Zazoom di 5 ago 2023

Riforma fiscale approvata: Principali contenuti del disegno di legge delega

riforma fiscale

Il disegno di legge delega per la riforma fiscale è stato ufficialmente approvato e rappresenta la cornice con i principi e i criteri per la revisione del sistema tributario. Il governo dovrà ora tradurre questi principi in norme concrete attraverso specifici decreti legislativi entro i prossimi 24 mesi. Il provvedimento è composto da 23 articoli distribuiti in cinque titoli, e le sue misure avranno un impatto significativo sul sistema fiscale italiano. Di seguito, sono elencati i principali contenuti del disegno di legge.

1. Aliquote Irpef: Il disegno di legge prevede una revisione e una graduale riduzione dell'imposta Irpef. L'obiettivo finale è quello di passare da attuali aliquote a tre, con la prospettiva di arrivare a un'eventuale aliquota unica.

2. Tredicesime detassate: Per i lavoratori dipendenti, si è scartata l'ipotesi iniziale di una flat tax incrementale e al suo posto si introduce una tassazione agevolata per straordinari, tredicesima e premi di produttività.

3. Concordato preventivo biennale: Viene introdotto il concordato preventivo biennale per le partite IVA e le PMI. In pratica, il fisco calcolerà l'imposta sui redditi per i due anni successivi, garantendo certezza sui pagamenti e scongiurando contestazioni sull'Irpef. Tuttavia, va precisato che l'Iva dovrà essere comunque versata.

4. Ires, doppio regime agevolato: Accanto all'aliquota ordinaria dell'Ires (24%), si prevedono due regimi di vantaggio complementari. Il primo riduce l'aliquota alle imprese che investono in risorse, nuove assunzioni o partecipazione dei dipendenti agli utili. Le imprese che non beneficiano di questa riduzione potranno godere di eventuali incentivi fiscali sotto forma di superammortamento.

5. Revisione dell'Iva: La disciplina dell'Iva sarà rivista per renderla più aderente alla normativa dell'Unione Europea. Tra le opzioni, è prevista la possibilità di introdurre l'Iva zero per alcuni prodotti di prima necessità.

6. Superamento dell'Irap: La delega prevede il graduale superamento dell'Imposta Regionale sulle Attività Produttive (Irap).

7. Scudo penale a chi collabora: I contribuenti che aderiscono all'adempimento collaborativo saranno esentati da sanzioni penali tributarie, in particolare per le dichiarazioni infedeli. Il regime di adempimento collaborativo verrà esteso anche ai paperoni che trasferiscono la residenza in Italia.

8. Tempi di rimborso ridotti ai virtuosi: Per i contribuenti con un elevato livello di affidabilità fiscale, si prevede un rafforzamento dei premi, incluso il ridimensionamento dei tempi di rimborso. Si incentiva anche la certificazione delle dichiarazioni fiscali, con deleghe che potranno essere affidate a professionisti abilitati.

9. Tasse pagate con RID: Si ampliano le forme di pagamento delle tasse, consentendo anche l'addebito diretto sul conto bancario o altri strumenti di pagamento elettronico.

10. Acconto a rate: Introduzione della possibilità di rateizzare gli acconti e i saldi dell'Irpef per i professionisti autonomi e gli imprenditori individuali.

11. Prelievo forzoso: Si abolisce l'automazione nella procedura di pignoramento dei conti correnti.

12. Cedolare secca sui negozi: Estensione della cedolare secca agli immobili utilizzati per attività commerciali, esercenti un'attività d'impresa o arti e professioni.

13. Verso l'addio al Superbollo: Valutazione progressiva del superamento dell'addizionale erariale sulla tassa automobilistica per le auto con potenza superiore a 185 chilowatt.

14. Stretta sulle E-cig: Viene vietata la vendita a distanza di prodotti da inalazione contenenti nicotina e delle cosiddette "nicotine puches".

15. Tributi regionali: Revisione delle norme del federalismo fiscale regionale, con attribuzione alle regioni delle somme a titolo di compartecipazione regionale all'Iva e recupero dell'evasione fiscale.

16. Crediti non spettanti: Introduzione di una più rigorosa distinzione tra le fattispecie di compensazione indebita di crediti di imposta non spettanti e inesistenti. Valutazione della possibilità di non applicare sanzioni e/o interessi se si hanno crediti con la Pubblica Amministrazione.

Questi sono i principali punti del disegno di legge delega per la riforma fiscale che punta a ridefinire il sistema tributario italiano, con l'obiettivo di semplificare e rendere più equo il sistema fiscale del paese. Si dovrà attendere l'attuazione attraverso i decreti legislativi per vedere concretamente come queste misure influiranno sulla fiscalità del paese.

Altre Notizie: Digitalizzazione della manutenzione: il ruolo chiave dei software gestionali; Fedez avvistato mano nella mano con una nuova donna: è la modella Garance Authié - video; Brescia, la 18enne Matilda Agnesi muore in incidente sulla moto regalo di compleanno;