Coronavirus, attacco al laboratorio per i test del San Camillo: ...Coronavirus : Oltre 13mila morti in Italia, quasi tremila contagiati ...Bonus 600 euro, Inps offline : Le proteste di professionisti e ...Non ce ne frega un c***o se ci saranno milioni di morti : Registrano ...Coronavirus, bollettino 1 Aprile : 110.574 casi, 13.155 morti (+727), ...Coronavirus, il 18enne Mattia ha mantenuto la promessa alla mammaCoronavirus, positivo gatto domestico : La giovane padrona ha il ...A Milano si sperimenta un test rapido per riconoscere gli anticorpi ...Foggia: Bomba davanti a casa di riposo per anzianiA Bari guarisce il primo paziente Covid: Applausi dei medici mentre ...Luigi Di Maio : Dall'estero arrivate 30 milioni di mascherine, 22 ...INPS e bonus di 600 euro : non c'è fretta, sito bloccato inutilmenteCancellare i programmi di Barbara D’Urso : La petizione spopola sul ...Domenico e Silvia : L'amore in corsia durante il coronavirusCoronavirus, il picco è stato raggiunto : Durerà fino a luglio
di

Omicidio Luca Sacchi : I soldi nell'auto mentre il ragazzo moriva

Omicidio Luca Sacchi : I soldi nell'auto mentre il ragazzo moriva

Omicidio Luca Sacchi : I soldi nell'auto mentre il ragazzo moriva

Anastasiya Kylemnyk

Forse la macchina di Anastasiya Kylemnyk nascondeva parte dei soldi per la vendita di droga. Per ipotizzare un ruolo di spicco della Citroen C1 gialla del 25enne nei fatti che ruotano attorno all'omicidio di Luca Sacchi, la Corte, che ha respinto l'appello alle misure presentate da Anastasiya e Giovanni Princi, rispettivamente soggetto alla firma dell'obbligo e alla detenzione in carcere. Secondo i giudici della Corte della Libertà, il coinvolgimento della macchina di Anastasiya spiegherebbe lo zelo e la preoccupazione con cui Princi l'ha spostata la notte tra il 23 e il 24 ottobre scorso, dopo la ferita mortale del 23enne, colpito nel strada da un proiettile che lo ha colpito alla testa davanti al pub John Cabot ad Appio.

Uno strano comportamento quello di Princi, come sostengono i giudici, che si sarebbe allontanato dal pronto soccorso di San Giovanni, accompagnato da un amico, per spostare la macchina, mentre il suo ex compagno di classe morì al pronto soccorso in via dell'Amba Ardaram. Scrivono i giudici : "È chiaro che ci fosse qualcosa da occultare con assoluta urgenza verosimilmente la restante somma di denaro, oltre a quella occultata nello zaino e mostrata a Rispoli, destinata ai fornitori".

Ciò dimostrerebbe infatti la fretta e la determinazione di Princi a spostare l'auto dal luogo del delitto. Un passaggio importante è emerso dalle dichiarazioni rese agli inquirenti da un amico del fratello di Luca lo scorso 2 novembre. Proprio a lui Princi avrebbe chiesto di accompagnarlo nei pressi del pub per raggiungere più agevolmente l'auto. "…Io ho guidato la Fiat Panda dei Sacchi e Giovanni ha preso l’autovettura di Anastasiya. Giovanni mi ha detto di seguirlo e nel punto in cui lui, con l’autovettura Anastasiya, avesse acceso le quattro frecce, io mi sarei dovuto fermare ad attenderlo lì. Io ho seguito la Citroen, con Giovanni a bordo, fino a metà di viale Amelia, poco prima dell’incrocio con vi Gubbio, dove lui ha acceso le quattro frecce delle Citroen e, come concordato, mi sono fermato… Dieci minuti o un quarto d’ora dopo, Giovanni, sempre alla guida della Citroen di Anastasiya, mi ha raggiunto in viale Amelia… Mi ha detto di seguirlo… per fumare una sigaretta… Dopo pochi minuti abbiamo ripreso le rispettive autovetture e con entrambi i veicoli siamo andati all’ospedale San Giovanni..".

zazoom