Francesco Oliva di 16 lug 2021

Un vampiro! Uccide 10 bambini e beve il loro sangue

vampiro uccide

Milimo Wanjala, 20 anni, è stato arrestato in Kenya con una terribile accusa: avrebbe rapito e ucciso 10 bambini e poi ha bevuto il loro sangue. Sono state le stesse autorità keniane a definirlo con parole tanto azzeccate quanto macabre e agghiaccianti, "un vampiro assetato".

Wanjala è stato inizialmente ammanettato nel caso della morte di due bambini, i cui corpi sono stati recuperati dalla polizia in una zona boschiva della capitale Nairobi. Una volta interrogato, il giovane crollò e raccontò tutta la sua agghiacciante storia criminale. Secondo la Polizia, le loro confessioni rappresentano "un importante passo avanti" per risolvere l'ondata di sparizioni di bambini in tutto il Paese, fino ad ora mai legati a una sola persona.

Nelle ultime settimane la media è stata di 2 minorenni che sparivano ogni giorno. "Wanjala ha massacrato le sue vittime nel modo più spietato, a volte succhiando loro il sangue dalle vene prima di giustiziarle", è la scioccante ricostruzione fornita via Twitter direttamente dalla Direzione delle Investigazioni Criminali, che ha pubblicato anche la foto del ventenne con evidenti disturbi mentali.

Wanjala avrebbe iniziato a uccidere 5 anni fa, ancora adolescente, prendendo di mira ragazzi di 12 e 13 anni. Dietro i brutali omicidi, un preciso modus operandi, quasi un rito: l'assassino ha drogato le sue vittime, poi le ha strangolate. Un ragazzo di 12 anni scomparso nel 2016 dalla contea di Machakos, a est di Nairobi, è stato il primo a cadere sotto i suoi colpi. Wanjala non era solo un serial killer sadico: aveva chiesto alla famiglia di un minorenne 30.000 scellini keniani (234 euro) per restituirlo. Non avendo i soldi, lo uccise. Confessando i suoi gesti estremi, l'assassino ha detto di aver provato "molto piacere" e di non essersi pentito affatto.