Acquista GeForce RTX e avrai DEATH STRANDINGThronebreaker è su Apple StoreCatania, durante una lite butta dalla finestra e uccide il cane del ...Anticipazioni Daydreamer domani 10 luglio: Sanem conosce PolenTragedia mare: dopo un' immersione muore il 65enne Giovanni ZampardiHa defecato nel nostro letto : L’accusa di Johnny Depp all’ex Amber ...Consulenza sicurezza sul lavoro: in cosa consiste e perché è ...Xiaomi Mi TV 4S 65” arriva in ItaliaLG SOUNDBAR GX: AUDIO SUPERIOREOnu lascia allarme rifiuti elettronici : Necessaria maggior ...La musica italiana omaggia la Regina ElisabettaIl MES è un debito, non è lo strumento adatto ad affrontare la crisi5 cose da sapere sulla cannabis lightUna Vita news, settimana 11 - 17 luglio: Antonito riceverà una ...Uccisa sulle strisce pedonali a 9 anni : Il pirata della strada si è ...
di

Regno unito e spedizioni: cosa cambia con la brexit

Regno unito e spedizioni: cosa cambia con la brexit

Regno Unito e spedizioni: cosa succederà dopo la Brexit? Il 31 gennaio 2020 ha preso il via il processo che porterà alla Brexit,ovvero all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Una decisione che avrà conseguenze importanti sotto ogni punto di vista, dall’import export alle spedizioni. Vediamo allora cosa bisogna sapere per spedire nel Regno Unito dopo la Brexit.

Spedire nel Regno Unito dopo la Brexit

Cominciamo col dire che al momento non ci sono variazioni né sulle tariffe né sulle modalità per spedire in Inghilterra e la situazione attuale continuerà fino al 31 dicembre 2020. Il Regno Unito, infatti, può contare su un periodo di transizione di 11 mesi per concludere i negoziati con Bruxelles, compresa la modalità di entrata e uscita delle merci provenienti dal resto d’Europa. Nulla cambierà, quindi, nell’immediato. Vediamo, invece, cosa potrebbe cambiare in futuro e quali potrebbero essere i nuovi accordi tra Regno Unito ed Unione Europea nel settore delle spedizioni.

L’ipotesi più credibile dopo il divorzio dalla UE è l’introduzione di una dogana per le merci che entreranno in Regno Unito e un eventuale pagamento di dazi. Si tratta di misure simili a quelle che sono presenti in Svizzera, dove è attiva una dogana da cui transitano tutte le merci in entrata e in uscita dal Paese.

Regno Unito e spedizioni: come funziona la dogana e i dazi doganali

Lo sdoganamento è una procedura che coinvolge tutti gli Stati che non appartengono all’Unione Europea e in cui ogni spedizione che entra ed esce è sottoposta a controlli. Le merci vengono classificate e categorizzate e a ciascuna corrisponde un codice, la voce doganale, sulla base del quale viene assegnato un dazio da pagare. Una volta stabilito il dazio, si invia una richiesta di pagamento al responsabile della spedizione e avvenuto il saldo si provvede a consegnare la merce al destinatario.

Appare evidente come ogni spedizione da e verso il Regno Unito sarà sottoposta a sdoganamento e dovrà, quindi, essere accompagnata da una fattura pro forma o commerciale. Chi vuole spedire in Regno Unito con corriere dovrà redigere un documento in quattro copie e in lingua inglese che conterrà:

-       fatture originali su carta intestata del mittente con partita IVA e codice fiscale;

-       data e luogo;

-       numero di fattura e completa ragione sociale del destinatario;

-       numero di telefono;

-       quantità di articoli con peso lordo, netto, descrizione e prezzo unitario;

-       prezzo totale e valuta;

-       timbro e firma leggibile in originale.

A seconda che si tratti di una spedizione aziendale o privata le voci possono variare. Tutti gli oneri doganali composti da dazio e IVA non sono preventivabili.

Conseguenze della Brexit sulle spedizioni

La principale conseguenza della Brexit sulle spedizioni verso il Regno Unito è l’aumento del tariffario dei corrieri e un conseguente incremento degli attuali costi di spedizione. Anche in questo caso, tuttavia, non si ha ancora alcuna certezza riguardo tali variazioni. Di sicuro, il team di Spedire Subito farà tutto il possibile per rendere il più semplice e conveniente possibile ogni spedizione verso la Gran Bretagna.

Una seconda conseguenza portata dall’introduzione della dogana è l’aumento dei tempi di transito, che potrebbero allungarsi di un giorno lavorativo rispetto ai 3-4 della spedizione standard e agli 1-2 giorni delle spedizioni con corriere espresso. In ogni caso Spedire Subito effettua senza problemi spedizioni anche verso Paesi che non appartengono all’Unione Europea come Svizzera o Norvegia ed è, pertanto, pronto per la Brexit.

Per chi conosce la procedura, infatti, anche spedire verso un Paese Extra UE è davvero semplice e anche quando sarà introdotta la dogana saremo al vostro fianco per assistervi e rendere ogni vostra spedizione semplice, sicura e conveniente.

Proprio come avviene già adesso per tutte le spedizioni Extra UE vi aiuteremo anche con i documenti doganali, ossia la fattura proforma e la dichiarazione di libera esportazione. In questo modo sarete sicuri che la vostra spedizione supererà senza problemi il controllo doganale e arriverà nel minor tempo possibile nelle mani del destinatario.

zazoom