Bandai Namco annuncia DORAEMON STORY OF SEASONS: FRIENDS OF THE GREAT ...Post Covid-19 : dopo la guarigione rischio depressioneLibano : torturati dal datore di lavoro con martellate, elettrochoc e ...Covid, Napoli : I positivi non fanno il tampone per non perdere le ...KONAMI estende la partnership con il Bayern MonacoROGUEBOOK: DISPONIBILE SU STADIASony presenta “INZONE”, nuovo brand gaming per PCWay of the Hunter uscirà ad agostoNZXT presenta le Capture Card Signal 4K30 e Signal HD60Farming Simulator 22 - Kubota Pack disponibileGotham Knights: svelato il trailer ufficiale dedicato a RobinGame Ready driver per F1 22 disponibiliMARIO + RABBIDS SPARKS OF HOPE ARRIVA A OTTOBREBandai Namco ha annunciato PAC-MAN WORLD Re-PACSuper Bomberman R 2! in arrivo nel 2023Code: To Jin Yong atteso per il Q3 del 2022GameStop: nuovo stock di PS5 in arrivoStagione 6 di Call of Duty: Mobile: Verso il cieloConsulenza professionale per la migrazione SEO di un sitoCorte Palasio : Pierangelo Repanati ucciso con due coltellate alla ...Michelle Hunziker Giovanni Angiolini insieme in SardegnaIsola Famosi 2022 : Guendalina Tavassi sul ritiro del fratello EdoardoChi è Carlotta Rossi : Bud Spencer era mio padre!F1 22 Recensione PlaystationDIGITAL BROS ACQUISTA D3 GO!
di Giuseppe Ferrazzuolo di mercoledì 11 maggio 2022

Accompagnamento per anziani: l’iter da seguire per ottenerlo

Accompagnamento

Tutti coloro che hanno in famiglia un parente anziano sanno benissimo quanto possa essere difficile la vita di tutti i giorni. Garantirgli la migliore assistenza possibile non è affatto semplice, a maggior ragione se, oltre al naturale processo di invecchiamento, dovessero aggiungersi delle patologie vere e proprie.

La normativa italiana, da questo punto di vista, prevede un supporto a tutti quei cittadini che, per vari motivi, non hanno più la capacità di svolgere i normali atti della vita quotidiana per colpa di una serie di malattie particolarmente gravi. Il sostegno in questione viene garantito attraverso la concessione di una serie di misure economiche, ma serve fare la domanda accompagnamento per anziani.

L’indennità di accompagnamento

Come abbiamo detto, per chi deve assistere giornalmente un soggetto anziano e con diverse problematiche di salute, ci sono diversi benefici dal punto di vista economico che si possono sfruttare. Proprio per questa ragione, il primo passo è quello di comprendere meglio quale sia la tipologia di misura a cui si ha diritto.

È fondamentale evitare di fare confusione tra le varie casistiche e, in modo particolare, a pensare che i termini “invalidità” e “handicap” siano sinonimi. Non solo, dal momento che bisogna occuparsi anche di effettuare tutti i calcoli corretti in relazione alla percentuale di invalidità.

Oltre a queste misure di carattere economico, ecco che c’è anche l’indennità di accompagnamento. Stiamo facendo riferimento a un particolare sussidio che viene rilasciato, senza alcun limite dal punto di vista reddituale o di età, a tutte quelle persone che non hanno la capacità di deambulare senza poter contare sul supporto permanente di una persona oppure che necessitano in ogni caso di un servizio di assistenza costante.

I requisiti per ottenere l’indennità di accompagnamento

Ci sono diverse patologie che consentono di ottenere il diritto all’accompagnamento. Tra le altre, il processo di invecchiamento fisico e cognitivo che caratterizza usualmente le persone anziane è una delle cause più complicate da dimostrare.

Nel momento in cui si deve effettuare la visita davanti alla commissione medica, è chiaro che la motivazione per cui si chiede tale sussidio non può essere quella per cui il soggetto anziano ha delle difficoltà nello svolgimento delle attività essenziali della vita di tutti i giorni, ma è necessario dare dimostrazione di tale problematica, in modo approfondito e completo.

Quindi, nel momento in cui sono intervenute delle patologie che hanno favorito questo deterioramento della capacità intellettive del richiedente, è chiaro che si tratta di aspetti che vanno supportati da idonea certificazione. Serve che tutti questi documenti vadano ad attestare, ma anche a certificare quanti più aspetti possibili in relazione alla patologia che è emersa. Ad esempio, la certificazione geriatrica deve essere in grado di dimostrare il decadimento intellettivo anche, ad esempio, mediante l’esecuzione di una serie di controlli ben precisi.

I test che integrano la documentazione medica

Ci sono diversi controlli e test che è possibile richiedere e che vanno a completare la documentazione medica da presentare dinanzi alla commissione. Stiamo facendo riferimento a una serie di valutazioni ben specifiche e ricche di particolari, che possono rappresentare un vincolo importante per la commissione medica dell’ASL oppure dell’Inps nell’assunzione della decisione finale.

Il test ADL, giusto per fare un esempio, torna utile per effettuare la valutazione di quale sia il livello di abilità di un soggetto nell’effettuare le sei attività che vengono considerate essenziali nella vita di tutti i giorni, tra cui troviamo il mangiare, il movimento in autonomia entro le mura domestiche e farsi la doccia. Il punteggio per ciascuna attività va da 0 fino a 6: lo 0 corrisponde a persone che dipendono completamente da un accompagnatore, mentre 6 significa che sono completamente autonome.

Altre News per: accompagnamentoanzianil’iterseguireottenerlo