PAW Patrol Grand Prix RecensioneROCCAT Vulcan II Mini - piccola ma dalle grandi prestazioniCarnival Pride: Bambino americano rischia di annegare sulla nave da ...A Scalea Antonio Russo uccide la compagna Ilaria Sollazzo a colpi di ...Maratona di Londra,-LA DIRETTA STREAMING- ecco i protagonisti di ...NVDIA STUDIO DIGEST di SettembreLa Cassazione conferma ergastolo a Leonardo CazzanigaPresidente Joe Biden firma legge contro shutdownLe bici elettriche Bezior X500 e M1 sono in offerta a un prezzo mai ...FIFA 23 viene lanciato oggi in tutto il mondoWRC GENERATIONS: APERTI I PREORDINIF1: Sospetti Red Bull, clamoroso violato il budget cap? PAW Patrol: Gran premio è ora disponibile per console e PCGTA Online: i Salti col paracadute Junk EnergyGTA Online: per gli abbonati a GTA+ vantaggi da brividoSWORD ART ONLINE ALICIZATION LYCORIS DISPONIBILE PER NINTENDO SWITCHThe Elder Scrolls Online - Evento Eredità dei bretoni e Firesong DLCTrust GXT 391 Thian RecensioneIlary Blasi sexy su Instagram ... reggiseno e mascherinaPathfinder: Wrath of the Righteous disponibile su ConsoleThe Callisto Protocol: Black Iron Prison TrailerWorld of Warcraft Dragonflight arriverà il 29 novembreDiablo Immortal - primo aggiornamento maggiore disponibileGOAT SIMULATOR 3 OUTFIT ARRIVA SU FORTNITEPGA TOUR 2K23 - rivelati gli aggiornamenti del “Course Designer”
di Zazoom di martedì 14 giugno 2022

La piccola Elena Del Pozzo non è stata rapita : la madre ha fatto trovare il cadavere

piccola

Drammatica svolta nella storia della piccola Elena Del Pozzo, 4 anni, scomparsa ieri pomeriggio. Sua madre, Martina Patti, aveva denunciato ai carabinieri di essere stata aggredita da tre uomini, poco dopo le 15, quando era uscita dall'asilo. Questa mattina, durante il sopralluogo presso la sua casa familiare a Mascalucia, la donna è crollata in un lungo pianto e poco dopo ha portato i soldati al campo dove aveva nascosto il corpo. 

Non c'era stato nessun sequestro, nessuna aggressione da parte di uomini armati. La notizia è stata confermata dal pm di Catania, Carmelo Zuccaro: "Purtroppo è stato ritrovato il corpo della piccola Elena, su segnalazione della madre". "Io non ero in me" la donna avrebbe detto ai carabinieri e non ha fornito una completa dinamica del delitto. Il pm ha disposto l'arresto per omicidio plurimo e occultamento di cadavere. In una nota, gli inquirenti hanno descritto un "triste quadro di famiglia" con "due ex conviventi che, nonostante la gestione apparentemente serena della figlia Elena, avevano stabilito nuovi legami e non si sono mostrati rispettosi l'uno dell'altro". "C'erano state gelosie e violenze" e "uno dei possibili motivi che hanno spinto Martina Patti a compiere il gesto, potrebbe essere la gelosia, non solo del nuovo compagno dell'ex compagno ma anche del possibile affetto della figlia nei confronti del donna", ha dichiarato il comandante del reparto operativo dei Carabinieri di Catania, Piercarmine Sica. 

Ieri sera inquirenti e magistrati avevano sentito a lungo Martina Patti: "Durante un lungo interrogatorio avevamo contestato molte incongruenze", continua il pm Zuccaro. La donna aveva però sempre confermato la tesi dell'aggressione da parte di tre uomini incappucciati "di cui uno armato di pistola". Una versione smentita dalle telecamere della zona, che non avevano registrato alcuna presenza sospetta. Una versione smentita anche dalle indagini della Scientifica: sull'auto che secondo la donna era stata presa di mira da un gruppo di malviventi, non c'erano tracce o impronte particolari. 

Improvvisamente, dopo una notte di audizioni in caserma, lo scenario di questa brutta storia è cambiato. Non più via Piave, alla periferia di Mascalucia, dove sua madre aveva detto di essere stata aggredita. Ma via Euclide 55, dove abita la famiglia, una villa alla periferia del paese alle pendici dell'Etna. Con i soldati in camice bianco, Martina Patti si è subito recata sul retro della casa, accompagnata dai genitori: è scoppiata in lacrime, poi ha sussurrato qualcosa a un carabiniere.

Il corpo è in un campo duecento metri più avanti. "Sono sconvolto - ha detto il sindaco di Mascalucia, Enzo Magra - ho pianto amaramente. È la notizia di un dramma unico che non avremmo mai voluto sentire". Ora dobbiamo capire cosa è successo davvero alla piccola Elena. Sua madre è stata nuovamente interrogata. È stata portata via dai carabinieri dalla sua abitazione di via Euclide, che è la continuazione di via Turati dove il suo corpo è stato solo parzialmente sepolto in un campo incolto. 

Dal luogo del ritrovamento alla casa della donna ci sono circa 200 metri. Tutta la zona è stata transennata dai carabinieri ed è decollato anche un elicottero. Il padre è arrivato sul luogo del ritrovamento del corpo della figlia ed è scoppiato in lacrime. Il padre e la madre non stavano insieme da tempo. 


Alessandro Nicodemo Del Pozzo ha 24 anni: è stato arrestato per rapina nel 2020, ma poi assolto. Ha qualche precedente per spaccio di droga. L'interrogatorio è terminato dopo diverse ore. La donna avrebbe detto di aver agito senza capire cosa stesse facendo. Non è riuscita a fornire una dinamica completa del crimine o del movente. Il pm accusa la donna arrestata di omicidio plurimo e occultamento di cadavere. L'interrogatorio ha rivelato che la bambina è stata pugnalata a morte nella sua casa di Mascalucia dalla madre, che ha poi preso e nascosto il corpo della bambina in un vicino appezzamento di campagna abbandonato, cercando di ricoprire il corpo con terra e cenere."Prima di andare a prendere la bambina all'asilo, la donna si è procurata una pala e una zappa e li ha portati sul posto", ha detto la polizia durante la conferenza stampa pomeridiana.

Altre News per: piccolaelenapozzostatarapitamadrefatto