Il Pokémon Ghirlanda Comfey è ora disponibile in Pokémon UNITEMAX VERSTAPPEN FIRMA CON EA SPORTSMARCELL JACOBS IN GARA SABATO 4 FEBBRAIO IN DIRETTA RAI!Yu-Gi-Oh! World Championship - annunciata l’edizione 2023GTA Online: bonus sulle missioni di vendita e rifornimento ...SpongeBob SquarePants The Cosmic Shake RecensionePUMA X Need For Speed Unbound: iconica collezione di crossover Lo Jokerit fa il suo ritorno in-game in EA SPORTS NHLASHIKA ISLAND - NUOVA MAPPA DELLA STAGIONE 2 DI COD WARZONE 2GeForce NOW - nuovi giochi e moltissime novitàGUNDAM EVOLUTION STAGIONE 3 E NUOVI CONTENUTIThe Sims 4 annuncia l’espansione Crescendo Insieme10 falsi miti pericolosi sulla cybersecurity svelati da Panda SecuritySan Valentino: con iotty PLUS in coppia ci si illumina di piùMonster Hunter Rise: Sunbreak Aggiornamento gratuito dal 7 febbraioSamsung Galaxy Unpacked 2023 Galaxy Book3Samsung Galaxy Unpacked serie Galaxy S23Nuova in-game Capsule annunciata per il VCT LOCK//INLegends of Runeterra: programma 2023 e novitàNuovo gameplay trailer di Hogwarts LegacySan Valentino: Regali tech & green, consigliati da CertiDealWWE 2K23: Your Time is NowNVIDIA STUDIO DIGEST - tutto sugli annunci Annunciato lo Stealth Adventure STEEL SEEDMario Kart 8 Deluxe Seasonal Circuit Italy: ultima tappa 5 febbraio
di Zazoom di sabato 5 novembre 2022

Alimentatori Ac Dc : quale scegliere?

Il termine alimentazione ac/dc è un'abbreviazione dei termini inglesi che significano alimentazione a corrente alternata (Alternative Current) o corrente continua (Direct Current). Queste due tipi di alimentazione sono oggi ampiamente utilizzate, sia per il trasporto, la distribuzione o il consumo di energia.

Qual è la differenza tra alimentazione AC e DC?

Da un punto di vista tecnico, questi due sistemi di alimentazione non producono lo stesso tipo di corrente. Laddove l'alimentazione CC fornisce tensione CC dal terminale (+) al terminale (-), la corrente CA cambia direzione regolarmente con una uguale quantità di elettricità.

Una cosa è certa, ci sono una moltitudine di possibili aree di utilizzo per gli alimentatori ac/dc: uso industriale, medico, di ricerca, ecc, ma gli alimentatori AC e DC non hanno lo stesso utilizzo.

Gli alimentatori in corrente continua vengono utilizzati per tutti i dispositivi che funzionano con batterie, ad esempio questo è il caso dei computer o dei telefoni cellulari. La corrente alternata viene utilizzata invece per il trasporto dell'elettricità, ma anche per la maggior parte degli elettrodomestici di casa. Dobbiamo quindi scegliere tra alimentazione ac/dc a seconda del dispositivo che desideriamo connettere.

Come scegliere l' alimentatore ac dc?

Per fare la scelta giusta al momento dell'acquisto dell'alimentatore ac/dc è necessario chiedersi di quanta potenza avremo bisogno.

Bisogna essere molto vigili riguardo alla sovratensione. Per motivi di sicurezza, le autorità hanno definito diverse categorie. Consigliamo a tal proposito di consultare sia le caratteristiche, come gli alimentatori AC DC che puoi trovare qui, in modo da poter scegliere il dispositivo con la corrente e la tensione di uscita appropriate.

Se abbiamo bisogno di una forte corrente elettrica, dovremo scegliere un alimentatore potente, ma questi modelli sono generalmente più costosi. A seconda degli oggetti che vogliamo alimentare, un alimentatore troppo potente è inutile o addirittura pericoloso.

Se non si conosce la potenza dei dispositivi che si stanno per alimentare o se bisogna alimentare qualsiasi tipo di dispositivo, consigliamo inoltre di testarli prima con un misuratore di potenza elettrica.

Perché privilegiare un tipo di corrente piuttosto che un altro?

La corrente alternata è favorita per la produzione e la trasmissione di energia elettrica per diversi motivi:

  • Un generatore di corrente alternata (motore sincrono o asincrono) è più efficiente di un generatore di corrente continua (macchina a corrente continua). Quindi, le moderne centrali elettriche producono tutte corrente alternata.
  • A parità di potenza di energia trasportata, le perdite di linea sono inferiori con la corrente alternata che con la corrente continua.
  • Sempre per ridurre le perdite di energia nel trasporto, la corrente viene trasformata da altissima tensione in uscita dall'impianto (200.000 V), in alta tensione (60.000 V) quindi in media tensione (20.000 V) ed infine in bassa tensione (220V alle prese o 380V trifase).

In breve, la corrente alternata ha vantaggi solo per il trasporto ed è quindi preferita per il trasporto di energia.

D'altra parte, sappiamo come immagazzinare la corrente alternata in una batteria, che ripristina la corrente continua. Pertanto, per una macchina a batteria, sarà preferita la corrente continua.
La corrente continua è favorita anche in elettronica, in particolare perché consente una logica semplice: presenza di tensione = informazione positiva, assenza di tensione = informazione negativa.

Altre News per: alimentatoriqualescegliere