Uno stupro di gruppo per punire la moglie che gli ha chiesto il ...Qualcomm: una falla espone le credenziali dei pagamenti mobilePitbull indisturbati per la città! Vigile salva 27 bambini e viene ...Fedez e Chiara Ferragni fanno la pole dance ma lui si infortuna Ha problemi psichiatrici, 27enne uccide lo zioUccide nonna Maria a pugni per soldi, fermato il nipotePaolo Bonolis contro Marco Cartasegna: Perché ascoltarlo? Mio figlio neonato è morto a causa mia! Il dramma di Fernanda LessaGabriel Garko: Basta chiedere con chi vado a letto Tennis, Coppa Davis: Italia eliminataParlamentari calabresi contro Di MaioLaos, scossa 6.1 al confine ThailandiaNaike Rivelli senza reggiseno contro Barbara D'Urso!Catherine Fulop da urlo! La suocera di Dybala incanta a 54 anni Ho visto Ylenia Carrisi! E ‘Chi l’ha visto’ mostra il volto della ...
di

Rischia una multa milionaria! De Benedetti dimentica di dichiarare lo yacht

Nuovi pesanti guai per Carlo De Benedetti. L'Ingegnere, editore di Repubblica ed Espresso, rischia ...
Rischia una multa milionaria! De Benedetti dimentica di dichiarare lo yacht

Rischia una multa milionaria! De Benedetti dimentica di dichiarare lo yacht
Nuovi pesanti guai per Carlo De Benedetti. L'Ingegnere, editore di Repubblica ed Espresso, rischia di finire a processo per non aver dichiarato al Fisco uno yacht di 51 metri, il MY Aldabra, registrato alle Isole Cayman e del valore di 19,9 milioni di euro. L'ingegnere Carlo De Benedetti rischia di dover pagare una multa fino a 36 milioni di euro. La Guardia di finanza di Torino, riferisce l'agenzia Ansa, contesta all'ex numero uno del gruppo Espresso di aver omesso di dichiarare al Fisco italiano un investimento compiuto in un territorio a fiscalità agevolata, un paradiso fiscale come le Isole Cayman, "per un valore annuo pari a 19 milioni e 995mila euro". 

In totale l'evasione ipotizzata dalla Gdf è di circa 120 milioni di euro e riguarda in particolare l'acquisto in leasing di My Aldabra, yacht di 51 metri battente appunto bandiera delle Cayman. A far scattare gli accertamenti delle fiamme gialle di Torino è stata una segnalazione della Gdf della Toscana, dove il maxi yacht è stato costruito, ovvero dai Cantieri Navali Codecasa di Viareggio. Un gioiello della nautica riservato ai nababbi, che le riviste di settore descrivono "magica nel nome, magica per i suoi incredibili interni", suite armatoriale con terrazzo vista mare, cinque cabine, due salotti in legno di palissandro e rovere, con un ascensore che collega i cinque ponti. 

Un addebito respinto con "profonda sorpresa per la notizia - fa sapere un portavoce di De Benedetti - Premesso che da un punto di vista formale non sono stati rispettati i dovuti obblighi di riservatezza, l'ingegner De Benedetti non ha mai evaso, o omesso di dichiarare, alcuna proprietà estera, in particolare per quanto riguarda l'imbarcazione MY Aldabra, che era di proprietà di UniCredit Leasing SpA in Italia. Un'informazione data al pubblico e basata sul nulla, gravemente lesiva. L'Ingegnere avvierà pertanto azioni a tutela della sua reputazione e in tal senso ha già dato mandato al professor Franco Coppi di procedere giudizialmente".

Carlo De Benedetti

L'imbarcazione di De Benedetti era finita nell'"inventario" dei suoi beni milionari fatto, proprio su Repubblica, dal fondatore del giornale edito da De Benedetti, cioè Eugenio Scalfarti, nel corso di una diatriba tra i due. "De Benedetti non ha mai fatto l'editore. È stato l'amministratore dei suoi beni. Oltre a Repubblica aveva un patrimonio personale molto ragguardevole. Con Repubblica sicuro non ci rimise. Questo perché la sua abilità di finanziere gli ha consentito di vivere da ricchissimo. E bastino a dimostrarlo la strepitosa villa che ha in Andalusia e il grande yacht con cui fa le crociere in giro per il mondo". 

Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Carlo De Benedetti
da Zazoom
zazoom
- 5 5 5
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : AttualitàCarlo De BenedettiRischiaunamulta
Clicca qui e commenta questo post!