Fonte : ilfattoquotidiano di 29 mag 2024
E quando parliamo di standardizzazione del gusto parliamo di un fenomeno reale che va dal bric del vino da tavola del supermercato alle grandi bottiglie di pregio, tutte accomunate dalla possibilità, vista la mancanza di una legislazione che impone di apporre in etichetta ogni singola componente usata tra vigna e cantina, di alterazioni chimiche più o meno conosciute.

Non me la bevo il libro per godersi il vino consapevolmente ma che sembra un manifesto contro il vino naturale

Non me la bevo, il libro per godersi il vino consapevolmente ma che sembra un manifesto contro il vino (naturale) (Di mercoledì 29 maggio 2024) Sulla copertina di Non me la bevo (Mondadori) c’è un calice, una specie di grand ballon, con fusto e bevante ribaltati all’ingiù. E il vino rossastro che c’è dentro sembra come non scendere e rimanere appiccicato dentro al calice. Insomma, questo vino non s’ha da bere. Adottiamo questa piccola forzatura metaforica perché il saggio dedicato al vino di Michele A. Fino, professore associato di diritto europeo all’università di Pollenzo, tutto sembra fuorché un’amorevole rapporto con quel nettare che sgorga millenario dalla fermentazione alcolica dei mosti ricavati dalle uve. Va subito precisato che Fino – come il collega Alberto Grandi – appartiene a quella corrente “iconoclasta” della storia del cibo che è letteralmente imbestialita nei confronti del nostalgismo per l’autenticità di bevande e alimenti, nonché è fautrice dell’abbattimento della mitologia del “gastronazionalismo” per la quale esistono tradizioni italiane in cucina vecchie di secoli (per esempio: la carbonara che sarebbe nata negli anni cinquanta e importata dai soldati americani nel Lazio).
Leggi tutta la notizia su ilfattoquotidiano
Notizie su altre fonti
  • Antonella Boralevi: "Le donne bevono vino per darsi un tono", sommelier Scorsona: "Un mezzo per conquistarle", è polemica - VIDEO - È polemica sulla frase della scrittrice Antonella Boralevi, la quale ha asserito che "le donne bevono vino per darsi un tono". In onda al Tg2 Post, la giornalista è intervenuta sul dibattito relativo al Made in Italy in bottiglia, sostenendo come le donne bevano forse per una mancanza di sicurezza e . ilgiornaleditalia
  • Donne e vino, in onda al Tg2 la sagra del pregiudizio: “Lo dice la scienza, bevono per darsi un tono”. - E in chiusura del programma anche il sommelier e maestro cerimoniere della presidenza del Consiglio, Alessandro Scorsone, ha fornito una spiegazione del perché le donne bevono vino. “Le donne, metabolicamente, hanno un’enzima minore: se gli uomini possono bere un bicchiere, le donne è meglio che ne prendano mezzo”. proviene da The Social Post. Gli fa eco Boralevi: “Ecco, appunto, la scienza ce lo conferma”. thesocialpost
  • “Le donne bevono vino per darsi un tono, per sentirsi all’altezza degli uomini”: al Tg2 Post va in onda il “sessismo enologico” - Oltre a precisare che bere con moderazione è fondamentale, noi di FQMagazine ci sentiamo di dire che questa grottesca pagina di Telemeloni si aggiunge alle altre, troppe, collezionate negli ultimi mesi. L'articolo “Le donne bevono vino per darsi un tono, per sentirsi all’altezza degli uomini”: al Tg2 Post va in onda il “sessismo enologico” proviene da Il Fatto Quotidiano. ilfattoquotidiano
  • "Le donne bevono vino per darsi un tono", "Un mezzo per conquistarle". Su Rai 2 va in onda il sessismo enologico - Ora dire che la sindrome dell'impostore o come si voglia chiamare sia addirittura genetica, pare un'affermazione forte, che manda all'aria un secolo di psicoanalisi. Torno a dire che prima di tutto noi non abbiamo bisogno di un bicchiere di vino per sapere che siamo persone di valore come voi uomini. Le donne e il vino: una storia di senso di inferiorità «Il vino era considerato un alimento sia per dimostrare il proprio potere, quindi bevevi nei castelli (e qui ci viene un po' di invidia per i nostri nonni, evidentemente grandi frequentavano castelli), oppure nelle osterie, quando c'erano i fiaschi, vorrei ricordarvi che fino a gli anni '50 i vini italiani stavano nel fiasco». gamberorosso
  • Al Tg2 Post Antonella Boralevi: “Le donne bevono il vino per darsi un tono”, Scorsone: “È un mezzo per conquistarle” - La scrittrice al Tg2 Post: "Le donne bevono vino per darsi un tono, non bevete mai da sole". Poi interviene Scorsone: "Un mezzo per conoscere le persone e soprattutto per conquistarle, ecco perché alle donne piace sempre".Continua a leggere . fanpage
  • Carla Bruni: “Mia sorella mi ha usata. Certe persone bevono un bicchiere di vino, io non ho limite” - E sulla dipendenza dall'alcol: "Certe persone possono bere un bicchierino di vino e basta. . Io non ho limite". Nel film I Villeggianti mi descrive come un'ubriacona ed è una mia fragilità, perché esporla cos?". escrive come un'ubriacona ed è una mia fragilità, perché esporla cos?". E sulla dipendenza dall'alcol: "Certe persone possono bere un bicchierino. fanpage
  • “Attenzione Venezia! I minorenni che bevono non sono solo un problema legale” - Attenzione Venezia! È giunto il momento di adottare misure serie per la nostra amata città. Non solo in alcuni luoghi selezionati, ma in ogni angolo di Venezia, in tutti i sestieri. Dobbiamo garantire ... lavocedivenezia

  • "È pericolosissimo": ecco perché non bisogna bere in aereo - Immaginatevi seduti su un volo intercontinentale, sorseggiando un bicchiere di vino mentre vi rilassate tra le nuvole. Potrebbe sembrare innocuo, persino piacevole, ma la realtà è ben diversa. Bere ... monza-news

Video di Tendenza
Video Non bevo
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore.