Marco Sentieri esce il video ufficiale Billy Blu contro bullismo e ...PlayStation VR: in esclusiva per l'Italia VR StoriesSoffro tanto... Ti amo ma non ce la faccio: omicidio-suicidio a GenovaL'Amore è, il Charity Gala a favore della Lilt Napoli (Progetto ...Lui è mio padre, un progetto cinematografico del regista Roberto ...Sorso :Francesco Baingio Douglas Fadda uccide l'ex compagna Zdenka ...Estrazioni Lotto e SuperEnalotto e 10eLotto di oggi 15 febbraio 2020Coronavirus , in Europa la prima vittima | Niccolò è risultato ...Silvia Provvedi a Verissimo : età, foto, carriera e vita privataHirving Lozano, il dubbio da 50 milioni per il Napoli : in campo ...Barcellona Getafe, ecco le formazioni ufficialiSerena Enardu e Alessandro Graziani l'hanno fatto : la reazione di ...Daniele Pompili attacca Moreno Merlo e si dichiara a Paola CarusoSamanta Togni si sposa domani : Da Ballando con le stelle al felice ...Silvia Provvedi incinta e sexy dice no agli abiti premaman
di

Irene soccorre una ragazza che prima di morire gli sussurra : Mamma, ora tienimi la mano

Irene soccorre una ragazza che prima di morire gli sussurra : Mamma, ora tienimi la mano

Irene soccorre una ragazza che prima di morire gli sussurra : Mamma, ora tienimi la mano

Irene Pitzoi

La quarantenne Irene Pitzoi, di La Spezia, ex volontaria dei vigili del fuoco ed esperta in manovre di pronto soccorso, è arrivata quando la tragedia di Albiano Magra era già avvenuta. Era con suo marito, sulla strada principale che porta a Ceparana, nessuno era all'una e mezza di notte. L'unica presenza oscura e immobile sul lato della carreggiata era quell'Alfa Mito su cui i cinque ragazzi avevano viaggiato qualche istante prima. Uno schianto terribile in cui Giorgia Gallo di La Spezia e l'amico di Podenzana Andrea Rapallini persero la vita e in cui altri tre giovani furono gravemente feriti.

Racconta Irene : "L’auto era tutta accartocciata. Mi sono avvicinata e ho provato ad aprire le portiere.  Erano bloccate. Mi sono fatta strada tra i vetri in frantumi di un finestrino posteriore. Dentro, un’apocalisse. Il ragazzo alla guida aveva le ginocchia strette al petto, il volante non si vedeva praticamente più, inghiottito dalle lamiere e dal motore. Sembrava ancora vivo, ho provato a parlargli per tranquillizzarlo, gli sussurravo di restare calmo, che presto sarebbero arrivati i soccorsi. Non so se capisse, parlottava, ma non riusciva a muoversi". 

Poi continua : "Accanto, sul sedile del passeggero, un altro ragazzo tentata di uscire dall’abitacolo, ma era ferito, gravemente. Ho chiesto a mio marito di tranquillizzarlo e mi sono concentrata sulla ragazza. Era distesa sul sedile posteriore, immobile, il corpo avvolto dalla cintura di sicurezza. Ho preso un taglierino e ho reciso la cinghia. Mi sono avvicinata e mi sono aperta un varco tra gli indumenti. Sono stata a lungo nei vigili del fuoco, so cosa si deve fare in queste circostanze". 

Otto minuti infiniti per cercare di strappare Giorgia dalla morte, per riportarla ai vent'anni, all'amore dei suoi genitori, alle serate con gli amici, ai suoi studi universitari. Otto minuti durarono la forza di Irene, la sua testardaggine. "Ho praticato il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca. Non dimenticherò mai la sensazione della mia mano su quel fragile petto, il suo viso rilassato, sereno". La giovane Giorgia ha ripreso conoscenza per alcuni istanti, il cuore batteva ancora quando arrivarono medici e infermieri del 118. Giorgia è tornata in vita per alcuni istanti e stringe la mano a quella di Irene : "Mamma restami accanto".

da Alessia Mogevero
zazoom
-
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : AttualitàIrene PitzoiGiorgia GalloAndrea Rapallinisoccorre