Miky Falcicchio annuncia una grossa novità per Fatti per il SuccessoDurante l'emergenza Covid è raddoppiata la mortalità per l'infartoViviana Parisi è stata ammazzata : Adesso si teme per il piccolo ...I cinque deputati col bonus partita Iva da 600 euroTrovato il corpo di Viviana Parisi : Nessuna traccia del piccolo ...Crash Bandicoot 4: It’s About Time svelato allo State of PlayFerrari Hublot Esports Series, al via le iscrizioniGTA Online – aggiornamento in arrivoPuglia, corso Operatore della Ristorazione con indennità di frequenza ...Un abuso di potere : Paolo Becchi contro Giuseppe ConteRocco Casalino e quel bacio a Gabriele Rossi...Vittorio Feltri a Parenzo e Telese : Complimenti, leccate benissimo ...Lo stipendio del vicesindaco di Ferrara pignorato dall'Agenzia delle ...Evacuata Val Ferret : Allerta ghiacciaio, per esperti rischio di ...Street Fighter V: Champion Edition – Nuovi personaggi
di

Il MES è un debito, non è lo strumento adatto ad affrontare la crisi

Il MES è un debito, non è lo strumento adatto ad affrontare la crisi

“Il MES ha delle condizionalità intrinseche, non d’accesso ma d’uscita. Nella sua versione classica altro non è che una cessione di sovranità nei confronti dell’Europa da parte di quegli Stati che si trovano in difficoltà. Con condizioni chiare: la Commissione Europea potrà decidere in corso d’opera di applicare quello che prevede l'articolo 136 del Trattato di Funzionamento dell'UE che a proposito del MES parla di ‘rigorose condizionalità’ senza dimenticare che rimane in pieno vigore il c.d. ‘two pack’ ovvero il rafforzamento della sorveglianza economica e di bilancio da parte della Commissione sugli Stati Membri in odore di ‘instabilità finanziaria’ e che impone gli stessi riforme e austerity per prevenire disavanzi eccessivi e scostamenti dalle regole di bilancio.  

Lo strumento presenta poi un altro problema: accedere a un fondo salva stati significa dire al mondo intero che stiamo fallendo con conseguenze irrimediabili: spread alle stelle, stop agli acquisti ai titoli di stato e poi default. Non si tratta di essere ideologici, il MES è un debito e offre risorse del tutto insufficienti alla crisi che dovremmo affrontare.

Il Governo ha brillantemente ottenuto il recovery fund: un piano da 750 miliardi di contributi a fondo perduto e prestiti comunitari proposto dalla Commissione Europea; la sua portata e la sua concezione di fondo, costituirebbe un supporto importante che permetterà il rilancio del nostro Paese e della Sanità pubblica lombarda. Che ne ha bisogno”, così Dino Alberti, consigliere regionale del M5S Lombardia, motiva il no del M5S Lombardia alla mozione “Utilizzo della linea finanziaria europea al fine di contrastare la crisi pandemica da COVID-19 sul territorio regionale”.

zazoom