Maddalena Corvaglia è una sexy acrobata sospesa in ariaVibratore e kit di depilazione alla vincitrice del torneo di squash!Insultò Cecile Kyenge! La Cassazione conferma condanna a BorghezioMischiava anfetamine e farmaci! Johnny Depp contro Amber HeardLei era l'aggressore e io la vittima! Le accuse di Johnny Depp a ...La bellissima Jazzma Kendrick! La ex fiamma di Vieri ha un perfetto ...Codemasters ha annunciato il ritorno di GRIDAlessandra Amoroso da Maria De Filippi ... su Instagram spunta il ...Mark Caltagirone non esiste .... Eliana Michelazzo chiede l'esilio al ...Ho riscoperto la mia femminilità! Nunzia De Girolamo si racconta a 43 ...Ho una trombosi al braccio destro! Carolyn Smith finisce in ospedaleNon lo rinnego! Tina Cipollari non si scusa per il gavettone a Gemma ...Mark Caltagirone ruba foto a Gianni Sperti! L'account Instagram ...L'apertura del point elettorale di Salvatore De Meo : intervento di ...L'apertura del point elettorale di Salvatore De Meo : intervento di ...
di

Il concerto di Ondanueve al teatro Remigio Paone di Formia

Conservare un tipico suono del quartetto d'archi cercando di esplorare con la musica elettronica è ...
Il concerto di Ondanueve al teatro Remigio Paone di Formia

Il concerto di Ondanueve al teatro Remigio Paone di Formia

Ondanueve

Conservare un tipico suono del quartetto d'archi cercando di esplorare con la musica elettronica è stato un obiettivo che questo gruppo ha voluto perseguire fin dal primo lavoro musicale che hanno ottenuto con il tempo e la presentazione di questo nuovo Cd che ha messo insieme vari generi musicali,tango argentino, musica venezuelana, musica italiana e dell'est ed altro ancora. Il primo brano di questo nuovo Cd, composto quasi esclusivamente dal violinista Andrea Esposito, la chiamato Filumena. in onore del personaggio femminile del teatrodi Edoardo De Filippo e reso celebre dalla maestosa interpretazione di Sofia Loren, Filomena Marturano, rappresentando la sofferenza, la povertà, ed attraverso i sotterfugi tipici della cultura napoletana, la donna fa una risalita nella scala socialeper arrivare a raggiungere i proprio obiettivi, ed Andrea Esposito, attraverso questa scrittura ha voluto sottolineare la forza e la tenacia di questa donna trasmessa attraverso un momento introspettivo la napoletanità. Un brano che ha un movimento lento e solenne, anche molto melodico nella sua esecuzione, quasi una canzone, per mostrare che la povertà poi si può battere. Un crescendo poi di suoni allegri che mette a fuoco quello che è è l'esecuzione, gradevole edincisiva, con un cambiamento di ritmo alla irlandese molto veloce nella parte centrale e finale del brano. Il secondo brano, sempre scritto da Andrea Esposito che ha come titolo La mano di Dios, parafrasando quella"manita" a Mexico 86, dove Diego Armando Maradona punì i maestri del calcio inglesi con un goal di mano non visto dall'arbitro. In questo caso non il compositore non si è voluto soffermare sullo sportivo nella sua composizione, ma sull'uomo, perché Maradona ha fatto tante cose belle e meno belle nel corso della sua vita, perché l'argentino di Napoli aveva delle grandi doti calcistiche e anche balistiche quando batteva quelle punizioni che trafiggevano inesorabili i portieri ma nello stesso tempo fuori dal campo era come nel rettangolo verde dello stadio, ossia genio e sregolatezza, quindi una dualità dell'essere umano, la sofferenza e la gioia, e Maradona l'ha vissuta fino in fondo. Esposito ha fatto con questa composizione di questa figura, di questa inquietudine della vita di Maradona, una vita sofferta ma che poi raggiunge l'apice del successo grazie al gioco del calcio mettendo in risalto un cambiamento di questo campione del calcio mondiale.Quindi un inizio grave del brano, quasi a sottolineare la vita grama di questo ragazzo argentino, lo scugnizzo di Buenos Aires che parte alla volta del successo, che si reca in Spagna per giocare conil Barcellona, Una melodia molto struggente e melodico grave, che con la presenza delle percussioni che mette in evidenza un ritmo frenetico che piano piano mette la esplosione di gioia che si ripete in tutto il brano, quasi in un moto circolare e frenetico che ripercorre tutta l'esistenza dello scugnizzo del San Paolo.Dalla Napoli di Maradona alla Spagna di Siviglia. il terzo brano chiamato Ande a Siviglia che ha come tema la visita di una persona in questa meravigliosa città della Spagna, famosa per il buon cibo e per il buon vino. Ma in realtà questa persona arriva a Siviglia e invece del sole trova una pioggerellina accennata, il sole che non c'è, questa persona che alla fine si perde nei vicoli. Per l'esecuzione di questo pezzo il violoncellista Pescosolido ha dovuto abbassare la tonalità della quarta corda in modo ancora più grave per ricreare l'atmosfera di questa persona che passa per i vicoli di Siviglia che permetterà a questa persona di scoprire la magia di suoni, colori e i cammini di questa città. Il brano è stato scritto sempre da Andrea Esposito. Ovviamente questo brano ha avuto un inizio veramente melanconico ma nello stesso tempo brioso con il pizzicato dei violini e poi con la espressione melodica di tuttiequattro gli archi o e con il ritmo regolare del batterista che ha messo in evidenza una espressione di speranza camminata e regolarmente ripetuta per cercare l'aria musicale che porta l'ascoltatore alla serenità, con un ritmo molòto andaluso che è musicatipica della spagna, melanconica ma allo stesso tempo allegra, d'altra parte la Spagna è la patria del Flamenco. Dopo la Spagna si viaggia con la musica arrivando in Sud America, inVenezuela con il quarto brano di questo inedito Cd presentato dagli Ondanueve:il titolo è Suonera e questa volta il compositore e violinista si è veramente sbizzarrito a scrivere questo pezzo,che è un valzer venezuelano, che non somiglia come ritmo a quelli europei, ed èil brano più difficile in fase di esecuzione con diverse fasi di difficoltà di esecuzione, un pezzo molto tecnico, definito dal Tufano ostico, ma comunque molto pieno di energia musicale.come si è potuto immaginare ritmo veloce e esecuzione musicale briosa e melodica allegra è il tema dominante di questo brano con ritornelli ripetuti e melodie briose con un ritmo quasi vertiginoso espresso dal batterista, con anche la danza che ha fatto da delizioso contorno a questa esecuzione, e quindi se era difficile per loro che lo hanno eseguito alla perfezione, per musicisti poco esperti che cosa sarebbe capitato. E si è arrivati all'ultimo brano di questo Cd che ha il titolo Sbrite, che è l'unione tra la lettera S e il termine brite che significa ritmo, che indica la radice di ritmo. Per il complesso la S è una lettera sacra, ha un significato molto particolare e questo brano ha un titolo sacro e allo stesso tempo ritmico, in partenasce così questo brano che fa sentire una idea che trasmette energia quando lo si esegue, ed è il tema che si è voluto rappresentare nell'esecuzione attraverso gli strumenti di trasmettere energia positiva. Qui c'è la presenza del violoncellista Pescosolido che crea questa magia musicale e fa cantare agli strumenti energia. Qui in questo ultimo brano la melodia è molto regolare, anche nella velocizzazione dell'esecuzione,quasi un ritmo gitano che mette veramente energia sia a coloro che lo eseguono maanche a coloro che lo ascoltano,ovviamente con l'ausilio della danza delle ragazze delle viole velate che hanno dimostrato nella loro performance grazia femminile e bellezza nei movimenti,oltre alla bellezza fisica molto evidente delle stesse ragazze. Un ritmo gitano molto espressivo nella esecuzione melodica e molto tirato anche nella ritmica,che ha dato veramente molta forza espressiva anche al sala del teatro

La prima parte del concerto con la presentazione degli inediti del nuovo Cd ha poi ceduto il passo alla esecuzione di brani noti nella seconda parte del concerto, con autori italiani e non che non hanno avuto bisogno di essere presentati, ed infatti la esecuzione dei brani che hanno eseguito i cinque musicisti hanno riguardato dei brani della musica leggera italiana e straniera, miscelando i suoni e le melodie in modo veramente fantastico .Passare dalla musica dei Pink Floyd con il The Wall. amusiche classiche eseguite con mano moderna, è stata veramente una emozione,anche perché hanno trasmesso veramente una emozione indescrivibile, così come ricordare altri musicisti del recente passato è stato veramente bello,mescolati anche con ritmi tipici del flamenco spagnolo o di altri tipi di generi musicali di cui l'arte musicale ha ormai consolidato la sua espressione attraverso l'esecuzione musicale hanno veramente offerto qualcosa di inimitabile. eseguire musiche come We are the Champion in modo veramente originale ha veramente dato agli ascoltatori presenti in sala qualcosa di forte, di magico, e questi musicisti sono stati veramente bravi. Un'altra idea di Andrea Esposito è stata quella di miscelare una marcia di Mozart- la Marcia turca - con la sigla del film di007, è stata veramente geniale, creando un effetto musicale veramente fantastico, e per l'occasione ricordo che il prossimo anno, esattamente nel maggio del 1770, Mozart venne a Napoli concludendo il suo primo viaggio del Gran Tour insieme al padre, ma i musicisti do corte napoletani non lo hanno trattato molto bene, ed invece questo quartetto lo ha riabilitato completamente con questaesecuzione veramente strabiliante.Un ricordo al grande cantautore bolognese Lucio dalla con "Attenti al lupo" è stato veramente emozionante, anche per ricordarlo degnamente in questo concerto che i musicisti hanno voluto tributare, e io aggiungo, giustamente.I musicisti hanno voluto concludere questo concerto, come ha detto Tufano, perché l'allegria non deve mai mancare nella nostra vita, dando l'esecuzione allegra con l'esecuzione di sigle famose di cartoni animati come Arsenio Lupin, Daitarn III, Goldrake, Jeeg Robot d'Acciaio e tanti altri ancora, facendo tornare indietro nei ricordi di fanciulli e fanciulle quando queste sigle riempivano i pomeriggi dei ragazzi quando vedevano queste serie animate in TV. e non si poteva non concludere in bellezza con una bella e animata tarantella anche grazie all'aiuto delle ragazze delle viole velate, che con la danzahanno abbellito coreograficamente questo bellissimo concerto. Ed il bis, gentilmente concesso dai musicisti a richiesta del pubblico, ha dato moto al complesso di esibirsi in un classico del tango moderno, ossia il maestro indiscusso di questa musica Astor Piazzolla con il suo Libertango, per essere in sintonia con quella abilità musicale che i cinque musicisti hanno saputo esprimere. Se bisogna mettere un voto, questo gruppo ha , secondo me, ampiamente superato anche la lode perché sono stati veramente fenomenali nella esecuzione,armonicamente e ben amalgamati e melodicamente veramente fantastici. e vogliamo ricordare i loro nomi: la viola Luigi Tufano, il violino Paolo Sasso, il violino Andrea Esposito, che è anche il compositore di questo Cd, il violoncellista di Formia Marco Pescosolido, accompagnati dal batterista Riccardo Schmitt e dalla danza delle Viole Velate che in alcuni brani eseguiti dai musicisti hanno accompagnato con le loro graziose evoluzioni il complesso, ossia Elvira Maione, Laura Arcudi e Sabrina Severino.

Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Ondanueve
da pietro.zangrillo@libero.it
zazoom
- 5 5 5
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : MusicaOndanueveteatroRemigio Paoneconcerto
Clicca qui e commenta questo post!