Il MES è un debito, non è lo strumento adatto ad affrontare la crisi5 cose da sapere sulla cannabis lightUna Vita news, settimana 11 - 17 luglio: Antonito riceverà una ...Uccisa sulle strisce pedonali a 9 anni : Il pirata della strada si è ...Wiko View 4 Lite nelle varianti Deep Blue e Deep GoldMICHELLE HUNZIKER CON L’AMICO ROVAZZI SCIVOLA IN AQUAFANNASTRI 2020 : STASERA SERATA DEDICATA A ENNIO MORRICONEIMU 2020: quali comuni hanno prorogato la scadenza?Riso Bomba: l’ingrediente base per la paella ValencianaModa, il futuro passa dall’Ecomm Fashion: il 7 luglio 1.500 brand ...E' morto a 91 anni Ennio Morricone : Le più belle colonne sonore del ...Richieste di preventivi: trovare clienti online con un semplice clickTemptation Island, Flavio e Nunzia : E' la prima volta che siamo ...Coronavirus : positiva la fidanzata del figlio di Donald TrumpStrappata alla mamma rischia l’affidamento a un’altra famiglia : ...
di

Coranvirus, allarme in Calabria : L’incubo non è finito

Coranvirus, allarme in Calabria : L’incubo non è finito

Coronavirus, allarme a Palmi, comune calabrese. Uno scoppio di contagio nei distretti di Pietrenere, Tonnara e Scina e ha spinto le autorità ad attuare una serie di misure. La governatrice della Calabria, Jole Santelli, ha fatto notizia con il decreto con il quale ha anticipato l'apertura di bar e ristoranti prima dei decreti del governo, adesso ha ordinato la mini "zona rossa".

È in questi tre distretti della costa di Palmi che sono stati trovati gli 8 casi positivi di Cornavirus. Il blocco è in vigore dalle 14:00 di oggi e fino alle 14:00 del 26 giugno. Tra le persone positive, 2 sono tornate in Calabria, provenienti da altre regioni. "La Regione Calabria ha pubblicato un'ordinanza relativa alla nostra città. Ciò prevede la limitazione dei viaggi nella regione di Tonnara per un breve periodo, dalle 00:00 di domani lunedì 22 e fino alle 14:00 di venerdì 26, salvo apertura anticipata se esistono le condizioni ".

E’ quanto annuncia via Facebook Giuseppe Ranuccio, sindaco di Palmi, località in provincia di Reggio Calabria :”Nel corso della concertazione con la Regione Calabria e tutte le autorità competenti – si legge nel post – siamo riusciti a scongiurare una chiusura della città e una chiusura prolungata dell’area costiera. Quattro giorni dunque, per tutelare sia la salute sia la stagione estiva, oltre che per essere certi di ripartire in totale sicurezza”.

Poi riprende: “Questo tempo servirà inoltre per effettuare una capillare campagna di screening, nel corso della quale saranno effettuati tutti i tamponi necessari, che ci consentirà di avere un’effettiva contezza della situazione. Durante i fitti colloqui tenuti con i vertici della Regione Calabria e delle autorità competenti – prosegue il sindaco – abbiamo concordato le modalità per tenere in debita considerazione le diverse esigenze della nostra città, contemperando le necessità sanitarie ed economiche”.

Quindi conclude: “Si tratta di una misura che mira a conciliare i diversi interessi in gioco, perché da un lato tutela la salute con uno screening che ci consentirà di avere a breve un quadro reale della situazione, mentre dall’altro costituisce un sacrificio di qualche giorno che ci permetterà poi di ripartire e vivere al meglio e in totale sicurezza tutto il resto della stagione estiva appena iniziata”. Infine, conclude il post, “rinnoviamo l’appello ad un comportamento sempre rispettoso delle regole, per il bene della collettività e della nostra città. Con l’impegno di tutti e senso di responsabilità ne usciremo presto e più forti di prima”.

zazoom