioamatore, oltre a coltivare la passione di fotoreporter. Giusto per citarne alcune delle sue molteplici attività. In questi ultimi anni l’animo di Salvo Micciché si è ulteriormente sviluppato su due direzioni: quella che ruota in ambito poetico e quella di natura squisitamente storica. 

L’appuntamento culturale sarà coordinato da Silvana Blandino (componente del Caffè Quasimodo) con l’introduzione di Domenico Pisana (presidente del Caffè Quasimodo). Interverranno Marco Iannizzotto (poeta) e Giuseppe Nativo (pubblicista e scrittore). La lettura di brani tratti dalle opere di Micciché sarà affidata ai bravissimi Giovanna Drago e Giovanni Blundetto (Compagnia teatrale “I Caturru” di Scicli). La serata sarà tratteggiata dalle musiche di Vittorio Scorsonelli (pianoforte).


Leggi il resto ...
Tag :
Thu, 14 Nov 2019 18:46:14 +0100

Lumière Ragusa: L'Amour flou e Belle Epoque

Ragusa, 13 novembre 2019 – Cineteatro Lumière: Programmazione dal 14/11 al 20/11

{tab=Appuntamento al buio}
Giovedì 14 novembre - rassegna Appuntamento al buio


{tab=L'Amour flou}
"L'Amour flou - Come separarsi e restare amici"
di Romane Bohringer e Philippe Rebbot.


Orari: 18:30 - 21:30
(Si consiglia di recarsi al cinema con un certo anticipo per facilitare le operazioni di tesseramento e di abbonamento)

{tab=Belle Epoque}
Da venerdì  15/11 a mercoledì 20/11 Belle Epoque
di Nicolas Bedos con D. Auteil e Fanny Ardant
Orari: 18:30 – 21:30

{tab=chiusura}
Lunedì 18/11  il cinema sarà chiuso

{tab=Trame}
L'Amour flou - Come separarsi e restare amici
Romane e Philippe decidono di divorziare: dopo dieci anni di vita comune, due bambini e un cane, non si amano più. Sotto lo sguardo incuriosito e sorpreso di chi vuol loro bene, i due cercano una soluzione per separarsi senza dirsi addio.

Belle Epoque
Il fumettista Victor si trova nel bel mezzo di una crisi lavorativa e personale, sentendo di detestare un presente in cui non riesce a riconoscersi e in cui non fa altro che litigare con sua moglie, Marianne. Grazie all'incontro con l'imprenditore Antoine, tuttavia, a Victor viene offerto un rimedio adatto alla sua nostalgia: tramite una ricostruzione storica così accurata da sembrare vera, potrà rivivere artificialmente la propria belle époque personale, ovvero il 16 maggio del 1974, il giorno in cui incontrò Marianne per la prima volta.

{tab=Prossimi appuntamenti}
Martedì 26 novembre
Frida 

documentario su Frida Kahlo con Asia Argento

Psicomagia 

di Alejandro Jodorowsky (da definire)

Dal 21 novembre
"L'ufficiale e la spia" il nuovo film di Roman Polanski sull'Affare Dreyfus, Leone D'Argento - Gran Premio della Giuria a #Venezia76, con Jean Dujardin, Louis Garrel e Emmanuelle Seigner.

{/tabs}


Leggi il resto ...
Tag :
Wed, 13 Nov 2019 22:15:37 +0100

FeminISTANBUL 2019, «La poesia batte la violenza», con Domenico Pisana

Modica, 12 novembre 2019 – Il modicano Domenico Pisana dal 7 al 9 novembre è  stato ospite del FeminISTAMBUL 2019 che si  è svolto in Turchia, con i contributi di International Poetry Festival (WFP), dell’Unesco - Capital Writers Foundation (WCF), del World Poetry Movement (WPM) e di  Kartal Municipality.

Il Festıval sı è snodato ın una serıe dı eventı e ha coınvolto parecchı mondı culturalı dı Istambul e  poeti provenienti sıa da varie parti della Turchia, che erano la maggıor parte, sıa da poetı  rappresentanti di diverse nazionalità: Androulla Shati (Cipro), Adel Bouagga (Tunisia), Asma Al Haj (Palestina / Giordania), Darya Heidari (Iran), Gino Leineweber (Germania), Malak Sahioni Soufi (Siria / UK) ), Nancy Paul (India), Sanaz Davoodzadeh Far (Iran), Vadim Terekhin (Vadim Терёхин) (Russia), Valentin Iacob e Saviana Stanescu (Romania). Io ho avuto l’onore di essere presente per l’Italia. 


Leggi il resto ...
Tag :
Tue, 12 Nov 2019 17:37:48 +0100

Viaggio intorno al libro rosso

Una navigazione intorno all’anima vista ed analizzata da Federico Guastella 


Se gli eredi di Carl Gustav Jung avessero assecondato la volontà espressa dal loro congiunto, quella cioè di non pubblicare uno scritto conservato nel caveau di una banca svizzera, il mondo non sarebbe venuto a conoscenza di un’opera unica nel suo genere: Il Libro Rosso. Un volume la cui lettura non è facile in quanto non è semplice orientarsi nell’affascinante groviglio di immagini e riflessioni in cui Jung avviluppa il lettore. Eppure si può considerare come “una sorta di diario intimo, un giornale di bordo, una navigazione intorno all’anima”, come lucidamente sottolinea Federico Guastella nella sua poderosa opera “Viaggio intorno al Libro Rosso” (Gruppo Editoriale Bonanno, Acireale-Roma, 2018, pp. 356) coinvolgendo e invitando, in tale illuminato e illuminante itinerario, ad esprimersi con articolate riflessioni Ferdinando Testa (analista junghiano), Maria Grazia Monaco (già ricercatrice presso la facoltà di Economia di Catania; studiosa di psicologia alchemica), Giuseppe Tumino (docente emerito di Filosofia) e Raffaele Puccio (già docente di materie letterarie).
Quattro ambiti diversi, quattro prospettive che si intrecciano nella faticosa opera di approfondimento svolta da Guastella, già dirigente scolastico e docente di Scienze umane e Storia, dall’animo ibleo e di matrice chiaramontana. Con uno stile rigoroso ma elegante, una scrittura sapiente, fluida e ricchissima di citazioni bibliografiche, l’autore, in maniera graduale e precisa, redige una guida integrale al Libro Rosso che appare assurdo, incomprensibile e, al contempo, seduce e folgora come fosse un libro sacro.

In Jung coabitavano due personalità: una esteriore e pubblica, l’altra interiore e segreta. Mentre della prima si conoscevano i variegati aspetti desunti dalla sua attività professionale (psichiatra, psicologo, storico della cultura) e dalle numerose pubblicazioni, della seconda non si sapeva granché, sebbene da alcune sue opere è possibile desumere notizie e riflessioni di tipo autobiografico. Eppure questa vita parallela, per Guastella probabilmente più importante della prima, non era del tutto sconosciuta se Jung stese appunti e pensieri per oltre 5 lustri (1913-1930), al fine di chiarire a sé stesso il misterioso mondo che si agitava nell’inconscio.


Fra le tante opere di Jung come mai la scelta è caduta su “Il Libro Rosso”?

“Ho conosciuto qualche opera di Jung sin dagli anni della frequenza universitaria – spiega Guastella - e sono rimasto affascinato dalla sua ipotesi suggestiva relativa agli archetipi dell’inconscio collettivo. Sei anni fa per caso mi sono imbattuto in una recensione sull’opera “Il Libro Rosso”. Appena una paginetta, ma così densa di suggestioni da indurmi a leggerla più volte. Man mano che leggevo, prendevo appunti; annotavo le riflessioni che mente e cuore producevano. Quello di Jung è un particolare tipo di viaggio: quello del rapporto con l’inconscio. Ho letto i commenti più autorevoli e ho maturato l’idea di scrivere un mio saggio, analizzando in modo dettagliato l’opera in cui agiscono più codici da quello letterario e narrativo, a quello psicologico e religioso, ed anche psicologico e alchemico”.
Jung, operando nelle infinite possibilità del regno onirico, dava vita a un complesso tessuto narrativo ricco di visuali interpretative. Il Libro Rosso, in tal senso, e lo evidenzia bene l’autore, attiva nel lettore la totalità delle funzioni tipologiche (sensazione, intuizione, pensiero, sentimento) e gli permette di bagnarsi con la complessità della vita che, seguendo il ritmo delle onde del mare (metafora preziosa dell’inconscio), impone la propria ‘Opera’.  

Giuseppe Nativo


Leggi il resto ...
Tag :
Mon, 11 Nov 2019 19:03:35 +0100

Ragusa. Un successo lo spettacolo `Anime` a Palazzo Cosentini

Ragusa, 11 novembre 2019 – Un itinerario tra leggende, racconti del passato, storie d’amore e di fantasmi. Il tutto condito con una superba verve artistica.

È quanto si è avuto modo di apprezzare, lo scorso fine settimana, con lo spettacolo “Anime”, nell’intrigante location di palazzo Cosentini a Ragusa Ibla, per la regia di Rita Fuoco Salonia. La mise en scène ha fatto registrare la straordinaria partecipazione dell’attore ragusano Massimo Leggio, insieme agli altri attori Simonetta Cuzzocrea, Alida Di Raimondo, Francesca Morselli, Pino Migliorisi, Giovanni Peligra, Catherine Mezzasalma, Dario Guastella, Luca Burgio.


Leggi il resto ...
Tag :
Mon, 11 Nov 2019 18:19:49 +0100

Lumière Ragusa: ‘#AnneFrank Vite parallele’, L'Uomo del labirinto ed altro

Ragusa, 7 novembre 2019 – La direzione del cinetratro Lumière comunica che è stata aggiunta un'altra giornata di proiezioni del film "#AnneFrank Vite parallele" che sarà proiettato il 12 e 13 novembre.


Leggi il resto ...
Tag :
Thu, 07 Nov 2019 15:31:56 +0100

Il mito, tradizione e cultura

Ragusa, 7 novembre 2019 – Il presidente del Centro Studi “Feliciano Rossitto”, on.le Giorgio Chessari, informache giovedì 14 novembre 2019, alle ore 17.30, presso la saletta conferenze dello stesso Centro Studi (Via Ettore Majorana 5, Ragusa), si terrà un incontro con il professor Gaetano Cosentini, presidente dell’Associazione Italiana di Cultura Classica.

La conferenza tratterà il seguente tema: “Il mito: tradizione e cultura”. 

Giuseppe Nativo


Leggi il resto ...
Tag :
Thu, 07 Nov 2019 15:30:14 +0100