Gli stranieri pestano a sangue il povero Simone per una cartina di ...Addio a Anna Karina, morta a 79 anni il simbolo della Nouvelle Vague Diretta Napoli-Parma ore 18.30: formazioni ufficiali e dove vederla ...Ubriaco travolge gruppo di amici: morto 23enneVa a trovare il marito al cimitero : 77enne tenta di stuprarlaGreta Thunberg : Felice di essere qui, Torino è una città stupendaCi vediamo in piazza Castello : Greta Thunberg a Torino, l'arrivo in ...Scrivi a mia sorella... Armando Incarnato contro Juan Luis CianoIncidente Vicenza : il piccolo Davide muore a 2 anni dopo 5 giorni di ...Andrea Denver sarà concorrente del Grande Fratello Vip 4

Whatsapp vs Telegram: qual è l’app di messaggistica più sicura?

Whatsapp vs Telegram: qual è l’app di messaggistica più sicura? Whatsapp vs Telegram, qual è l’app di messaggistica istantanea più sicura? È giunto il momento di rispondere a questa domanda che in tanti si pongono ...

zazoom
di mercoledì 4 dicembre 2019 Commenta
Whatsapp vs Telegram, qual è l’app di messaggistica istantanea più sicura? È giunto il momento di rispondere a questa domanda che in tanti si pongono e che moltissimi altri non sanno nemmeno di doversi porre.La sicurezza online è diventata di sempre maggiore importanza visto che da quando gli smartphone sono diventati i nostri fedeli compagni di vita, siamo perennemente collegati alla rete Internet.Se questo significa poter utilizzare un’infinità di opzioni di ogni genere, significa anche essere notevolmente esposti a violazioni di vario genere, dagli hacker che vogliono svuotarti il conto corrente ai Governi che vogliono monitorare la vita privata e non degli utilizzatori delle app.

Whatsapp e Telegram sono due app di messaggistica istantanea che fanno molto più che scambiare semplici messaggi di testo tra le persone che le utilizzano. Whatsapp ha anche una versione per le aziende grazie alla quale si può entrare in contatto diretto con esse. Nonostante siano entrambe molto note, Whatsapp detiene ancora il record di utilizzatori con oltre un miliardo e mezzo di persone che la utilizzano ogni giorno per chiamare, video chiamare, inviare foto e video oltre a tanti altri tipi di utilizzo. Eppure sono diverse le falle di sicurezza dell’app acquistata da Zuckerberg nel 2014 per 19 miliardi di dollari.

Di recente il fondatore di Telegram, Pavel Durov, in un messaggio condiviso tramite la propria app, ha invitato tutti gli utenti di Whatsapp ad abbandonare l’app se desiderano che i propri dati privati rimangano tali. Non è la prima volta, in genere, ad ogni falla di sicurezza nota di Whatsapp arriva un invito simile. È un fatto ben noto da tempo che Whatsapp ha difetti di sicurezza e Durov sottintende, in modo tutt’altro che oscuro, che alcuni di questi non siano dovuti a cattiva programmazione.

“A maggio, avevo previsto che le backdoor in Whatsapp sarebbero state scoperte e a un grave problema di sicurezza ne sarebbe seguito un altro, come in passato 1.“ Durov sottolinea che ogni volta che viene scoperta una backdoor in Whatsapp, questa “ha reso tutti i dati sul telefono vulnerabili agli hacker e alle agenzie governative. Tutto ciò che un hacker doveva fare era inviarti un video e tutti i tuoi dati erano in balia dell’attaccante. 

Whatsapp non solo non protegge i tuoi messaggi: questa app viene costantemente utilizzata come cavallo di Troia per spiare le tue foto e i tuoi messaggi non Whatsapp. Perché dovrebbero farlo? Facebook ha fatto parte dei programmi di sorveglianza molto prima di acquisire Whatsapp. È ingenuo pensare che la società avrebbe cambiato le sue politiche dopo l’acquisizione, questo è reso ancora più evidente dall’ammissione del fondatore di Whatsapp in merito alla vendita dell’app a Facebook: “Ho venduto la privacy dei miei utenti” 2“.

Resta comunque il fatto che Whatsapp rimane l’app di messaggistica preferita dalla maggioranza delle persone al mondo nonostante queste falle di sicurezza e invasioni della privacy che non sembrano preoccupare più di tanto. Probabilmente, il motivo è dovuto anche alle dichiarazioni di Facebook, per tranquillizzare utenti e anche gli enti preposti al rispetto della privacy, dell’assenza di prove che i dati siano stati violati.

Anche su questo, Durov ha da detto la sua: “In seguito alla scoperta della backdoor di questa settimana, Facebook ha cercato di confondere il pubblico sostenendo di non avere prove del fatto che la backdoor fosse stata sfruttata dagli hacker. Ovviamente, non hanno tali prove: per ottenerle, dovrebbero essere in grado di analizzare i video condivisi dagli utenti di Whatsapp, ma questi non vengono archiviati permanentemente sui propri server (invece, invia messaggi e supporti non crittografati della stragrande maggioranza dei loro utenti direttamente ai server di Google ed Apple). Quindi – niente da analizzare – “nessuna prova”. Conveniente“.

Fonte : pantareinews
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Whatsapp Telegram

© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore.
zazoom
Zazoom Social News
-
Cerca Tag : Whatsapp Telegram Whatsapp Telegram qual l’app messaggistica
Clicca qui e commenta questo post!