Zazoom di 17 giu 2024

Come organizzare una festa a sorpresa perfetta

come organizzare

Organizzare una festa a sorpresa è un’idea particolarmente affascinante per un amico, per il partner o per un genitore. Questo perché si ha un modo originale e inaspettato per stupirlo regalandogli la gioia di tutti i partecipanti di trascorrere una serata in compagnia. È un’idea non semplice da organizzare, dovendo gestire diverse cose in segreto, ma che può riservare particolari sorprese.

Dove, quando e con chi: da dove iniziare per organizzare una festa a sorpresa

Le prime cose da definire e organizzare sono strettamente legate tra loro e riguardano la data, la location e il numero degli invitati. Potenzialmente si ha la massima libertà (siete pur sempre voi che state organizzando la festa), ma è utile fare attenzione ad alcuni elementi. Innanzitutto è utile partire dalla sensibilità del festeggiato. La festa a sorpresa deve essere per lui, non per chi la organizza. Spesso chi decide di non festeggiare il proprio compleanno è perché non ama questo evento o non si sente a suo agio in mezzo a tante persone; costringerlo a farlo può essere controproducente.

Ecco, quindi, che sia la scelta della data (magari non il giorno stesso del compleanno che può essere scoperto facilmente, ma un giorno del weekend successivo) che il numero degli invitati deve essere scelto con cura. Di conseguenza si valuta il luogo dove festeggiare. Può essere un pub, un ristorante o un luogo all’aperto (in spiaggia o dandosi appuntamento in un punto specifico e poi muoversi tutti insieme), così come la casa di qualcuno (anche quella del festeggiato se c’è qualcuno che aiuta nell’organizzazione).

Stabilire il programma

Ogni tipologia di festa ha le sue “regole”: una in casa può essere più sobria e prevedere una maggiore libertà, mentre una festa organizzata può essere l’occasione per cimentarsi in sfide, giochi e attività divertenti. Se si è fuori casa meglio avere un programma da seguire (mettendo in conto gli imprevisti), mentre per una festa in casa ciò che non deve mancare è il cibo, la musica, i posti a sedere e il vino. Un Chianti, un Montepulciano d’Abruzzo, un Barolo, un Lambrusco o un Prosecco non devono mai mancare sia per il brindisi che per accompagnare il pasto.

La scelta del regalo

Sì, la festa a sorpresa può essere essa stessa il regalo per il festeggiato (anche perché può avere un costo organizzarla), ma prevedere un regalo da scartare è un momento sempre molto emozionante. Tra le idee più apprezzate ci sono i regali tecnologici, una bottiglia di amaro o liquore, il biglietto di un concerto o di uno spettacolo o anche una giornata in una SPA o un centro benessere. Per un regalo speciale per una persona speciale, un giro in Ferrari può essere un’altra idea originale e affascinante che può essere anche l’occasione per trascorrere un fine settimana fuori in una località vicina all’autodromo nel quale si vivrà questa magnifica esperienza.

Distrarre il festeggiato

L’ultimo elemento da affrontare per l’organizzazione di una festa a sorpresa riguarda il festeggiato. Come si fa a tenerlo all’oscuro di tutto? Molto dipende dal tipo di festa. Ci si può far trovare in casa sua (con l’aiuto del partner o dei genitori) quando rientra dal lavoro o da un impegno, gli si può dare un appuntamento al quale si troveranno tutti gli invitati o, ancora, recarsi d’accordo con lui in un posto nel quale, per “caso”, ci sono anche tutti gli altri amici.

Altre Notizie: Armani e l'emozione per la festa a sorpresa: Alla mia età si ricomincia ;