La sardina Jasmine Cristallo: Italiani il popolo più ignorante ...Feltri torna in tv dopo le offese ai meridionali e attacca Conte e la ...Mi manca tanto papà Le parole della piccola figlia di George FloydTutti positivi al Coronavirus : Famiglia italiana rientra a Roma ...Matteo Salvini in Campania il 5 giugno sul luogo dov'è morto Pasquale ...Uccise il figlio di un anno : 20 anni a Niccolò PatriarchiEpidemiologo contro Italia e Spagna: Altro che Cina, il contagio è ...Ecco come avere una cucina professionale a casaKONAMI E UKUZA LANCIANO IL PLATFORM 2D SKELATTACKIl latte d'avena è senza glutine?Ho fame : Pensionata chiama i poliziotti che arrivano e le preparano ...Alberto Zangrillo : Il coronavirus non esiste piùA Striscia la notizia Eleonora sei normale di Igor NogarottoLa piccola Evelyn scomparsa durante una passeggiata : Salvata dal ...Zinco: proprietà e benefici per la salute
di

IL TAR DEL LAZIO CONFERMA LA SOSPENSIVA A PANZIRONI

IL TAR DEL LAZIO CONFERMA LA SOSPENSIVA A PANZIRONI

Il 14 aprile scorso l’Autorità Garante delle Comunicazioni aveva sospeso per sei mesi del programma Il Cerca Salute di Panzironi. Il Garante aveva deciso “la sospensione per un periodo di sei mesi dell’attività di diffusione dei contenuti da parte dei servizi di media audiovisivi sul canale 880 SAT e sul canale 61 DTT.

COMUNICATO STAMPA - Nell’adunanza TAR del 11 maggio 2020, la Terza Sezione Ter, Presidente Luca De Gennaro, ha pronunciato l’ Ordinanza sul ricorso n. 2635 del 2020 Italian Broadcasting SRL, legale rappresentante Adriano Panzironi , contro l’Atto di contestazione AGCOM relativamente al divieto di diffusione del programma “Il Cerca Salute” in quanto “i contenuti, commerciali e non, potenzialmente suscettibili di porre in pericolo la salute degli utenti” . Detto programma viene trasmesso anche da numerose emittenti televisive locali diffidate da AGCOM a pesanti sanzioni con inaudita costosa procedura investigativa mai registrata nel settore quando minaccia la sospensione/revoca della licenza FSMA. Il Ministero della Salute non si è costituito in giudizio. Evidentemente ha giudicato inconsistenti le motivazioni AGCOM quanto parla di possibili danni alla salute dei cittadini provocata dal Cerca Salute. Il Tar, esaminati gli atti, ha confermato la sospensiva del provvedimento AGCOM fino alla data del giudizio di merito programmato per il 28 settembre 2020. Il Presidente della REA, Antonio Diomede, ha dichiarato “ .... In un terribile momento di crisi del settore per l’azzeramento della pubblicità da coronavirus, l’azione AGCOM è sconsiderata per il sostegno all’occupazione. Poi non si comprende lo sproporzionato accanimento sanzionatorio nei riguardi delle emittenti nonostante abbiano in via cautelativa sospeso il programma Cerca Salute. Sono i soliti misteri delle Autorità così dette indipendenti”

zazoom