NVIDIA Studio: arriva il driver di giugnoGhostrunner: Disponibile da oggi la Complete EditionGuerra Ucraina Zelensky : il video dell'attacco missilistico a ...Bandai Namco annuncia DORAEMON STORY OF SEASONS: FRIENDS OF THE GREAT ...Post Covid-19 : dopo la guarigione rischio depressioneLibano : torturati dal datore di lavoro con martellate, elettrochoc e ...Covid, Napoli : I positivi non fanno il tampone per non perdere le ...KONAMI estende la partnership con il Bayern MonacoROGUEBOOK: DISPONIBILE SU STADIASony presenta “INZONE”, nuovo brand gaming per PCWay of the Hunter uscirà ad agostoNZXT presenta le Capture Card Signal 4K30 e Signal HD60Farming Simulator 22 - Kubota Pack disponibileGotham Knights: svelato il trailer ufficiale dedicato a RobinGame Ready driver per F1 22 disponibiliMARIO + RABBIDS SPARKS OF HOPE ARRIVA A OTTOBREBandai Namco ha annunciato PAC-MAN WORLD Re-PACSuper Bomberman R 2! in arrivo nel 2023Code: To Jin Yong atteso per il Q3 del 2022GameStop: nuovo stock di PS5 in arrivoStagione 6 di Call of Duty: Mobile: Verso il cieloConsulenza professionale per la migrazione SEO di un sitoCorte Palasio : Pierangelo Repanati ucciso con due coltellate alla ...Michelle Hunziker Giovanni Angiolini insieme in SardegnaIsola Famosi 2022 : Guendalina Tavassi sul ritiro del fratello Edoardo
di Zazoom di domenica 20 marzo 2022

Fischi alla stadio a Putin : Zelensky vuole incontrarlo è ora di trattare

Vladimir Putin

Vladimir Putin parla e si sentono Fischi allo stadio Luzhniki durante il suo discorso di ieri al termine del maxi evento per celebrare l'anniversario dell'annessione della Crimea e della guerra in Ucraina. Secondo le ricostruzioni sui social, sarebbe questo il vero motivo dietro il taglio del discorso del presidente alla tv russa e l'improvvisa comparsa sullo schermo di canzoni patriottiche. Ieri è stato il turno del presidente ucraino Zelensky di spingere per i negoziati con un video girato sullo sfondo della capitale, Kiev, priva del coprifuoco, in cui affermava che "è tempo di colloqui di pace, senza indugio".


Zelensky vuole incontrare Putin direttamente. «Questa è l'unica possibilità per la Russia di ridurre i danni causati dai suoi errori. È tempo di incontrarsi, è tempo di parlare». E mette in gioco i negoziati: «È tempo di ripristinare l'integrità territoriale e la giustizia per l'Ucraina. Diversamente, le perdite per la Russia saranno tali che ci vorranno diverse generazioni per riprendersi». Non è certo il discorso di un perdente, anche se ieri la notizia della presa di Mariupol si rincorreva tutto il giorno. Sui social il sospetto che il taglio improvviso del comizio televisivo dello Zar allo stadio dell'altro ieri stesse diventando sempre più evidente era dovuto ai Fischi. In ogni caso, il capo dei negoziatori russi, Medinsky, fa sapere che non ci sarà alcun vertice se le delegazioni non avranno elaborato un testo di trattato che "successivamente sarà firmato dai ministri degli Esteri e approvato dai governi".

Solo allora sarà possibile dialogare faccia a faccia tra i Presidenti. E al Cremlino, il ministro degli Esteri Lavrov insiste nell'incolpare gli Usa per lo stallo dei negoziati, dipingendo il leader ucraino ei suoi sherpa come burattini nelle mani di Biden. "Zelensky ha suggerito di tenere colloqui e il nostro presidente ha accettato". Putin ha ribadito ieri la sua disponibilità in una telefonata con il premier lussemburghese, Bettel, al quale avrebbe confermato "la sequenza che potrebbe portare a un cessate il fuoco". Tuttavia, secondo Lavrov, c'è la “costante sensazione” che gli Stati Uniti stiano “tenendo la mano della delegazione ucraina, impedendogli di accogliere richieste che riteniamo minime”. Ancora più esplicito è il ventriloquo di Putin, il presidente bielorusso Lukashenko, per il quale la guerra potrebbe finire molto velocemente se Biden chiamerà Zelensky, ma "non chiamerà, perché la situazione che si sta sviluppando in Ucraina è molto vantaggiosa per gli americani".

I quattro punti che Mosca considera "ragionevoli e legittimi" sono quelli elencati dal portavoce del leader turco Erdogan, che a sua volta ha parlato ieri al telefono con Putin. La prima è la neutralità dell'Ucraina, ovvero “la rinuncia all'adesione alla NATO” attraverso la costituzionalizzazione di uno status simile a quello dell'Austria, poi il disarmo di Kiev e le reciproche garanzie di sicurezza. In terzo luogo, la "denazificazione" dell'Ucraina, che potrebbe sfociare nella messa al bando dei battaglioni estremisti sulle coste del Mar d'Azov. Infine, la rimozione degli ostacoli all'uso della lingua russa.

Altre News per: fischiallastadioputinzelenskyvuoleincontrarlo