Il MES è un debito, non è lo strumento adatto ad affrontare la crisi5 cose da sapere sulla cannabis lightUna Vita news, settimana 11 - 17 luglio: Antonito riceverà una ...Uccisa sulle strisce pedonali a 9 anni : Il pirata della strada si è ...Wiko View 4 Lite nelle varianti Deep Blue e Deep GoldMICHELLE HUNZIKER CON L’AMICO ROVAZZI SCIVOLA IN AQUAFANNASTRI 2020 : STASERA SERATA DEDICATA A ENNIO MORRICONEIMU 2020: quali comuni hanno prorogato la scadenza?Riso Bomba: l’ingrediente base per la paella ValencianaModa, il futuro passa dall’Ecomm Fashion: il 7 luglio 1.500 brand ...E' morto a 91 anni Ennio Morricone : Le più belle colonne sonore del ...Richieste di preventivi: trovare clienti online con un semplice clickTemptation Island, Flavio e Nunzia : E' la prima volta che siamo ...Coronavirus : positiva la fidanzata del figlio di Donald TrumpStrappata alla mamma rischia l’affidamento a un’altra famiglia : ...
di

“Chiamatemi Anna” Una serie da vedere

“Chiamatemi Anna” Una serie da vedere

Finalmente trovo un po’ di tempo per scrivere un articolo per la nostra Macedonia, con il quale vi parlerò della serie tv “Chiamatemi Anna”.

Ho scelto di dedicare finalmente lo spazio ad un prodotto televisivo che ho adorato dall’inizio alla fine, e che è disponibile su Netflix in tutta la sua interezza ( sono tre stagioni totali), anche se il web sta insorgendo per poter avere una quarta stagione o un film per concludere le vicende tramite alcune petizioni su change.org .

Ma perchè questa serie è così amata dai propri fan? E perchè a mio parere ” Chiamatemi Anna” dovrebbe essere vista da quante più persone possibili, soprattutto i ragazzi? Vi spiegherò tutto qua sotto, con calma e partendo da un’introduzione della trama.

Chiamatemi Anna di base non è altro che la trasposizione televisiva ( una delle tante) dei celebri romanzi dal titolo “Anna dai capelli rossi” di  Lucy Maud Montgomery, di cui potete trovare la nostra recensione del primo libro qui .

La storia quindi si incentra su Anna Shirley, una bambina vivace e sognatrice rimasta orfana dei genitori, e costretta a vivere in un orfanotrofio fino a quando i fratelli Marilla e Matthew Cuthbert non decidono di adottarla, anche se in realtà le loro reali intenzioni erano quelle di adottare un maschio in modo da poter mandare avanti la fattoria. Ma dopo un turbolento periodo iniziale, i due si affezioneranno alla bambina e decideranno di tenerla con loro, anche perchè nonostante sia una femmina ( e che quindi per i preconcetti in cui è ambientata la serie non possa fare altro se non la casalinga), aiuterà i due genitori adottivi nella gestione della fattoria.

Inoltre inizierà a frequentare la scuola, rivelandosi una persona molto intelligente e studiosa, tanto da entrare in competizione con Gilbert, il ragazzo più intelligente della scuola. Da questo momento si avrà modo di vivere le varie vicende di Anna, dall’amicizia ai primi amori, ma anche a vivere vicende tristi e dolorose.

Ma se è semplicemente un nuovo adattamento di un prodotto usato in tutte le salse( libri, film, cartoni, miniserie), perchè “Chiamatemi Anna” è così apprezzato sia dai fan che dalla critica?

Leggi su illabirintodeilibri
zazoom