Zazoom di 2 mar 2023

Inchiesta Covid Bergamo : indagati Conte e Speranza

inchiesta covid
Sono una ventina in totale gli indagati. Tra questi l governatore della Lombardia Fontana, l'ex assessore Gallera, il presidente dell'Iss Brusaferro e il presidente del Consiglio superiore di Sanità Locatelli.

L'Inchiesta Covid a Bergamo è stata uno dei momenti più tristi e tragici della pandemia che ha colpito il mondo intero nel 2020. Bergamo, una città situata nella regione italiana della Lombardia, è stata una delle aree più colpite dal virus in Europa durante la prima ondata della pandemia.

Nell'Inchiesta Covid, è stato rivelato che il numero di morti nella provincia di Bergamo durante il picco della pandemia era molto più alto di quello riportato ufficialmente. Secondo alcuni rapporti, molti pazienti anziani sono stati abbandonati dai loro medici di base e dalle strutture sanitarie locali durante la pandemia, mentre altri sono stati trasferiti in ospedali lontani dove hanno ricevuto cure insufficienti.

Il report dell'Inchiesta, pubblicato il 13 luglio 2020, ha rivelato che il tasso di mortalità a Bergamo era il triplo di quello registrato in altre province italiane. Inoltre, il rapporto ha rivelato che i medici non erano stati adeguatamente equipaggiati per affrontare la pandemia, con una scarsa disponibilità di attrezzature di protezione personale e di test.

L'Inchiesta ha portato a una serie di indagini sulle azioni del governo italiano durante la pandemia e sulla preparazione del sistema sanitario nazionale. È stata anche aperta un'indagine penale contro alcuni funzionari pubblici e operatori sanitari per il loro presunto ruolo nella gestione della crisi.

Il rapporto dell'Inchiesta Covid a Bergamo ha suscitato una forte reazione emotiva in tutta Italia e nel mondo intero, mettendo in luce la necessità di una maggiore preparazione e pianificazione per gestire futuri eventi pandemici. Ha anche evidenziato la necessità di una maggiore responsabilità da parte delle autorità pubbliche e dei fornitori di assistenza sanitaria nella gestione di tali crisi.

Molti esperti sanitari e autorità hanno commentato l'Inchiesta, affermando che è stata una lezione importante per il futuro. È stato anche sottolineato che la pandemia ha evidenziato l'importanza di una maggiore cooperazione internazionale e della condivisione delle conoscenze e delle risorse per affrontare le crisi sanitarie.

In sintesi, l'Inchiesta Covid a Bergamo è stata un momento sconvolgente nella storia della pandemia del 2020. Ha messo in luce la necessità di una maggiore preparazione e pianificazione per le future crisi sanitarie, e ha evidenziato l'importanza di una maggiore responsabilità da parte delle autorità pubbliche e dei fornitori di assistenza sanitaria nella gestione di tali crisi.

Tra i destinatari dei 17 avvisi di conclusione delle indagini, che saranno notificati giovedì, e nei quali sono contestati a vario titolo i reati di epidemia colposa aggravata, omicidio colposo plurimo, rifiuto di atti di ufficio e anche falso ci sono anche il presidente dell'Istituto superiore di Sanità Silvio Brusaferro, il presidente del Consiglio superiore di Sanità Franco Locatelli, il coordinatore dell'allora Comitato Scientifico Agostino Miozzo, l'ex capo della protezione civile Angelo Borrelli e tra i tecnici del ministero della salute l'ex dirigente Francesco Maraglino. Riguardo invece a Conte e Speranza gli atti dovranno essere trasmessi al Tribunale dei Ministri.

Altre Notizie: Trump: Harris peggio di Biden: Kamala - you're fired; Russia - Putin compra soldati a Mosca: bonus per chi va in guerra; Ucraina apre al dialogo con Russia - Zelensky: Cina non darà armi a Putin;