SALVA LA GALASSIA CON MASS EFFECT LEGENDARY EDITIONKerbal Space Program 2: serie più semplice per i nuovi giocatoriZTE: i suoi prodotti 5G ottengono punteggi alti per la valutazione ...Ghostrunner: annunciato il sequelLorella Boccia : mi ispiro a Ellen De GeneresKasia Smutniak : I diritti delle donne vanno tutelati!Covid-19 : Cala ancora l'indice di trasmissibilità RtGTA Online: ricompense doppie nelle Missioni Veicoli SpecialiGETSUFUMADEN: UNDYING MOON DISPONIBILE SU STEAM IN ACCESSO ANTICIPATOThe Sims 4 annuncia Oasi in Giardino KitXbox compie 20 anni! Al via le celebrazioniGeForce NOW: Biomutant e altri 15 giochi in arrivoDualSense: dal prossimo mese disponibili due nuove colorazioniZTE Axon 30 Ultra Lancio GlobaleHunter, i miglior brand di irrigatoriLG OLED TV TRASFORMA LE CASE IN GALLERIE D’ARTERisultati Serie A 36.a giornataCovid-19 : I casi nel mondo superano i 160 MlnKnockout City Block Party DariusBurst: Another Chronicle EX + uscirà a giugno per PS4 e Switch50 DERBY CUP: Derby della Capitale con PESDomani sarà disponibile l'espansione di Assassin’s Creed Valhalla, ...Xperia 10 III, lo smartphone 5G compatto e veloce è in arrivoBattlefield 6 anche su console Old-GenPaolo Brosio e Maria Laura De Vitis si sono lasciati
di Vito Manzione di domenica 25 aprile 2021

Mazzette ai boss : arrestati giudice e avvocato!

Mazzette ai boss : arrestati giudice e avvocato!

Circa 1 milione e 200mila euro in contanti sono stati recuperati dai carabinieri durante le perquisizioni disposte nell'ambito dell'operazione che, questa mattina, ha portato all'arresto del giudice Giuseppe De Benedictis, magistrato dell'Ufficio GIP di Bari e dell'avvocato Giancarlo Chiariello. I due sono accusati di corruzione.

Il denaro, ha detto in una nota l'esercito barese, era nascosto nell'abitazione del figlio dell'avvocato Chiariello, anch'egli indagato, diviso in tre zaini nascosti all'interno di un divano e di un armadio. Sono in corso indagini per verificare l'origine del denaro. Per la Dda di Lecce il giudice e l'avvocato avevano da tempo stipulato un patto di corruzione in base al quale in cambio di somme di denaro contante - consegnate a domicilio e allo studio legale, o addirittura all'ingresso di un bar situato nei pressi del nuovo Palazzo di Giustizia a Bari-

I beneficiari, per lo più appartenenti a famiglie mafiose o legati alla criminalità organizzata a Bari, Foggia e Gargano, potendo contare sul comprovato patto corruttivo tra giudice e avvocato (circostanza che da tempo è nota in ambito criminale denunciati da collaboratori di giustizia), in cambio del pagamento di somme di denaro, hanno potuto ottenere disposizioni per la concessione degli arresti domiciliari, pur essendo sottoposti a misure cautelari in carcere per reati, anche associativi di estrema gravità, che ha permesso loro di rientrare nel circuito criminale, con indubbio vantaggio proprio, del difensore e delle stesse organizzazioni criminali.

Altre News per: mazzettebossarrestatigiudiceavvocato