Ecco come avere una cucina professionale a casaKONAMI E UKUZA LANCIANO IL PLATFORM 2D SKELATTACKIl latte d'avena è senza glutine?Ho fame : Pensionata chiama i poliziotti che arrivano e le preparano ...Alberto Zangrillo : Il coronavirus non esiste piùA Striscia la notizia Eleonora sei normale di Igor NogarottoLa piccola Evelyn scomparsa durante una passeggiata : Salvata dal ...Zinco: proprietà e benefici per la salute Addio l'autocertificazione : Da Mercoledì 3 giugno via libera agli ...Migliaia Gilet Arancioni nelle piazze: Vogliamo un governo votato dal ...Belen Rodriguez dolcissima e al naturale nel scatto con il neonatoAll'ultimo cinguettio... Trump contro Twitter, chi vincerà?Lady Gaga in lacrime per l'uscita del nuovo albumGTA Online: tributo alla Weeny IssiRiapertura regioni, Zaia dice si ai lombardi: “nessuno può uscirne ...
di

Coronavirus : Test immunità in arrivo tra pochi giorni

Coronavirus

Entro pochi giorni, deve essere approvata la convalida dei test che possono confermare l'immunità al coronavirus. Lo ha detto Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore della sanità, che ha rilasciato un'intervista all'agenzia di stampa Ansa. Secondo quanto riferito, le risposte saranno "in pochissimo tempo" e "in pochi giorni" i test sierologici avranno il via libera per l'uso su larga scala nei campioni di popolazione.

Locatelli ha spiegato in dettaglio come verrà effettuata questa validazione del test: “Deve essere basato su 4 criteri e deve essere test con un valore nazionale, in modo che non vi siano rischi di discrepanza tra le diverse regioni. Stiamo lavorando duramente e la risposta alle convalide verrà effettuata in breve tempo, tra pochi giorni. " 

Successivamente, l'esperto ha illustrato quali saranno questi 4 criteri fondamentali. Ecco la sua spiegazione. "Prima di tutto, dovrà essere un test, o più test, che deve avere un'alta sensibilità e specificità, per evitare risultati falsi positivi o falsi negativi. Il secondo criterio è che i test devono essere eseguiti in breve tempo, con un breve periodo di tempo dal momento della raccolta al momento in cui è possibile ottenere il risultato. Il terzo criterio è che possono essere applicati a livello nazionale e non essere limitati alla capacità di alcuni laboratori ", ha aggiunto Locatelli.

Il presidente del Consiglio superiore della sanità ha concluso: “Il quarto criterio è che si tratta di test facili da applicare e da eseguire da parte del personale sanitario. Un altro elemento fondamentale è che i test sierologici che verranno validati dovranno essere test con un valore nazionale, solo per evitare di creare disparità o differenze interpretative tra le regioni. " Tutto ciò che rimane è aspettare ancora qualche giorno per ottenere maggiori informazioni.

zazoom