Oppaidius Summer Trouble! disponibile su SteamKikò Nalli : sono innamoratissimo di Ambra!Crash Team Racing Nitro-Fueled disponibileL'inaugurazione della scuola di canottaggio Nautilus a FormiaIl personal trainer deve fare il miracolo! La prova costume di Laura ...Stefania Orlando conferma le nozze con Simone GianlorenziScoppia la bufera! Caterina Balivo madrina al Pride di MilanoMens Mega in Corpore Sano! Le forme di Taylor Mega sono esplosiveE' stato l’incontro più bello della mia vita! Laura Torrisi e ...Alla Don Milani di Marina di Massa l’Ail provinciale celebra il 20° ...Non ne possiamo più! Gemma Galgani ricoperta di insultiBlueKeep, minaccia 1 milione di dispositivi MicrosoftFrancesca Fioretti in Giordania con la piccola VittoriaMonster Hunter World: Iceborne – beta e nuovo trailerLa mostra fotografica del laboratorio foto creativo Maricae di ...
di

Reggio Calabria - le mamme al giudice minorile : Toglieteci i figli o diventeranno mafiosi

Reggio Calabria - le mamme al giudice minorile : Toglieteci i figli o diventeranno mafiosi
Sono 20 mamma coraggio che pur di salvare i loro figli da un destino già segnato, quale diventare ...
Reggio Calabria - le mamme al giudice minorile : Toglieteci i figli o diventeranno mafiosi

Reggio Calabria - le mamme al giudice minorile : Toglieteci i figli o diventeranno mafiosi
Sono 20 "mamma coraggio" che pur di salvare i loro figli da un destino già segnato, quale diventare mafiosi, hanno chiesto al giudice un provvedimento di decadenza o limitazione della responsabilità genitoriale per la tutela psico-fisica dei loro ragazzi che nascono e crescono nelle 'ndrine. Sono i dati raccolti dall'associazione antimafia "Libera". "E' il bisogno di ritrovare la libertà, la dignità, la vita rubate dalla mafia", commenta don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera. A raccogliere il disperato appello delle donne, spesso anch'esse coinvolte in reati di mafia ma che vogliono salvare i loro ragazzi e dare loro un'altra opportunità di vita, è il giudice Roberto Di Bella, che negli anni ha ottenuto anche l'appellativo di "ladro di figli". 

Il progetto, supportato dalla rete delle diocesi e della Caritas, ha offerto una strada alternativa a una cinquantina di giovani: "Dieci di loro sono diventati maggiorenni - riferisce il magistrato. - Di questi 5 sono rimasti fuori dalla Calabria a lavorare, gli altri sono tornati ma solo uno è incappato nella giustizia e non per un reato di mafia". Così è stato firmato a Roma, durante la quarta edizione di Contromafie, un protocollo d'intesa tra governo, procuratore nazionale antimafia, Conferenza episcopale italiana e Libera di don Ciotti, per estendere l'iniziativa a tutta Italia. 

E dal Dipartimento per le Pari Opportunità e la Cei sono stati stanziati 300mila euro, per il sostegno alle comunità, alle case famiglia e agli psicologi coinvolti.  "L'associazione con le altre realtà coinvolte vuole offrire nuove opportunità a mamme e figli che hanno avuto la loro vita confiscata dalla mafia", ha dichiarato Ciotti.  E sulla scelta d'amore di queste donne che desiderano per i loro ragazzi un altro futuro, lontano dalla criminalità, ha commentato. "E' il bisogno di ritrovare la libertà, la vita, la dignità rubate dalla mafia che nonostante tutto continua a essere forte. Meno sangue, eccetto che a Napoli e Foggia, ma più corruzione, la nuova arma criminale che è un furto del bene comune e della speranza".

Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : mamme Reggio Calabria
da Angelo Caputo
zazoom
- 4 5 4
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : Attualitàmamme Reggio Calabriagiudice minorile
Clicca qui e commenta questo post!