Come mamma l'ha fatta! La foto al mare di Francesca Cipriani manda ...Non ti deluderò! Francesca De Andrè scrive una lettera a Gennaro ...Elisabetta Canalis e le vacanze in Italia con tutta la famigliaBritney Spears e la sua prima uscita pubblica con il fidanzato Sam ...Abbiate cura di voi stesse! Karina Cascella criticata per qualche ...Heather Parisi rivela : soffro di agorafobiaElena Santarelli criticata per l’eccessiva magrezza... lei risponde ...Laura Pausini: Il mio post su Bibbiano era per i bimbi!Ho un nemico in più, te la farò pagare! Amici, Irama minacciato da ...700mila euro in contanti! A Teglio scoperta maga e psicologa senza ...Nina Moric ... sono stata attaccata da un batterio che mangia la carneLino Banfi... lavoro per aiutare negli studi i miei nipotiLorenzo Battistello del Grande Fratello : ho avuto un tumore malignoLaetitia Casta senza veli torna in copertina bella come vent’anni faAmadeus e Fiorello insieme ... la foto fa sognare i fan
di

Hacker utilizzano Facebook per diffondere malware

Check Point Research, la divisione Threat Intelligence di Check Point Software Technologies, ...
Hacker utilizzano Facebook per diffondere malware

Hacker utilizzano Facebook per diffondere malware

Sicurezza Facebook

Check Point Research, la divisione Threat Intelligence di Check Point Software Technologies, società israeliana specializzata in sicurezza informatica, si è recentemente imbattuta in una campagna malevola su larga scala che, per anni, ha sfruttato alcune pagine Facebook per diffondere un malware in ambienti mobile e desktop, con un solo obiettivo: la Libia!

Quella che è stata definita Operazione Tripoli ha portato alla rimozione di 30 pagine Facebook e all’infezione di 50mila utenti.

Sembra che la difficile situazione politica in Libia sia utile agli hacker per attirare le vittime e indurle a cliccare sui link e far scaricare loro dei file che dovrebbero contenere informazioni sull’ultimo attacco aereo nel paese, o sulla cattura dei terroristi, ma che invece contengono malware.

L’Operazione Tripoli è iniziata quando Check Point ha notato che una pagina Facebook apparteneva al comandante dell’esercito nazionale libico, Khalifa Haftar. Oltre ad essere “maresciallo di campo”, Haftar è una figura di spicco nell’arena politica libica e ha avuto un ruolo importante come leader militare nella guerra civile in corso nel paese.

Attraverso questa pagina Facebook, Check Point ha individuato questa attività dannosa risalendo fino al responsabile, scoprendo come gli hacker avessero sfruttato per anni la piattaforma di social networking, compromettendo siti web legittimi per ospitare malware e, alla fine, raggiungere decine di migliaia divittime basati principalmente in Libia, ma anche in Europa, Stati Uniti e Canada.

Sulla base di queste informazioni condivise, Facebook ha bloccato le pagine e gli account (oltre 30) che hanno distribuito gli attacchi dannosi legati a questa operazione.

Leggi Sicurezza Facebook su insidethegame.home.blog
Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Sicurezza Facebook
da peppesaieva@
zazoom
- 5 5 5
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : WebSicurezza FacebookCheck Point Software TechnologiesFacebookHacker
Clicca qui e commenta questo post!