PS Plus: svelati in anticipo i titoli da un leak?Kindle Paperwhite 2021 è ora disponibileGhost Recon Breakpoint - Operazione madrepatria in arrivoDOOM Eternal debutta l'aggiornamento HORDE MODEQual è il miglior sito per comprare follower Instagram attivi che ...Seagate e Lucasfilm creano i primi device ispirate all'universo di ...Overland-Tandberg annuncia la nuova linea RDX SSDYu-Gi-Oh! Championship Series torna in presenzaARCANE - Annunciata la Colonna Sonora UfficialeRed Dead Online: HALLOWEEN porta il terrore del selvaggio West!Microsoft presenta l' Ocean Plastic MouseTeufel AIRY SPORTS TWS, le cuffie Bluetooth per veri sportiviAllerta ciclone Mediterraneo : Ecco dove colpiràVerona : Mamma uccide le due figlie in una casa accoglienzaRiMS Racing disponibile gratis per pochi giorni!UN VIDEOGAME NINTENDO COME STRUMENTO DIDATTICO PER IL CODINGKONAMI e KeelWorks insieme per CYGNI: All Guns BlazingD-Link: in Italia il primo adattatore USB Wi-Fi 6 al mondoLG ONE:QUICK, NUOVA GAMMA PER IL LAVORO DA REMOTOLucca Comics & Games 2021 - NUOVA EMISSIONE TICKETNokia 6310 disponibile in ItaliaHorizon Forbidden West - padroneggia nuove abilitàASUS presenta nuovi router Apex Legends: Escape - Trailer del GameplayAll Service Web di Nicola Sangiorgi : Soluzione completa per la tua ...
di Totore A. di lunedì 14 dicembre 2020

Come velocizzare Windows 10

Come velocizzare Windows 10

Vuoi che il tuo PC sia più veloce e reattivo? Ottimizza Windows 10 regolando ad hoc le sue impostazioni e opzioni per dedicare tutta la potenza del computer alle applicazioni.

Ci sono molti motivi per voler velocizzare Windows 10. Ad esempio se il tuo budget non ti permette di acquistare al momento un nuovo Computer e le prestazioni del tuo PC ti deludono un po', soprattutto se sei un utente di computer avanzati, creativo o appassionato di giochi d'azione 3D. Oppure - un'altra situazione comune - perché Windows e le sue applicazioni iniziano a rallentare nel tempo.

Soluzioni per velocizzare un PC Windows

Sia chiaro fin dall'inizio: il modo migliore per avere un PC veloce è agire sull'hardware, sostituendone alcune parti, quando possibile, perché per esempio i laptop sono molto limitati in termini di evoluzione su questo fronte.

Gli interventi più frequenti oggi sono la sostituzione dell'hard disk contenente Windows con un disco SSD (il guadagno di prestazioni sarà evidente). L'aggiunta di memoria RAM (ad esempio passare da 4 GB a 8 o 16 GB di Ram) e, su un PC desktop progettato per i giocatori, sostituendo la scheda grafica con un modello più recente o addirittura cambiando il processore con un chip più potente, quando la scheda madre lo consente. E per Internet, il passaggio alla fibra ottica, che migliora le velocità in ricezione ma anche in trasmissione (quando si inviano file di grandi dimensioni) rispetto all'ADSL.

Naturalmente, tutti questi aggiornamenti hanno un costo e non sono sempre possibili. Ma fortunatamente esistono modi semplici e gratuiti per ottimizzare Windows, utilizzando solo gli strumenti di sistema forniti da Microsoft. Il guadagno di prestazioni è certamente limitato, ma il consiglio è di applicare queste soluzioni prima di considerare di investire nell'acquisto di nuovi componenti.

Elimina tutto ciò che rallenta Windows

Se il tuo computer soffre di rallentamenti, prima di voler velocizzare Windows, prova a capire cosa lo sta rallentando.

  • Assicurati che Windows sia aggiornato
  • Controlla se è disponibile spazio sufficiente sul disco di Windows.
  • Libera spazio sul disco di Windows se necessario.
  • Elimina le applicazioni che non ti sono più utili.
  • Disabilita l'avvio automatico delle applicazioni all'avvio di Windows.
  • Deframmentare il disco rigido.
  • Identifica quale applicazione sta rallentando il tuo PC e forza la chiusura.
  • Migliora la portata Wi-Fi.
  • Esegui una scansione rapida o approfondita per virus e malware.

Utilizza la funzionalità Windows ReadyBoost per migliorare le prestazioni del PC

ReadyBoost è una funzionalità di Windows che consente di utilizzare un'unità USB o una scheda di memoria per migliorare le prestazioni del PC e, più specificamente, per velocizzare l'avvio di Windows e delle tue applicazioni preferite.

Anche una vecchia chiavetta USB di modesta capacità o una scheda di memoria stipata in un cassetto può essere utile: dovrebbe avere almeno 500 MB di spazio disponibile per ReadyBoost e non essere troppo "di fascia bassa". Windows, se la considera buona all'uso, memorizzerà lì le informazioni che normalmente conserva sul disco rigido, i cui tempi di accesso ai dati sono più lunghi.

Il trucco è particolarmente valido per i computer con poca RAM, ad esempio 2 GB di RAM.
Non ha alcun senso eseguire questa operazione su PC dotati di disco SSD, ovvero uno storage ultrarapido già composto da una memoria Flash paragonabile a quelle delle chiavette USB e delle memory card.

I supporti di memorizzazione rimovibili devono rimanere collegati per beneficiare continuamente dell'accelerazione.

Secondo Microsoft, una chiavetta USB o una memory card da 1 GB o 2 GB è più che sufficiente (se la sua capacità è molto maggiore, memorizza anche i tuoi dati o anche le applicazioni se la memory card non viene mai rimossa dal lettore).

Una scheda di memoria di tipo SD o microSD è preferibile a una chiavetta USB, perché non sporge dal computer una volta inserita nel suo lettore, quindi è meno probabile che venga danneggiata.
Una pennetta USB 3.0, se collegata a una porta USB 3.0 del PC, fornirà prestazioni migliori rispetto a una chiave USB 2.0. Altrimenti, andrà alla velocità USB 2.0.

Dopo queste considerazioni generali, vediamo come procedere.

  • Collega la chiavetta USB o inserisci la scheda di memoria nell'unità del computer.
  • Se Esplora file non si apre automaticamente, premere i tasti Windows + E per aprirlo.
  • Nella colonna di sinistra, fai clic con il pulsante destro del mouse sull'unità corrispondente alla chiavetta USB o alla scheda di memoria.
  • Dal menu contestuale, fare clic su Proprietà .
  • Nella finestra Proprietà, fare clic sulla scheda ReadyBoost.

Windows non ti permetterà di attivare ReadyBoost nel caso in cui ritenga che la funzione non migliorerebbe le prestazioni del computer.

Altrimenti potrai selezionare l'opzione per Dedicare il dispositivo a ReadyBoost, o semplicemente usare il dispositivo se desideri archiviare anche i tuoi documenti o applicazioni. Lascia che Windows definisca la memoria da dedicare a ReadyBoost e premi il pulsante OK .

Verificare la gestione automatica del file di paging di Windows

Il file di scambio è un file di grandi dimensioni nascosto sul disco di Windows, in cui il sistema memorizza temporaneamente i dati che non può conservare nella RAM a causa dello spazio insufficiente.

Per migliorare le prestazioni del sistemo operativo segui queste instruzioni:

  • Apri la casella di ricerca, nella parte inferiore sinistra dello schermo, digita avanzate, quindi fai clic su Mostra impostazioni di sistema avanzate (Pannello di controllo).
  • Nella scheda Impostazioni di sistema avanzate, nella sezione Prestazioni, premi il pulsante Impostazioni.
  • Nella finestra Opzioni prestazioni, fai clic sulla scheda Avanzate.
  • Nella sezione Prestazioni applicazione, verifica che la casella di controllo Regola per ottenere le migliori prestazioni per: Programmi sia selezionata.
  • Nella sezione Memoria virtuale, premi il pulsante Modifica .
    Seleziona la casella di controllo Gestione file di paging automatico per unità.
  • Conferma premendo il pulsante OK .
  • Riavvia il computer.

Disattiva gli effetti visivi di Windows 10

Gli effetti visivi rendono Windows 10 più piacevole da usare, ma spesso non sono essenziali e su computer meno potenti consumano risorse hardware che dovrebbero essere riservate alle applicazioni.

Per disattivare alcuni di essi.

  • Visualizza la finestra Opzioni sistema avanzate come visto sopra.
  • Nella scheda Effetti visivi, seleziona l'opzione Regola per ottenere le migliori prestazioni.
  • Tutti gli effetti visivi verranno quindi disabilitati.

Il consiglio: seleziona la casella smussa gli angoli dei caratteri sullo schermo, altrimenti la visualizzazione del testo in Windows potrebbe essere molto brutta.

Nei giorni seguenti, se un nuovo comportamento di Windows ti infastidisce, torna a queste impostazioni per vedere se non è un'opzione deselezionata. Puoi anche usare pulsante Applica che conferma la tua scelta mantenendo aperte le impostazioni, in modo da poter testare immediatamente gli effetti di un'opzione che selezioni o deselezioni.

Interrompi la sincronizzazione automatica di OneDrive in Windows 10

Microsoft ti spinge sempre di più ad archiviare i tuoi file su Internet, nel cloud, nel tuo spazio di archiviazione online di OneDrive. Hai in questo modo la possibilità di accedere ai tuoi file da qualsiasi dispositivo (un altro PC, smartphone, tablet, Mac, ecc.), Un'opzione che è tanto più preziosa se il computer su cui hai creato i tuoi documenti si rompe o si perde.

La sincronizzazione delle cartelle del PC con OneDrive, tuttavia, può rallentare il computer e l'accesso a Internet. Se non vuoi semplicemente archiviare i tuoi dati online, basta eseguirne il backup su un'unità esterna con gli strumenti di backup forniti da Windows .

Interrompi temporaneamente la sincronizzazione di OneDrive.

  • In basso a destra dello schermo, fai clic se necessario su Mostra icone nascoste, fai clic sull'iconaOnedrive.
  • Fare clic sul pulsante Altro e quindi sull'opzione di menu Interrompi sincronizzazione .
  • Scegli una durata di 2 ore, 8 ore o 24 ore.


Se è il sovraccarico della connessione Internet a causare un problema, lascia attivo OneDrive ma regola la larghezza di banda di rete ad esso dedicata.

  • Vai su Impostazioni Ondrive, sulla scheda rete, modifica le opzioni per l'upload.
  • Stabilisci, ad esempio, una limitazione,che deve essere maggiore o uguale a 50 KB/s.
  • In ADSL, essendo la velocità di trasmissione limitata a 1 Mbit/s (quindi 125 Kb/s), può essere utile limitare la velocità di upload se si lavora su file di grandi dimensioni.

Troppo complicato per te? Fidati dell'opzione Regola automaticamente, l'app OneDrive scambierà i file solo quando nessun'altra app sul tuo PC sta usando Internet.

Disattiva completamente la sincronizzazione di OneDrive

  • Fai clic sul pulsante Altro di OneDrive, quindi fai clic su Impostazioni .
  • Fai clic sulla scheda Account, quindi fai clic sul testo Rimuovi collegamento a questo PC.

La finestra di dialogo di conferma ti dice che quando la sincronizzazione si interrompe, i file archiviati su questo PC, nella tua cartella OneDrive locale, rimarranno disponibili. D'altra parte, i file che erano visibili nella tua cartella locale, ma che erano archiviati solo su Internet non saranno più accessibili (senza essere cancellati dal tuo spazio di archiviazione online, non preoccuparti).

Concentrati sulle prestazioni piuttosto che sulla durata della batteria di un laptop

Forse non lo sapevi, il tuo laptop rallenta quando non è collegato alla presa elettreca. I produttori di pc portatili spesso regolano le prestazioni di Windows a seconda che il computer funzioni o meno con la batteria. Quando lo usi in modalità wireless, per aumentare la durata della batteria, la velocità del processore si riduce un po', alcuni elementi come il disco rigido entrano in modalità di sospensione più velocemente e dovresti aver notato che anche la luminosità dello schermo si abbassa.

Se sei soddisfatto delle prestazioni della tuo notebook quando lavori a batteria, non è necessario toccare queste opzioni.

Se il tuo PC portatile è collegato all'alimentazione CA, Windows di solito fornisce la massima potenza.
Se il tuo laptop non è collegato alla rete elettrica, puoi comunque chiedere prestazioni elevate, anche se questo significa perdere autonomia.

  • Fai clic nell'area di notifica in basso a destra dello schermo per visualizzare le opzioni di alimentazione del PC portatile.
  • Variano da computer a computer, ma un'opzione esplicita ti dice se sei in modalità di risparmio energetico o ad alte prestazioni.
  • Le opzioni di alimentazione vengono visualizzate anche tramite il menu Start> Impostazioni> Sistema> Alimentazione e sospensione e, a destra della finestra, facendo clic sul collegamento Impostazioni di alimentazione aggiuntive.

È possibile passare da una modalità all'altra, o anche modificare le impostazioni della modalità per intervenire in modo più preciso sulle opzioni di alimentazione.

Anche su un computer desktop che è sempre collegato alla rete, sono previste opzioni di alimentazione, ad esempio per mettere lo schermo e l'hard disk in sleep più o meno velocemente quando il PC non è in uso. Verifica che diano la priorità alle prestazioni se questo è il tuo desiderio. Le strategie di gestione dell'alimentazione sono talvolta fornite dal produttore per garantire prestazioni migliori, a scapito del consumo energetico.

Controlla le installazioni di applicazioni ed estensioni

Accelerare Windows significa anche intraprendere azioni preventive, in particolare evitando di appesantire il PC con software non necessario o indesiderato.

Rifiuta l'installazione di programmi aggiuntivi
Quando installi applicazioni gratuite sul tuo computer, alcuni installano con loro del software aggiuntivo che spesso non ti serve e che può rallentare il PC e recuperare informazioni private su di te.

Per capire meglio cosa scarichi e installi sul tuo PC:

  • Scarica le tue app dal sito web dell'editore o da un sito affidabile.
  • Assicurati di fare clic sul pulsante di Download "giusto" fornito dal sito per l'applicazione e non su un pulsante Scarica/Download "annuncio" che installerà un programma completamente diverso. In alcuni siti, la confusione viene volutamente mantenuta per incentivare i click.

A meno che tu non abbia una buona conoscenza dell'applicazione gratuita o non abbia piena fiducia nel suo editore, non accettare un'installazione consigliata, preferisci sempre un'installazione personalizzata, che ti consente di vedere ogni passaggio e opzione fornita dall'installazione.

Leggi attentamente ogni schermata della procedura guidata di installazione dell'applicazione, alcuni a volte ti dicono che verrà installato anche altro software. C'è poi quasi sempre una casella di spunta o un link (poco visibile) per non installarli.

Disabilita o disinstalla le estensioni del browser

I browser Web come Chrome, Edge, Firefox o Opera consumano risorse (RAM, processore, ecc.), A maggior ragione se si aprono molte schede e molte pagine Web contemporaneamente.

Se hai installato estensioni, componenti aggiuntivi o qualunque sia il loro nome nel tuo browser, controlla se sono ancora utili per te, poiché anch'essi possono rallentare l'avvio del browser e il funzionamento. Hai la possibilità di disabilitarli, ma la soluzione migliore è disinstallarli se non li usi affatto.

Nel browser Google Chrome, ad esempio, fai clic in alto a destra sul menu, poi su Altri strumenti e poi su Estensioni .

L'interruttore blu, in basso a destra nel foglio, consente di disattivarle. Oppure premi il pulsante Rimuovi per disinstallarla.

Disattiva le app in esecuzione in background

Windows è in grado di lanciare due principali tipologie di applicazioni: quelle che scarichi dal Microsoft Store (l'app store per Windows, come esistono sugli smartphone di Apple su App Store e di Google su Android Play Store) e tutte le altre applicazioni che Microsoft chiama applicazioni desktop e che scarichi, ad esempio, da un sito web.

Windows 10 ti consente di scegliere quali app di Windows Store installate sul tuo computer potranno o non potranno essere eseguite in background, cioè quando non le usi (le app desktop lo fanno senza il tuo consenso). Possono inviare o ricevere informazioni, emettere una notifica, aggiornarsi ecc.

È possibile ritirare il permesso a queste applicazioni di operare in background.

  • Per visualizzare un elenco di app di Windows Store eseguite in background sul PC, fai clic sul menu Start, quindi su Impostazioni .
  • Clicca sull'icona Privacy.
  • Nella colonna di sinistra, scorri le opzioni per selezionare Applicazioni in background.
  • In Consenti l'esecuzione delle applicazioni in background, lasciare l'interruttore su On (posizione blu). Si sconsiglia di disabilitare l'opzione per tutte le applicazioni.
  • Invece, interveni su alcuni scorrendo l'elenco.

Se vedi un'app nell'elenco che non sembra fondamentale per l'aggiornamento in background, fai clic sull'interruttore per disattivarla.

In caso di dubbio, lascia l'interruttore acceso o cerca su Google o Bing per scoprire cosa fa questa applicazione.

Altre News per: comevelocizzarewindows