F1 22 aggiunge aggiornamenti ai circuiti per rispecchiare le ...Outright Games: quattro nuovi giochi per bambini e famiglieThe Sims 4 - il kit Moonlight Chic e il kit Little Campers ...Batman: Arkham Asylum, disponibile da oggi l’esclusiva Comic EditionRolling Gunner Recensione PS5ORBEEZ - le sfere d'acqua conquistano il webMario Kart 8 Deluxe Seasonal Circuit ItalyVAMPIRE: THE MASQUERADE - SWANSONG È ORA DISPONIBILE PER PC E CONSOLESony aggiunge il modello LinkBuds S alla serie LinkBudsPerché ha senso studiare programmazione?Guerra Ucraina : 231 bambini uccisi e 427 feritiFammi morire! L'appello di Fabio Ridolfi che da 18 anni muove solo ...Presidente Russo Putin espelle 24 diplomatici italianiRoller Champions arriverà il 25 maggioNACON: NUOVA LINE-UP E DUE NUOVI GIOCHICARANTI! ECCO LE PRIME IMMAGINI DI GREEDFALL 2ININ Games inizierà la spedizione di EGRET II mini il 3 giugnoAmazon presenta Fire 7, il tablet di nuova generazioneDICE: rilasciato l'aggiornamento 4.1 per Battlefield 2042Apex Legends Mobile è disponibile su iOS e AndroidAl via la Virtual Arena di ProGaming ItaliaArriva il manga di Pokémon UNITEJamiroquai entra in The Sandbox e il metaverso si colora di note funkyChi ha diritto Bonus 200 euro? Ecco come calcolare il redditoCommissione Esteri del Senato : Stefania Craxi eletta presidente
di Mario Ferrazzuolo di lunedì 24 gennaio 2022

Viaggio d’affari in Australia: richiedi il visto giusto

Viaggio

L’Australia è un Paese che sta facendo molto parlare di sé per le rigorosissime condizioni d’accesso al Paese e per la questione del visto del tennista serbo Djokovic. Anche prima di questa notizia di cronaca, però, di Australia si parlava spesso, per le sue bellezze o per le possibilità economiche che offre agli investitori. Certo, la distanza tra Italia e Australia fa sì che un viaggio nella Terra dei canguri sia lungo e costoso. Per partire in tutta sicurezza, occorre richiedere il visto Australia corretto.

Working Holiday Visa

L’Australia è nota per essere uno dei Paesi più gettonati dai giovani per un cosiddetto anno sabbatico. Il governo ha deciso di prevedere un visto apposito per quei giovani, il Working Holiday Visum. Con questo visto è possibile soggiornare in Australia per svolgere mansioni di lavoro manuali. Vale dodici mesi e si può lavorare per massimo sei mesi per un datore di lavoro. Il visto però presenta un limite d’età: è possibile richiederlo fino ai 30 anni. Inoltre, è un visto molto costoso: il prezzo è pari a circa 250 sterline a visto.

ETA Australia

Un altro tipo di visto, tra i più popolari tra i viaggiatori diretti in Australia, è l’ETA. L’ETA Australia è un tipo di visto elettronico che può essere richiesto online. Proprio come ilWorking Holiday Visum, vale un anno e permette di visitare e abbandonare il Paese un numero illimitato di volte. Con un’ETA però non è possibile svolgere lavori manuali, se non con un’autorizzazione professionale apposita.

eVisitor visto Australia (subclass 651)

Infine, c’è il visto eVisitor, molto simile all’ETA, ma con un’importante differenza: è molto più economico. Lo svantaggio è che l’ETA è disponibile per più nazionalità rispetto all’eVisitor, dedicato solamente ai cittadini dei Paesi considerati dal governo australiano come sicuri e affidabili. L’Italia è uno di tali Paesi e i cittadini italiani hanno la possibilità di richiedere un eVisitor.

Viaggio d’affari? Richiedi un eVisitor

Durante un viaggio d’affari difficilmente viene richiesto lavoro manuale. Si tratta in genere di brevi soggiorni dove si partecipa a presentazioni, negoziati e conferenze. Con un eVisitor tutte queste attività sono consentite, senza dover far fronte a inutili spese. Le autorizzazioni di viaggio possono raggiungere costi molto elevati, come nel caso dell’ETA. L’eVisitor Australia, invece, è uno dei visti più economici al mondo, a soli € 14,95 cada uno. Anche la procedura di richiesta è molto semplice: basta compilare il modulo di richiesta online. Il modulo è breve e richiede circa 5-10 minuti per la compilazione. Il tempo medio di approvazione del visto è di soli cinque giorni.

Ultimo ma non meno importante: l’eVisitor è anche un visto turistico, che consente di unire un viaggio d’affari a un tour alla scoperta dell’Australia o a una visita ad amici e parenti lontani. L’unico vincolo da rispettare è quello di non superare i tre mesi di permanenza sull’isola.

Altre News per: viaggiod’affariaustraliarichiedivistogiusto