Jolanda De Rienzo di Sportitalia mostra un lato B da urloAl Grande Fratello Vip è passione tra Elisabetta Gregoraci e ...Ecco il cane più felice del mondo : Uni ha un sorriso contagiosoIl quiz matematico che spopola sul web: Ecco la risposta, riesci a ...Elisabetta Canalis nuda in piscina fa impazzire Instagram (FOTO)Microsoft apre ai pre-order di Xbox Series X Series SDuplice omicidio a Lecce : uccisi l'arbitro Daniele De Santis e una ...Come sta Michael Schumacher? Il suo è uno stato vegetativo ...Microsoft acquisisce ZeniMax Media per 7,5 miliardiExit poll 2020 : Gli italiani hanno detto Sì al referendum sul taglio ...Raffaella Fico in lingerie fa impazzire la rete... Perfezione ...The Elder Scroll Online – Annunciato MarkartheSport: mercato europeo non più una nicchiaIntolleranza al glutine: 8 cibi da evitare (7 alimenti sicuri da ...I fratelli Bianchi prima del pestaggio di Willy : Il video di poche ...
di

Coronavirus, spostamenti e autocertificazione: ecco il modulo, cosa fare e cosa si rischia

Coronavirus, spostamenti e autocertificazione: ecco il modulo, cosa fare e cosa si rischia

Coronavirus

Il decreto del Primo Ministro emanato ieri prevede già il monitoraggio di questa mattina nelle "aree di contenimento potenziate", tra cui l'intera Lombardia e altre 14 province del Piemonte, Emilia, Veneto, Marche e Piemonte: Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini in Emilia Romagna, Pesaro e Urbino nelle Marche, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli in Piemonte, Padova, Treviso e Venezia in Veneto. In queste aree ci sono restrizioni sui viaggi ma non esiste un divieto assoluto come lo era per le aree rosse. Per spostarsi per "esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute" è necessario sottoporre alla certificazione dei controlli che attesta il motivo della deroga alla direttiva per ridurre il più possibile i movimenti da un'area all'altra (e con ciò la diffusione del contagio del Coronavirus). Le limitazioni riguardano le persone e non le merci.

Ecco il modulo per l'autocertificazione - Chi si sposta per esigenze motivate può sottoporre un'autocertificazione ai controlli. Il modulo è stato reso disponibile dal dipartimento di pubblica sicurezza. Tuttavia, esiste ancora un divieto assoluto di spostamento, senza eccezioni, per le persone in quarantena o coronavirus positive. I controlli saranno effettuati lungo le linee di comunicazione e le grandi infrastrutture dalla polizia stradale e lungo il normale sistema stradale anche dai Carabinieri e dalle forze di polizia locali. La polizia ferroviaria si occuperà invece, con la collaborazione del personale delle Ferrovie dello Stato, delle autorità sanitarie e della Protezione civile, su tutti i controlli delle linee ferroviarie su tutti i passeggeri che entrano e escono dalle stazioni per effettuare controlli sulla salute dei viaggiatori con thermoscanners.

Anche alla stazione, come ai posti di blocco lungo le strade, al fine di incontrare i cittadini che non hanno il modulo, la polizia ferroviaria ha completato le certificazioni al momento anche presso l'apposito banco di controllo. Come precedentemente avviato, i passeggeri in partenza e in arrivo saranno controllati negli aeroporti e, anche in questo caso, sarà necessario dimostrare l'autocertificazione per spostarsi dalle aree di contenimento rinforzate. Per i voli Schengen e non Schengen in partenza, sono richieste autocertificazioni solo per i residenti nelle "aree di contenimento rinforzate"; mentre all'arrivo i passeggeri dovranno giustificare lo scopo del viaggio.

Cosa si rischia - Il decreto stabilisce che chi viola le prescrizioni è punito con un arresto fino a tre mesi e una multa fino a 206 euro, secondo le disposizioni dell'articolo 650 del codice penale sulla non osservanza di una disposizione di un'autorità. Ma si possono imporre sanzioni più gravi per coloro che adottano comportamenti, come la fuga dalla quarantena per i positivi, che possono configurare il crimine di reato colpevole contro la salute pubblica, un reato che persegue tutti i comportamenti idonei a produrre un pubblico pericoloso per la salute.

zazoom