Mi color favorito... Wanda Nara ha fatto impazzire i fan con uno ...Ilary Blasi lancia il costume dell'estate... bellissimaPicchiato per uno sguardo di troppo : Denunciato 20enne a NapoliLa splendida Jada Pinkett confessa una relazione al marito Will SmithGiulia Montanarini mamma a 44 anni : benvenuta alla piccola AliceGli amici dei ragazzi morti a Terni : Ci hanno impedito di chiamare ...GTA Online: Settimana dei pilotiAcquista GeForce RTX e avrai DEATH STRANDINGThronebreaker è su Apple StoreCatania, durante una lite butta dalla finestra e uccide il cane del ...Anticipazioni Daydreamer domani 10 luglio: Sanem conosce PolenTragedia mare: dopo un' immersione muore il 65enne Giovanni ZampardiHa defecato nel nostro letto : L’accusa di Johnny Depp all’ex Amber ...Consulenza sicurezza sul lavoro: in cosa consiste e perché è ...Xiaomi Mi TV 4S 65” arriva in Italia
di

Epidemiologo contro Italia e Spagna: Altro che Cina, il contagio è arrivato da loro

Epidemiologo

"Eravamo preoccupati per la Cina e altri paesi asiatici, compresi gli Stati Uniti, anche se è chiaro che c'erano centinaia, se non migliaia, di persone infette che venivano dall'Italia e dalla Spagna". Questo è l'epidemiologo inglese Neil Ferguson, un luminare dell'Imperial College di Londra, diventato famoso nel Regno Unito per essersi dimesso dalla carica di consigliere del governo di Londra dopo aver violato le regole di chiusura per incontrare l'amante. Tuttavia, parlando alla House of Lords, ha fatto dure accuse a Roma e Madrid, secondo i rapporti di Evening Standard. Secondo l'esperto, quindi, se il suo paese è stato colpito così duramente dalla pandemia, diventando il quarto al mondo per numero di infezioni, è "dovuto" alla Spagna e all'Italia dove, tra la fine di febbraio e l'inizio Marzo è arrivato il primo infetto. "Questo è uno dei motivi per cui abbiamo una delle più grandi epidemie in Europa."

Ciò spiegherebbe, secondo il professore "perché le cifre della mortalità erano più elevate di quanto ci aspettassimo", raggiungendo 50.000 vittime in questo momento. "Tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo, ha aggiunto, centinaia, se non migliaia, di persone infette sono entrate nel Regno Unito dalla Spagna, e in parte dall'Italia, prima che fosse istituito un sistema di sorveglianza". Pertanto, la mancanza di controllo avrebbe contribuito all'improvvisa diffusione del virus. Guardando al futuro, Ferguson ha dichiarato: "Abbiamo ridotto la trasmissione dell'80%". E sebbene il Paese stia facendo piccoli passi nella fase 2 dell'emergenza, rimane il secondo al mondo in termini di numero di morti, dopo gli Stati Uniti, mentre quelli infetti hanno raggiunto 279.392.

Tuttavia, sul bilancio delle vittime, Ferguson non era molto chiaro. L'epidemiologo, infatti, era stato determinante nel convincere Boris Johnson a imporre il blocco. Senza le chiusure, prevedeva, ci sarebbero stati mezzo milione di morti. Bloccando tutto, il professore predisse invece un danno "limitato" a ventimila vittime. Ma ora i conti non tornano, perché le morti sono molto di più. E Ferguson sta probabilmente cercando di trovare capri espiatori necessariamente oltre i confini nazionali per una situazione che ha messo sotto pressione il sistema sanitario e ha perso troppe vite.

zazoom