Maneater: Ray-Tracing, 4K HDR 60 FPS per Xbox SX e PS5Fallen Legion Revenants a febbraio su ps4 e switchOttimo l'esordio di Enrico Brignano con la prima puntata di Un'ora ...L’importanza della sicurezza informatica per il mondo del gioco onlineXiaomi: in arrivo un nuovo Mi Store a SalernoCall of Duty: Modern Warfare |Nuovi Operatori nella Stagione 6Red Dead Online: Orsi Leggendari avvistati vicino ai fiumi!Jolanda De Rienzo di Sportitalia mostra un lato B da urloAl Grande Fratello Vip è passione tra Elisabetta Gregoraci e ...Ecco il cane più felice del mondo : Uni ha un sorriso contagiosoIl quiz matematico che spopola sul web: Ecco la risposta, riesci a ...Elisabetta Canalis nuda in piscina fa impazzire Instagram (FOTO)Microsoft apre ai pre-order di Xbox Series X Series SDuplice omicidio a Lecce : uccisi l'arbitro Daniele De Santis e una ...Come sta Michael Schumacher? Il suo è uno stato vegetativo ...
di

I cinque deputati col bonus partita Iva da 600 euro

I cinque deputati col bonus partita Iva da 600 euro

Lo stipendio netto di 12.439 euro guadagnato ogni mese non è stato sufficiente. Non sono neppure i privilegi e i vantaggi storicamente di cui godono i parlamentari della Repubblica, dalle agevolazioni bancarie alla possibilità di viaggiare gratuitamente, qualunque sia il mezzo scelto - treno, aereo o nave - a scapito della contribuente. Troppo poco o comunque non abbastanza per i "furbetti" di Montecitorio.


Nell'introduzione va detto che non c'è reato e non c'è irregolarità. Tuttavia, la notizia, fornita dalla Direzione Centrale Antifrode, Anticorruzione e Trasparenza dell'INPS (sezione dell'ente previdenziale ricercata da Pasquale Tridico), di cinque deputati eletti a Montecitorio che, nei mesi della serrata, ha chiesto ed ottenuto il bonus di 600 euro (divenuto poi 1000 euro) messo a disposizione dal governo per sostenere il reddito dei lavoratori autonomi e partita iva.


L'INPS ha riferito su questo episodio, precisando anche che il bonus è stato effettivamente incassato e non solo richiesto. Una storia che non presenta alcun aspetto irregolare, ma che fa riflettere, soprattutto da un punto di vista etico: la politica - che aveva compiuto un gesto importante, incontrando negli ultimi mesi alcune categorie di italiani in difficoltà  - non si possono sfruttare in questo modo le risorse messe a disposizione dei cittadini che hanno affrontato momenti davvero complessi durante questo blocco.


I parlamentari hanno sempre lavorato e mantenuto inalterate le loro condizioni durante l'emergenza. Per questo ci fa riflettere la richiesta del bonus di 600 €. Oltre ai 5 parlamentari, lo stesso ufficio INES ha segnalato anche un noto conduttore televisivo (che però non fa parte di un'istituzione). La notizia è stata riportata questa mattina dal quotidiano La Repubblica: ovviamente l'INPS non ha reso noti i nomi dei deputati che hanno richiesto e ottenuto il bonus coronavirus.


La notizia dei cinque che hanno richiesto e ricevuto il bonus coronavirus ha riacceso gli animi di chi aveva denunciato i privilegi di casta. E sebbene in questo caso non sia proprio un "privilegio di casta", ma una misura per tutti i cittadini, nessuna critica è stata risparmiata.

zazoom