Rita Borsellino - Colle:faro per legalitàStrage di studenti e di bimbe a KabulE' morta a Palermo Rita BorsellinoConte:stato d'emergenza - lutto nazionalePd: propaganda si fermi davanti a morteTria annuncia grande piano investimentiVdF:"Mai sospese ricerche dei dispersi"Fermata bus Partinico - botte a migrantiViminale: in un anno sbarchi -76 - 6%Ankara - respinto appello per pastore Usa
di

Allarme Unicef per l'inquinamento : 17 milioni di bambini respirano aria tossica

Allarme Unicef per l'inquinamento : 17 milioni di bambini respirano aria tossica
Sono circa 17 milioni i bambini con meno di un anno di età che vivono in aree in cui l'inquinamento ...
Allarme Unicef per l'inquinamento : 17 milioni di bambini respirano aria tossica

Allarme Unicef per l'inquinamento : 17 milioni di bambini respirano aria tossica
Sono circa 17 milioni i bambini con meno di un anno di età che vivono in aree in cui l'inquinamento atmosferico è almeno sei volte superiore ai limiti internazionali stabiliti dall'Oms. E' l'allarme lanciato dall'Unicef, che sottolinea come i piccoli respirino aria tossica che mette potenzialmente a rischio il loro sviluppo cerebrale. Oltre tre quarti, circa 12 milioni, vivono in Asia meridionale.  Anthony Lake, direttore generale dell'Unicef, secondo cui "proteggere i bambini dall'inquinamento atmosferico significa salvarli, ridurre i costi dell'assistenza sanitaria, incrementare la produttività e creare un ambiente più sicuro e pulito per tutti", ha dichiarato che "le sostanze inquinanti non solo danneggiano i polmoni in via di sviluppo nei bambini, ma possono compromettere permanentemente il loro sviluppo cognitivo e quindi il loro futuro". 

Lo studio mostra che l'inquinamento atmosferico, così come nutrizione e stimoli non adeguati, oltre all'esposizione alla violenza durante i primi mille giorni di vita, possono avere impatti sullo sviluppo della prima infanzia. Le particelle di inquinamento ultrasottili sono così piccole da poter entrare nel flusso sanguigno, arrivare al cervello e danneggiare la barriera ematica cerebrale causando infiammazioni. Alcune particelle di inquinamento, come il particolato ultra-fine di magnetite, possono introdursi nell'organismo attraverso i nervi olfattivi e l'intestino e, a causa della sua carica magnetica, creare stress ossidativo, causa di malattie neurodegenerative. I bambini, spiegano i ricercatori, sono molto più vulnerabili vulnerabili all'inquinamento perché respirano più rapidamente rispetto agli adulti e perché le loro difese fisiche e il sistema immunitario non sono pienamente sviluppati.  

L'Unicef elenca inoltre alcune azioni per ridurre l'impatto dell'inquinamento atmosferico sullo sviluppo cerebrale dei bambini. Azioni che anche i genitori possono compiere per ridurre l'esposizione dei bambini a casa a vapori nocivi prodotti da tabacco, stoviglie e riscaldamento a combustione. Un altro punto riguarda l'investimento in fonti di energia pulite e rinnovabili per sostituire i combustibili fossili. E ancora: garantire un accesso economicamente sostenibile al trasporto pubblico, aumentare gli spazi verdi nelle aree urbane e garantire migliori opzioni per lo smaltimento dei rifiuti. Secondo l'Unicef, ridurre l'esposizione dei bambini ad agenti inquinanti e le fonti di aria inquinata è possibile conoscendo innanzitutto la qualità dell'aria che viene respirata. "Nessun bambino dovrebbe respirare aria pericolosamente inquinata e nessuna società può permettersi di ignorare l'inquinamento atmosferico", ha concluso Lake.
Zazoom Tv - Live Video Breaking News
Segui gli aggiornamenti e vedi gli ultimi video su : Allarme Unicef
Scritto da miriamferrazzu@ letto volte.
zazoom
- 4 5 4
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : SaluteAllarme Unicefinquinamentobambiniaria tossica
Clicca qui e commenta questo post!