Gatto arrostito in strada, rilasciato immigrato : l'avevo trovato già ...Milano : bimbo di 5 anni muore soffocato da una briocheIl Coronavirus ha aumentato impazzimento generaleGeForce NOW: molte altre novità questa settimanaWiko: consigli dalla style coach iAiA per scatti ‘in due pezzi’ da ...Bollettino Coronavirus, Casertano: 79 positivi, chiusa aziendaFallout 76 Nuovo Aggiornamento DisponibileLG TONE FREE TRUE WIRELESS ARRIVANO IN ITALIAUn cret*no! Il leader della Lega Salvini contro Zingaretti del PdPagamenti in contanti: da oggi in arrivo multe salatissimeSchifoso! immigrato uccide un gatto e lo cucina per strada, il VideoLUNA E’ IL NUOVO SINGOLO DI FABEnzo Salvi aggredito brutalmente : Ha tirato sassi al mio pappagallo, ...Review Party “La grazia dei re” di Ken LiuCinema : Perdita di oltre 25 milioni di spettatori
di

Le bevande al cacao potrebbero migliorare l'arteriopatia periferica degli arti inferiori

Le bevande al cacao potrebbero migliorare l'arteriopatia periferica degli arti inferiori

In futuro, secondo un nuovo studio, i medici potrebbero prescrivere cioccolato o cacao ai pazienti con arteriopatia periferica degli arti inferiori, per migliorare la loro attività motoria. 


Lo studio pubblicato, sul numero di febbraio 2020, della rivista Circulation Research dell'American Heart Association (AHA), mette in evidenza il netto miglioramento della distanza percorsa dai pazienti dopo il consumo regolare di cacao.


L'arteriopatia periferica degli arti inferiori (PAD),è una condizione clinica caratterizzata da un ridotto flusso sanguigno, nel mondo colpisce oltre 8 milioni di persone adulte con almeno 40 anni. La persona con arteriopatia periferica degli arti inferiori ha difficoltà a camminare, dolore, crampi, pesantezza e debolezza dei muscoli degli arti inferiori.


I ricercatori hanno rivolto la loro attenzione sui mitocondri presenti nelle fibre muscolari degli arti inferiori che sarebbero danneggiati, probabilmente a causa di un flusso sanguigno ridotto. I mitocondri sono la parte della cellula che brucia in modo controllato le molecole di cibo per poi rilasciare energia. Il loro livello di attività è associato alla capacità motoria.


Lo studio è stato condotto su 44 pazienti PAD con età superiore ai 60 anni. In modo casuale la metà di loro è stata assegnata ad una bevanda contenente cacao ricco di flavanoli (15 g di cacao e 75 mg di epicatechina). È stata considerata la comune polvere di cacao non zuccherata ad alto contenuto di epicatechina. La bevanda è stata consumata tre volte al giorno per sei mesi. Il secondo gruppo è stato assegnato ad una bevanda non contenente cacao o flavanoli.


I partecipanti sono stati sottoposti al test motorio, consistente in una camminata da 6 minuti e ad un test sul tapis roulant, all'inizio dello studio e dopo sei mesi. I test sono stati ripetuti a 2,5 ore e a 24 ore dall'assunzione della bevanda. La risonanza magnetica (MRI) è stata utilizzata per misurare il flusso sanguigno degli arti inferiori. Nei partecipanti che hanno dato il consenso è stata prelevata una biopsia muscolare del polpaccio al fine di valutare lo stato di salute del muscolo.


I ricercatori hanno scoperto che i pazienti assegnati alla bevanda con cacao a 2,5 ore dal consumo, percorrevano in media 43 metri in più nell'ultimo giorno della ricerca, rispetto ai metri percorsi all'inizio dello studio. Il flusso sanguigno dei polpacci era migliorato così come la funzione muscolare. I mitocondri erano più attivi, i muscoli presentavano una maggiore densità capillare e la struttura muscolare era più sana.

I partecipanti del secondo gruppo che assumevano il placebo, percorrevano nella stessa situazione solo 24 metri in più. L'attività di un profilo non trattato di PAD in cui le persone tendono a camminare meno con il trascorrere del tempo.


I ricercatori hanno osservato una mancanza dell'effetto tempo sull'attività fisica svolta al tapis roulant. Tuttavia, questa misurazione è di minore importanza rispetto alla capacità di svolgere le attività quotidiane dei pazienti con PAD. L'attività fisica svolta sul tapis roulant e il test della camminata di 6 minuti sono diversi, solo quest'ultimo, infatti misura l'effettiva attività che viene svolta nella vita quotidiana, importante ai fini della terapia.


La ricercatrice Mary McDermott ha dichiarato, ''i risultati sono molto importanti poichè le terapie disponibili per migliorare la difficoltà motoria delle persone con PAD sono limitate''. La migliore attività mitocondriale e la migliore salute muscolare del polpaccio potrebbero essere dovuti all'azione dell'epicatechina, uno dei principali componenti flavanoli del cacao che si trova a livelli più elevati nel cioccolato fondente con l'85% di cacao rispetto al cioccolato al latte. Probabilmente le normali barrette di cioccolato non producono questo effetto a causa del basso contenuto di epicatechina.

I flavanoli,altre catechine e le procianidine sono presenti in alte quantità nell'uva, nel vino rosso e nel tè. Tuttavia, i semi di cacao sono una fonte importante di flavanoli.

Naomi Hamburg, esperta di arteriopatia periferica degli arti inferiori (PAD) ha dichiato, ''la mancanza di afflusso di sangue ai muscoli del polpaccio è responsabile delle lesioni associate alla PAD. I pazienti con PAD hanno difficoltà a camminare, tanto quanto le persone con insufficienza cardiaca avanzata. In questo studio, il cacao sembra proteggere i muscoli e migliorare il metabolismo''.


Lo studio però ha dei limiti per via delle dimensioni ridotte del campione, delnumero diverso di partecipanti in ogni gruppo in termini di sesso, indice di massa corporea e etnia. Inoltre, anche il modello di dieta in ogni gruppo era sconosciuto, è questo ha reso difficile misurare il consumo complessivo dei componenti dietetici. ''Se i nostri risultati verranno confermati da ricerche più ampie, il cacao,potrebbe portarea dei miglioramenti significativi della muscolatura del polpaccio, flusso sanguigno e aumentare i metri percorsi dai pazienti con PAD'' ha spiegato McDermott.

zazoom