GOOD GAME ITALIA - LE ABILITA' FUORI DAL GIOCOIntel Innovation - presentati i processori Intel Core di tredicesima ...Xbox Wireless Controller nuova variante mimetica Mineral CamoI servizi di SHADOW disponibili anche in ItaliaMetal: Hellsinger abbraccia ogni genere musicale grazie alle modGotham Knights - Il nuovo trailer svela le funzionalità PCNVIDIA rilascia un nuovo driver GeForce per Overwatch 2ROCCAT presenta la tastiera Vulcan II MAX e le cuffie Syn MAX Air di ...Torna il Mario Kart 8 Deluxe Seasonal Circuit ItalyTower of Fantasy - nuovo personaggio e eventoViolazione e perdita dei dati: Kingston raccoglie i tre data loss più ...F1 22 RICEVE L'ULTIMO AGGIORNAMENTOLancia l'etichetta Bandai Namco Game MusicWorld of Warcraft: Wrath of the Lich King Classic - ora disponibileiRobot presenta Roomba Combo j7+: il robot 2-1 più avanzato al mondoDungeons & Dragons e due Set Introduttivi in arrivoUsain Bolt, Jacobs va forte ma il record del mondo non lo batterà maiBorsa per infermiere soccorritore e domiciliare: cosa deve contenere?In coma pugile colombiano dopo essere crollato durante un incontroAggiornamento 2.1 di Battlefield 2042: Nuovo veicolo, Armi Vault, ...EArts svela la tabella di marcia per l'ecosistema SPORTS FIFA 23Le strabilianti immagini di come sarebbero Elvis Presley, Freddie ...Round One 2022: IIDEA inaugura il progetto “Education”Trust - soluzioni per creare la prima postazione da gamingOXENFREE è ora disponibile su Netflix
di Zazoom di martedì 31 maggio 2022

Mi sono scusata! Sara Pinna e l'offesa al bimbo calabrese

sono

La conduttrice veneta Sara Pinna è finita nella bufera per il commento "razzista" dopo Cosenza-Vicenza. "sono nati i lupi", si era riversato il bambino nel microfono di Andrea Ceroni, inviato della Tv a allo stadio Marulla. «E i gatti sono fatti. Non ti preoccupare che vieni anche tu in Piana a cercare un po' di lavoro». Il caso, in sordina per qualche giorno, è esploso con la pubblicazione, sullo spazio Facebook del gruppo meridionale "Movimento 24 Agosto", della lettera firmata dal padre del bambino, in cui Pinna è accusata di covare "l'antico pregiudizio" nei confronti Calabria e tutto il Sud

Il video in diretta post-partita è diventato virale e la conduttrice è finita sulla croce, via social. Ecco le sue parole al Corriere Veneto. "Il 21 maggio ho contattato il genitore, ho preso il suo telefono e l'ho chiamato: una telefonata di cinque minuti e 11 secondi, che ho registrato. In particolare ho voluto scusarmi con lui e il bambino. Nella telefonata ho detto: "sono mortificata da quelle parole, che non erano appropriate. A dire il vero va inteso il significato in cui volevo dirle, ma qui è secondario: quello che mi interessa è sapere come sta il bambino". Questo per quanto mi risulta di come, se le cose non sono manipolate dagli adulti, i bambini siano sereni...». 

E ancora: «Io sono sarda e questo cognome, in realtà, rimanda anche alla motivazione dell'infelice sentenza ... Mio nonno paterno è di Taranto ed è venuto qui per lavorare come ferroviere... Noi, famiglia sarda, siamo venuti in Veneto per lavorare e io ho cambiato tifo, diventando tifoso del Vicenza piuttosto che del Cagliari. Questo era il senso...». Tante le offese via social, travolta da reazioni negative "secondo me più del necessario... Più del peso di quanto ho affermato", quindi si proteggerà in sede legale. "Certamente".

Altre News per: sonoscusatasarapinnaoffesabimbocalabrese