di Giuseppe Ferrazzuolo di venerdì 27 maggio 2022

Compravendita immobili, quali sono i documenti necessari

compravendita immobili

Volete vendere la vostra casa e state cercando di capire quali documenti servono per la compravendita in regola? Ecco una spiegazione esaustiva di tutte le carte di cui avrete bisogno per essere al passo con la burocrazia e la legge italiana.

Atto di compravendita dell’immobile

Chiamato anche rogito notarile di acquisto della casa, l’atto di compravendita dell’immobile non può mancare se intendete vendere un’abitazione, in quanto ne attesta l’effettivo proprietario. Questo particolare documento può essere redatto solamente dal notaio nel momento in cui avviene il vero e proprio trasferimento della proprietĂ  dell’immobile da un soggetto ad un altro e si tratta di una compravendita. 

Si tratta di un atto pubblico formale in cui viene certificata la verità dei dati, ossia l’identità dei contraenti, la modalità di pagamento dell’immobile e il prezzo a cui quest’ultimo è stato ceduto.

Attestato di Prestazione Energetica (APE)

Che l’abbiate già sentito nominare o meno, l’Attestato di Prestazione Energetica è un documento essenziale per mettere in vendita un immobile, in quanto fornisce tutte le informazioni che riguardano le prestazioni energetiche dell’immobile stesso. In questo documento, verrà anche indicata la classe energetica dell’immobile, calcolata in base a tutte le caratteristiche energetiche di quest’ultimo. Ottenere questo documento con tali informazioni (la classe energetica e l’IPE, ossia l’indice di prestazione energetica), è obbligatorio prima di mettere in vendita l’immobile.

Ma come ottenerlo? Per ottenere l’APE è necessario rivolgersi a qualcuno del mestiere, infatti è un lavoro svolto solo da specialisti del settore. Se non conoscete nessuno, potete trovare la persona che fa per voi e redigerà l’attestato prestazione energetica online, in modo da avere un’ampia scelta.

Planimetria catastale

Può essere intuito dal nome del documento stesso, ma è meglio spiegare tutto con precisione per avere le idee chiare. Quando si parla di planimetria catastale, si intende una piantina in scala dell’immobile che si vuole vendere che viene archiviata al catasto e deve essere assolutamente conforme allo stato dell’abitazione nel momento in cui viene venduta, altrimenti sarà annullata la compravendita in atto.

In caso fossero stati fatti dei lavori nel corso degli anni, questi potrebbero aver modificato alcune caratteristiche dell’immobile nel suo stato originario, come la disposizione dei vani, la loro ampiezza e l’altezza di questi.

Visura ipotecaria dell’immobile

Probabilmente non avete mai sentito parlare di questo documento necessario per vendere la vostra casa. In poche parole, la visura ipotecaria viene rilasciata dall’Agenzia delle Entrate in seguito ad alcune verifiche effettuati riguardo la banca dati ipotecaria e catastale, in modo da certificare che sull’immobile in questione non ci siano ipoteche, pignoramenti o decreti ingiuntivi.

Per richiedere la visura ipotecaria del vostro immobile è sufficiente collegarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate e utilizzare i loro servizi.

Altri documenti

Oltre ai documenti fino ad ora elencati, ce ne sono altri indispensabili per poter procedere nella vendita dell’immobile in questione, ossia delle certificazioni che attestano la conformità dell’immobile e degli impianti presenti. Per avere tutto chiaro, ecco quali sono tali documenti:

  • Il Permesso di costruire: è l’autorizzazione amministrativa che viene concessa dal Comune, il quale approva la trasformazione del territorio in una struttura edile ed urbanistica. Fino al 2001, quando è stato emanato il Testo Unico sull’Edilizia, al posto del permesso di costruire serviva la Concessione Edilizia;
  • Il Certificato di abitabilitĂ : viene rilasciato dal Comune in cui l’immobile si trova e sostanzialmente serve a dichiarare che sono state rispettate le norme di sicurezza e igiene dell’abitazione;
  • Il Certificato di conformitĂ  degli impianti: viene rilasciato dall’azienda abilitata che ha installato gli impianti (elettrico, idraulico e termico) per certificare che sono state rispettate le leggi esistenti a riguardo.

Documenti personali

Come servono alcuni documenti riguardanti l’immobile, sono necessarie anche alcune carte che riguardano l’acquirente e il venditore. Questi ultimi, infatti, una volta che si trovano davanti al notaio per concretizzare la compravendita, dovranno presentare i seguenti documenti: 

  • La fotocopia della carta di identitĂ  e del codice fiscale;
  • Il certificato che attesta il loro stato civile;
  • Se uno delle due parti è extracomunitario, è necessario presentare il permesso di soggiorno.
Ultime Notizie