Ultime Zoomate di info@ - Tutte 1

info@ ha ricevuto 164 click!

Feed Rss Make up and Beauty Forever

Make up e profumi estivi: colori e odori da usare

Arriva la bella stagione e con essa la  voglia di sole, di mare e di vacanze. Le giornate trascorse a riposo ci fanno sentire più rilassate e con la voglia di prenderci maggiormente cura di noi stesse. Trovare il giusto outfit per l’estate significa anche individuare il make up estivo più appropriato da abbinare pure ai profumi. Creare un abbinamento dii colori e odori da usareè la formula vincente per essere sempre al top e sentirci bene e in forma. Il trucco giusto associato alla fragranza più adatta può fare la differenza e di sicuro non passeremo affatto inosservate. Ma prima di tutto ci sentiremo bene con noi stesse. Come abbinare make up e profumi estivi In estate con le temperature più calde il make up e i profumi tendono a diventare più leggeri e freschi. Abbandonati i colori e le profumazioni più intense della stagione più fredda, ci orientiamo verso un binomio più frizzante e colorato. Se non amate particolarmente il fondotinta o in estate preferiamo non usarlo, come base potete usare una crema idratante colorata. Se invece desideriamo usare il fondotinta possiamo orientarci su uno in formula compatta, oppure su alcuni modelli a base di acqua, acido ialuronico e pigmenti minerali. La formulazione è decisamente più leggera e non creerà l’effetto maschera. La terra non può assolutamente mancare per rinvigorire il colorito, specialmente se siamo abbronzate. Creano un bell’effetto anche le terre colorate in crema, che danno al viso un ulteriore tocco di luce in più. Per applicare la terra vi consigliamo di utilizzare un pennello grande, a piccoli tocchi e insistendo nella zona degli zigomi e sotto le mascelle. Ciò per dare una sorta di contouring. Per rendere il trucco ancor più luminosi utilizziamo pure un illuminante da sfumare sulla fronte e sulla parte centrale del naso. Ci possiamo aiutare sempre con un pennello. Per quanto riguarda gli occhi vi consigliamo di ispirarvi all’estate con un ombretto bluo azzurro, da sfumare per ottenere un effetto smokeyeye. Chiaramente questo colore è preferibile usarlo di sera, mentre di giorno è meglio optare per matita e mascara leggero. Essendo estate per la sera possiamo pure osare colori più sgargianti per gli occhi, come ad esempio il fucsia. Il mascara in questo caso deve essere più intenso per rendere magnetico lo sguardo. Le labbra possono essere valorizzate da lipgloss e rossetti liquidi, con effetto top coat come se fossero delle vernici. Di giorno sono preferibili invece rossetti più leggeri e delicatamente colorati. A questo genere di make up leggero ma frizzante di sera, oppure etereo vi consigliamo di abbinare dei profumi altrettanto leggeri e freschi. Via libera quindi alle fragranze floreali e fruttate orientali che sanno di rosa, litchi e lampone ad esempio. Le note agrumate e di limone fanno da padrone con un make up ispirato ad esempio ai colori della terra. Bacche rosse, patchouli e gardenia sono perfetti con un bel lipgloss rosa magenta. Anche le note legnose miste al muschio si adattano bene a un trucco estivo. Molto gradevoli sono anche le fragranze a base di fico, mandarino, cocco e fiori d’arancio. Per maggiori idee e dettagli sui profumi estivi del 2020, potete leggere su questo articolo alcune indicazioni da donna, utili per la scelta di una fragranza fresca e solare, così da scegliere quella migliore per il vostro carattere. Colori e odori da usare in estate I colori in estate diventano più sgargianti e vivaci, specialmente per quanto riguarda il trucco delle labbra. Il make si ispira sia ai colori della terra che a quelli del mare e della natura. Nessuna esitazione quindi a usare ombretti intensi e dalla pigmentazione accesa, che si ispira alla natura e alle giornate calde. L’obiettivo è risplendere, grazie anche all’abbronzatura che ci rende più belle e affascinanti. Se poi i colori del trucco vengono associati agli odori delle fragranze il nostro outfit sarà davvero completo. I profumi devono sapere di mare, oppure devono essere delle essenze agrumate o di bouquet fioriti. In estate infatti oltre al classico profumo possiamo usare delle acque profumate, solitamente molto rinfrescanti. Specialmente dopo una giornata trascorsa al sole, dopo aver cosparso la pelle con il doposole, possiamo vaporizzare sui nostri abiti un’ acquaprofumata a base di fiori o frutta. In estate è perfetta anche la colonia tradizionale o rivisitata in chiave moderna. Ve ne sono diverse in commercio e sono perfette per le intense e calde giornate estive.

L'articolo Make up e profumi estivi: colori e odori da usare proviene da Make up and Beauty.


Tag : Cosmesi
Mon, 17 Aug 2020 05:00:42

Che cosa sono i punti neri e le cause della formazione

Per chi si chiede come si formano i punti neri, la risposta è semplice. Questi derivano dall’impurità della epidermide e sono formati da sebo e cellule di pelle oramai morte che si accumulano sul viso. Si presentano sotto forma di eruzione acneiforme ed il loro colore nero è dovuto all’esposizione all’aria che ne produce l’ossidazione. Nessuno è immune a questo problema. Sebbene il fenomeno si presenti sopratutto sulle pelli grasse, anche le pelli più curate sono esposte alla formazione di punti neri, sopratutto nelle vicinanze delle ghiandole sebacee. Grande rilevanza viene anche dalle condizioni ambientali che ci circondano. In ambienti soggetti a grande inquinamento o in presenza di ripetuti ‘bagni di sole’, è più probabile la comparsa dei punti neri sulla nostra pelle. Anche l’età può giocare un ruolo fondamentale. Nonostante si manifestino in ogni fase della vita, i più colpiti sono gli adolescenti che, a causa degli sbalzi ormonali, aumentano la produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee. Il fatto di averne centinaia di migliaia sul viso di certo non aiuta. Cosa sono le ghiandole sebacee ed il sebo Ma cosa sono le ghiandole sebacee? Queste proteggono la pelle producendo sebo, una sorta di ‘olio’ che difende la pelle da agenti atmosferici idratando tutta la superficie. I punti del corpo più a rischio sono: il collo, la schiena e la famosa zonaT (unione tra mento, naso e fronte). Di dimensioni microscopiche, si dividono in due parti: porzione secernente che è la responsabile della produzione di sebo ed il dotto escretore che ha il compito di veicolare le sostanze grasse prodotte all’esterno. Il suo aspetto ricorda una piccola sacca dalla forma tonda. Il sebo non è altro che la sostanza grassa ottenuta da acidi grassi e colesterolo che, unendosi, rende la pelle morbida e idratata diminuendo la possibilità di screpolature. Una curiosità su questa sostanza è quella che gli permette di determinare l’odore della nostra pelle. Questo, in periodi ancestrali era vitale per i nostri antenati preistorici ma è andato via via scemando con l’evoluzione che ci ha portato ai giorni nostri. Come pulire la pelle ed eliminare punti neri ed impurità La pelle e’ l’organo che ha il compito di proteggerci dall’ambiente esterno, quindi deve essere mantenuta in buono stato, per la nostra personale sensazione di benessere e per contrastare l’arrivo di macchie e rughe. Si chiama beauty routine l’insieme delle cure e delle accortezze che possono aiutarci, se praticate quotidianamente, a mantenere la nostra pelle bene idratata e a ritardare quello che e’ l’invecchiamento cutaneo. La beauty routine va praticata con costanza, ogni mattina, e poi ripetuta alla sera. Al mattino, perché durante la notte la nostra pelle si rinnova, rilasciando cellule morte, che devono essere rimosse. Infatti durante le ore notturne la pelle lavora producendo sebo e sudore, quindi e’ molto importante purificarla per ottimizzare la sua funzione durante il giorno. Alla sera, per rimuovere trucco, sudore, smog : per prima cosa, per rimuovere accuratamente il trucco, e’ consigliato usare uno struccante bi-fasico, cioè composto da una parte oleosa. Questa viene amalgamata perfettamente con il trucco, e pertanto rimuove il make up, molto delicatamente. La seconda fase prevede l’utilizzo del latte detergente, o gel detergente. Ne basta un goccio sulle mani precedentemente inumidite e va spalmato sul viso come fosse un sapone. A differenza del sapone, pero’, il latte detergente non produce schiuma, non contiene dunque agenti aggressivi che possono danneggiare la protezione naturale di cui e’ dotata la pelle. La terza fase, e’ costituita dallo scrub, che, su pelli normali , può essere praticato settimanalmente. Il massaggio deve essere delicato e circolare su viso, collo, e decolletè, un po’ più energico solo su naso, fronte e mento, la famosa zona T, dove la pelle rimane un po’ più spessa e più grassa, e su cui compaiono più frequentemente i fastidiosi e antiestetici punti neri. Infine, per rimuovere i residui di scrub, possiamo utilizzare il tonico: si può spruzzare su un batuffolo di cotone oppure direttamente sul viso, dunque  si va a massaggiare delicatamente la pelle. Un altro prodotto utile alla nostra detersione quotidiana e’ l’acqua micellare. La differenza principale fra l’acqua micellare e il tonico e’ che quest’ultimo contiene una parte alcolica, molto indicata per chi ha una pelle grassa, oleosa, ed ha pertanto bisogno di un azione astringente, mentre la prima contiene delle particelle, denominate appunto ‘Micelle’, che sono altamente idratanti e delicate, dunque perfetta per chi ha una pelle molto secca e disidratata. L’ultimo passaggio della beauty routine consiste nell’applicazione di un siero, oppure di una crema. Il siero e’ sicuramente consigliato alle donne con una pelle molto disidratata, o non più giovanissime: questo perché, a differenza della crema, ha un peso molecolare molto basso, quindi riesce a penetrare molto più in profondità rispetto ad una crema. Ricordiamoci sempre che qualsiasi crema, anche la più cara, avrà un effetto ridotto o addirittura nullo se la nostra pelle non e’ adeguatamente detersa e idratata.

L'articolo Che cosa sono i punti neri e le cause della formazione proviene da Make up and Beauty.


Tag : Salute
Tue, 05 May 2020 14:31:41

Barbara D’Urso: chi è la regina di Canale 5

Barbara D’Urso, all’anagrafe Maria Carmela, è la regina incontrastata dei programmi televisivi pomeridiani targati Mediaset. Presente da quasi un decennio con programmi quali ‘Pomeriggio Cinque’ e ‘Domenica Live’, alterna momenti di vero trash televisivo a spazi di approfondimento con ospiti illustri. Chi è Barbara D’Urso Nata a Napoli il 7 maggio del 1957, già alla fine degli anni 70′ debutta in televisione dando battesimo a ‘Telemilano58’, quella che verrà poi conosciuta come Canale 5. Sul fronte cinema, si butta a capofitto in progetti sia televisivi che del grande schermo. Indimenticabile ‘La dottoressa Giò’ dove ha interpretato, come protagonista, il ruolo di ginecologa in un ospedale pubblico italiano. La difficoltà della protagonista ad avere un figlio dopo un aborto dovuto ad un incidente in corsia è il filo conduttore di questo telefilm che ha avuto così tanto successo da ottenere la messa in onda di tre stagioni. Al suo fianco troviamo nomi illustri del cinema italiano del calibro di Fabio testi che interpreta il marito e Rocco Tanica, musicista del gruppo ‘Elio e le storie Tese’ prestatosi al progetto della terza stagione nelle vesti di Fabio Bracco. Mentre otteneva grandi successi come attrice, ha comunque continuato a presenta re molti programmi in tv. Nel 96′ prende il posto di Marta Flavi nella trasmissione ‘Agenzia’, remake del grande successo di ‘Agenzia Matrimoniale’. Alterna la sua presenza tra le reti Mediaset e la Rai prendendo sempre più spazio all’interno dei palinsesti televisivi. La grande svolta arriva nel 2004 quando, arruolata per l’impegnativo ruolo di presentatrice di due edizioni ravvicinate del reality ‘Grande Fratello’, ottiene un plebiscito di consensi dal pubblico della trasmissione che la proietta ai vertici del gradimento sulle reti Mediaset. La vita privata di Barbara D’Urso La vita di Barbara D’urso è, in parte, avvolta dal mistero. Il gossip su di lei si ferma al 1993 quando termina la relazione con il padre dei suoi due figli Giammauro ed Emanuele. Mauro Berardi, questo è il nome dell’ex di Carmelita, è un produttore cinematografico ed  è stato nella vita della conduttrice per undici anni. Nonostante l’amore sia finito, i due continuano ad avere ottimi rapporti. In questi giorni, Barbara ha postato una foto che li ritrae insieme sul suo profilo Instagram dichiarando che lui è stato l’amore della sua vita. Dal momento della separazione è calato un alone di mistero sulla sua vita privata interrotta solo da un processo famosissimo. Barbara D’Urso infatti è stata chiamata in causa nel ‘Processo Ruby’ con l’accusa di aver partecipato in maniera attiva ai festini che l’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi organizzava ad Arcore. A puntare il dito sulla presentatrice è stata proprio Ruby, all’anagrafe Karima El Mahrough, che è stata in seguito ritenuta inattendibile. Eliminata ogni accusa in secondo grado, Barbarella insieme a Aida Jespica e Belen Rodriguez anche loro coinvolte nella vicenda, hanno intrapreso vie legali contro Ruby Rubacuori e le sue affermazioni. Barbara D’Urso oggi Barbara D’urso, in questi ultimi anni si è comunque ripresa lo spazio mediatico che le apparteneva. Diventata una delle punte di diamante del gruppo Mediaset, si è guadagnata il nomignolo di ‘Lady Cologno’. Grazie a programmi di intrattenimento mirati ed a ospiti spesso sopra le righe, ha catalizzato gran parte dello share ottenendo ascolti da record. Attivissima anche sui social, è seguita da quasi 3 milioni di followers e non perde giorno per coinvolgerli in siparietti comici e piccole rivelazioni sulla sua vita privata. A 63 anni sembra proprio che Barbara D’Urso non abbia nessuna intenzione di farsi da parte, anzi spinge ancora di più per mantenere quel successo tanto inseguito e raggiunto a fatica. Le frecce al suo arco sono ancora moltissime così come i proggetti che ha in piedi. Non ci resta che aspettare e vedere cosa riuscirà ad inventarsi una donna che da quasi 40 anni è sulla cresta dell’onda.

L'articolo Barbara D’Urso: chi è la regina di Canale 5 proviene da Make up and Beauty.


Tag : Gossip
Mon, 04 May 2020 14:31:13

Come avere tantissimi followers su Instagram

Da diversi mesi, sei iscritto al social network fotografico più popolare del globo ma devi ancora scoprire come avere tantissimi followers su Instagram. Il tuo profilo anonimo deve diventare un profilo di successo, come quello dei VIP o degli influencer alla moda.. In pochi mesi, non diventerai una star del web ma ti sentirai soddisfatto dei risultati raggiunti se seguirai alcuni consigli preziosi. Ogni social ha le sue regole, basta seguirle, essere costanti e lavorare senza mai perdersi d’animo. Anzi, il primo consiglio che ti diamo è di impegnarti al massimo divertendoti.   Come avere tantissimi followers su Instagram: pubblica regolarmente Pubblica contenuti interessanti e fallo regolarmente se vuoi attirare l’attenzione di seguaci curiosi e ansiosi di scoprire i tuoi prossimi scatti. La parola d’ordine di Instagram è “immagini di qualità‘, lo sai. Quindi, evita di postare foto con difetti notevoli o disastri cromatici. Se intendi postare foto che ritraggono te stesso, correggi eventuali difetti utilizzando con criterio i filtri messi a disposizione dal social network. Scegli il filtro più adatto per le tue esigenze ma non esagerare troppo. Se lo scatto è bello pubblicalo senza applicare alcun filtro usando l’hashtag #nofilter.   Usa gli hashtag in modo mirato Se vuoi avere tantissimi followers su Instagram usa adeguatamente gli hashtag. A cosa serve quella parola o frase preceduta dal simbolo cancelletto (#) detta hashtag? C’è chi la chiama etichetta perché ha la funzione di etichettare i contenuti. Un utente che cerca su Instagram un certo argomento potrà visualizzare i relativi contenuti proprio in base a questa etichetta. Devi usare non soltanto gli hashtag più popolari ma quelli più attinenti ai contenuti dei tuoi post. Per andare sul sicuro e scegliere quelli migliori, puoi ricorrere a servizi di terze parti (come i siti Top Hashtag o Websta) da usare gratis e senza bisogno di registrarti. In alternativa, puoi usare app gratuite come HashTags for Instagram (disponibile per Android) e Top Tags (disponibile per Android e iOS).   Segui l’esempio dei contenuti più popolari di Instagram Spesso, su Instagram come altrove, per riscuotere un discreto successo conviene seguire la ‘via’ di sempre: prendere spunto da utenti popolari. Non lo farai per ‘copiare’ qualcun altro ma, semplicemente, per capire quali sono gli argomenti di tendenza su cui bisogna puntare, perché certi utenti hanno successo, come si approcciano con il pubblico. Da smartphone puoi scorrere l’elenco dei contenuti più visualizzati tappando sul simbolo della lente d’ingrandimento. Da PC, dopo esserti loggato, ti basterà cliccare sull’icona della bussola accedendo alla sezione Esplora. Potresti anche utilizzare uno strumento utilissimo: Iconosquare. Prevede una prova gratuita di 14 giorni, trascorsi i quali potrai decidere se utilizzarlo a pagamento tramite abbonamento oppure no. Può aiutarti a trovare contenuti interessanti riguardo alle categorie che ti interessano e può mostrarti anche statistiche sul tuo profilo Instagram. Permette di cercare i contenuti più popolari in base al numero di like, condivisioni, commenti, categorie.   Altri consigli pratici per avere tantissimi followers su Instagram Ti diamo un’altra manciata di consigli utili per aumentare i seguaci su Instagram: – collega gli altri profili social (soprattutto Facebook) al tuo account Instagram per espandere il tuo pubblico; – interagisci con gli altri utenti commentando i post di tendenza, esprimendo le tue opinioni, creando discussioni positive e interessanti; – usa in modo intelligente ed appropriato le Live (le dirette), fallo coinvolgendo i tuoi seguaci e condividile non appena la trasmissione sarà conclusa; – non utilizzare app per comprare pacchetti di followers che promettono il successo facile su Instagram. Si tratta di strumenti poco onesti. Perché non dovresti farlo? Perché i followers che riuscirai ad attirare in questo modo sul tuo profilo Instagram in modo artificioso potrebbero smettere di seguirti dopo poco tempo. Quindi, queste app potrebbero vendere pure illusioni.

L'articolo Come avere tantissimi followers su Instagram proviene da Make up and Beauty.


Tag : Gossip
Tue, 03 Mar 2020 21:34:19

Abiti da sposa provocanti

Come tutti ben saprete, ogni bambino durante la sua infanzia ama fermarsi un attimo e iniziare a fantasticare e immaginare in grande il proprio futuro. Soprattutto le bambine, ciò che maggiormente amano sognare è il giorno del proprio matrimonio, quando giungeranno all’altare accompagnate dal proprio papà. Un giorno in cui tutto sarà meraviglioso, dove il vero amore verrà coronato e dove una magnifica sposa si potrà mostrare in tutta la sua bellezza indossando l’abito da sposa perfetto. Sì, perché quando si immaginano le proprie nozze, tra i numerosi preparativi da svolgere, ciò che maggiormente preoccupa ogni sposa è trovare l’abito giusto, quello che sappia valorizzare al massimo la propria bellezza e che rispecchi in pieno i propri gusti. Ormai gli abiti da sposa reperibili in commercio sono davvero tantissimi, ognuno ben diverso dall’altro e tutti estremamente particolari e suggestivi, modelli di abiti da sposa che nel corso del tempo hanno subito tanti cambiamenti che li hanno portati ad essere moderni. Oggi infatti l’abito da sposa non viene rappresentato solo ed esclusivamente dal tipico abito bianco pudico, ma da nuove tipologie di abito che mettono in risalto le forme della donna e che sono ricchi di dettagli. Quindi se vi state chiedendo se si può osare anche con l’abito da sposa, la risposta è assolutamente si e sono davvero tanti quegli abiti da sposa, denominati addirittura come provocanti, che vi stanno aspettando per far risplendere la vostra bellezza nel giorno da voi tanto atteso. Questi abiti, ormai tanto apprezzati, si presentano ricchi di trasparenze, spacchi, scollature profonde sul seno e sulla schiena e dall’aderenza esagerata che saprà disegnare perfettamente le curve della donna che lo indossa. L’abito da sposa a sirena, ad esempio, è quello che per eccellenza riesce a valorizzare enormemente la silhouette di ogni donna, mettendo in mostra i suoi punti Abiti da sposa alquanto provocanti che attraverso precisi dettagli sapranno far uscire fuori tutta quella sensualità che ogni donna possiede. Andiamo a scoprire nel dettaglio, insieme a Luigi Bruno, lo stilista di abiti da sposa di estrema qualità e raffinatezza, le principali caratteristiche degli abiti provocanti.  Linee da sposa trasparenti Quando vogliamo far uscire fuori il nostro lato più sexy e accattivante, senza alcun dubbio decidiamo di farlo anche attraverso il nostro abbigliamento e ciò che scegliamo maggiormente è di indossare le tanto famose trasparenze, che ci permettono di fare il famoso gioco di vedo e non vedo e che senza alcun dubbio riescono a evidenziare maggiormente quella femminilità che troppo spesso tentiamo di nascondere per paura di risultare esagerate o addirittura volgari. Anche gli abiti da sposa oggi si presentano con queste particolari trasparenze che lo rendono molto più sexy e audace, abiti adatti per quelle donne che non hanno assolutamente paura di osare. Trasparenze laterali, sulla schiena, sul seno, sulle braccia che rendono il vestito quasi un tutt’uno con la pelle, ramage di pizzi impreziositi da diamanti e pietre e sensuali body incorporati che lasciano intravedere parti del corpo. Così si presentano le linee di abiti da sposa trasparenti, adatti per donne di ogni età e utilizzabili in qualsiasi stagione dell’anno. Scollature provocanti o delicati girocollo? Quando una donna si ritrova a dover scegliere l’abito perfetto per il giorno del proprio matrimonio, sono tanti quei dubbi che si fanno largo nella sua mente e sono altrettanto numerose le domande che inizia a porsi. Uno di questi quesiti per certo è: Scelgo una “scollatura provocante” o un “delicato girocollo”? Innanzitutto per poter dare una risposta precisa a questa domanda dobbiamo sapere che gli scolli degli abiti da sposa sono molteplici e diversi tra loro, difatti abbiamo: – Lo scollo a “v” che è quello più conosciuto e che può essere sia profondo che non; – Lo scollo a “cuore” che è quello che per antonomasia rappresenta il tipico abito principesco, delicato e romantico; – Lo scollo a “goccia” che è quello maggiormente sensuale e provocante; – Lo scollo a “barca” che dona quel tocco in più di eleganza. Scegliere qual’è lo scollo adatto a voi non è difficile, basterà capire qual’è la tipologia di abito da sposa che maggiormente vi piace e quale soprattutto più degli altri vi rappresenta. Uno scollo provocante è perfetto per un abito audace che lascia poco all’immaginazione mentre un delicato girocollo è perfetto per un abito più romantico, femminile ed elegante. La scelta dello scollo ovviamente andrà fatta anche in base alla tipologia di seno che si ha, per un seno grande si consiglia uno scollo più contenuto mentre per un seno piccolo la scollatura potrà essere anche più profonda. In ogni caso ogni scelta dovrà essere dettata dal proprio gusto perché una donna ha tutto il diritto di sentirsi perfetta e a suo agio durante il giorno del proprio matrimonio.

L'articolo Abiti da sposa provocanti proviene da Make up and Beauty.


Tag : Moda
Sat, 15 Feb 2020 08:15:36

Profumi più persistenti da donna

Le fragranze per lasciare una scia indimenticabile Il profumo è per sua stessa precisazione un piacere fugace, destinato a terminare in un lasso di tempo alquanto limitato. Ciononostante si potrebbero spartire gli amanti di fragranze in due raggruppamenti. Ci sono quelle persone che prediligono una fragranza più intima e misurata che adorano spruzzarsi diverse volte al giorno, senza considerare la notevole durata un aspetto di considerevole importanza. Poi ci sono, invece, coloro che vogliono lasciare la classica scia quando indossano un profumo. Per queste persone la fragranza deve essere intensa e duratura, quindi si deve sentire per tutto il giorno senza aver bisogno di doverlo vaporizzare più volte quotidianamente. Ma cos’è esattamente che rende la fragranza forte e persistente? È importante sottolineare che determinate note olfattive presentano dei livelli diversi d’ intensità e di durata. Ad esempio la fragranza basata sugli agrumi è quella maggiormente sfumata e, quindi, viene inserita direttamente nelle note di testa. Invece quella del “patchouli” è una nota prestigiosa e potente che dura per molte ore. Pertanto in questo caso si inserisce tra le note di fondo. Inoltre esistono delle “molecole” che vengono usate per enfatizzare l’aroma prolungandone la durata sulla cute. Se state cercando la vostra fragranza personalizzata e speciale, allora non dovete fare altro che sceglierne una tra quelle che vedrete segnalate qui di seguito. Sono profumi molto corposi proposti da Tre Pi Profumerie, la profumeria online di fiducia che offre una vasta gamma di profumi maschili e femminili, make up e accessori per l’estetica a prezzi convenienti. I profumi più intensi e di lunga durata per lasciare una scia sofisticata “Narciso Rodriguez-For Her” Una fragranza estremamente originale, con una scia che si contraddistingue per il suo velo di mistero. Le sue note dal potere elettrizzante riescono a lasciare un ricordo incancellabile. Una bottiglietta caratterizzata dall’eleganza estrema che si caratterizza per la sua linea trasparente e un corpo verniciato internamente per celare il contenuto. “Alien-Thierry Mugler” Una fragranza estremamente emozionante, intenso, enigmatico. Vestale di questa essenza è una boccetta dall’aspetto decisamente prezioso come un gioiello, un’ “ametista” poliedrica come un monile, con decori dorati che mettono in evidenza la forza solare del profumo riposto. “Burberry-Weekend” Il profumo ideale per quella tipologia di donne che vogliono godersi un piacevole e riposante fine settimana nel tradizionale stile inglese. Nel momento in cui la testa l’olfatto si scopre un cuore dolce, floreale e tipicamente femminile. Un profumo dall’aroma fresco e distensivo. “Opium Black-Yves Saint Laurent” È una fragranza indubbiamente irresistibile. Il nome “Black” si associa alla tonalità simbolica del “rock”, il colore di un’attuale e “metropolitana” raffinatezza. Questo è un profumo per colei che svolge una vita piuttosto caotica, rendendola ancora più unica ed energica. Il suo flacone risulta estremamente interessante e sorprendente coi suoi “glitter” neri che gli donano un tratto distintivo sfolgorante e con la sua “laccatura” scura decisamente affascinante. Fino a rivelare un’audace femminilità nello scintillante anello posizionato nella parte centrale. Conclusione Il profumo che persiste è una fragranza unica e una volta scelta, vi sarà di grande aiuto per farvi ricordare da chi vi incontrerà. Un aroma che non tutti prediligono ma chi deciderà di indossarlo potrà contare su un ottimo alleato per intensificare il suo fascino.

L'articolo Profumi più persistenti da donna proviene da Make up and Beauty.


Tag : Cosmesi
Fri, 14 Feb 2020 08:09:37

Come applicare il profumo

Indossare un profumo corrisponde alla realizzazione di un tipo di sfumatura estremamente originale di noi stessi. Gli intenditori definiscono un momento estremamente magico quell’istante in cui l’applicazione di poche gocce profumate inizia a diffondere il suo odore incantevole. Difatti quando una determinata “fragranza” comincia a rivelarsi ci consente di lasciare a chi ci è vicino una parte di noi. Ciò è possibile perché si va a stimolare uno dei sensi della persona che ci è vicino, ossia l’olfatto. Per far avvenire questo, non solo risulta fondamentale scegliere la fragranza adatta a noi, ma bisogna saperla applicare nel modo più appropriato. In tanti pensano che la soluzione sia optare per uno di quei profumi più ricercati e costosi, nonché persistenti. Oppure ritengono che andare a vaporizzarlo più volte al giorno possa bastare, senza dare importanza al modo. Infatti esistono degli espedienti tali da risultare dei validi supporti per prolungare la durata del profumo sulla cute, lasciando traccia di voi al vostro passaggio. Determinate parti del corpo sono certamente migliori paragonate ad altri punti fisici in quanto hanno la capacità di trattenere maggiormente l’aroma sulla pelle e sul vestiario. Con le indicazioni fornite da ProfumissimaOnline, lo store dedicato alla vendita profumi online, avrete la possibilità di poter ottenere la vostra consuetudine in merito all’utilizzo dei profumi, proprio come facevano alcuni personaggi noti che erano dei grandi estimatori di fragranze. Perché è rilevante sceglier dove vaporizzare il profumo E’ evidente quanto sia importante il profumo per ognuno di noi. Difatti viene usato come un’arma di seduzione, per affascinare o soltanto per mostrare con sicurezza e consapevolmente la propria identità. “Indossare il profumo è un piccolo, ma prezioso rito giornaliero, per curare il proprio look con raffinatezza”. Per farlo nella maniera più corretta è importante sapere quali sono i punti precisi e più idonei allo spruzzo della fragranza. Per far durare a lungo l’aroma si deve rammentare di vaporizzarlo nelle zone palpitanti del corpo, quelle dove la pressione del sangue è molto più potente. Queste sono aree molto più calde e quindi contribuiscono ad esaltare le peculiarità olfattive poste nella fragranza vaporizzata. Dove e come metter il profumo per renderlo più duraturo Le zone più considerabili sono certamente quella del collo, i polsi, i “lobi delle orecchie”, negli angoli interni sul retro delle ginocchia, nella fessura del “gomito” e sull’addome. Queste aree vengono considerate dei punti di movimento che consentono all’effluvio di spostarsi tra un movimento e l’altro, divulgandosi e avvolgendo tutti coloro che vi circondano. Collo Questo è indubbiamente il punto più utilizzato per spruzzarvi la fragranza preferita. Fra le metodologie abituali c’è quella di metterlo prima sui polsi per poi strofinarli sul collo. Se il vostro intento è quello di sedurre, il “collo” è certamente il punto maggiormente idoneo per farlo giungere alla persona che vi sarà vicino. Polsi Questi costituiscono senza dubbi la scelta preferita dalle donne. Si sconsiglia però di non sfregare con vigore per evitare un riscaldamento eccessivo che andrebbe a rovinare la profumazione. In più lo strofinamento rompe le molecole che si disperdono nell’aria. Orecchie Il gesto certamente abituale e che viene spontaneo è proprio quello di mettersi il profumo sulla punta delle dita per poi passarlo dietro l’orecchio. Nel caso in cui il dosatore dovesse esser in versione “spray”, allora si consiglia di spruzzarlo direttamente dietro per non guastare la capigliatura. Ricordare di nebulizzare sempre su un’epidermide perfettamente pulita, ad esempio dopo aver fatto la doccia o dopo un bagno caldo. La lana e il lino costituiscono i tessuti sicuramente più appropriati per far durare la fragranza. Ne consegue che sia preferibile prediligere un tipo di abbigliamento basato su questa tipologia di trame. Infine se si indossa una giacca, il suo “bavero” è perfetto per contenere qualche goccia profumata trattenendo la fragranza.

L'articolo Come applicare il profumo proviene da Make up and Beauty.


Tag : Cosmesi
Fri, 31 Jan 2020 07:00:39

I nuovi trattamenti antirughe di moda

Combattere l’invecchiamento cutaneo e segni del tempo è il sogno di ogni donna. Fin dalla comparsa delle prime linee di espressione è fondamentale prendersi cura del proprio aspetto fisico e contrastare con metodi efficaci il processo di ossidazione. L’avanzare dell’età, lo stile di vita errato, lo stress, la cattiva alimentazione e gli agenti atmosferici comportano un’accelerazione dell’invecchiamento cutaneo e una netta riduzione della produzione delle due principali proteine: il collagene e l’elastina. Rughe: cosa sono e quali sono le cause? Prima di approfondire i nuovi trattamenti antirughe di grido, è bene analizzare quali sono le cause alla base dell’insorgenza delle rughe. Con il passare dell’età, infatti, la pelle tende a produrre minori quantità di collagene ed elastina, due proteine che costituiscono l’”impalcatura” dei tessuti epiteliali e ne inibisce il cedimento. Con la minore produzione dell’acido ialuronico si verifica anche una minore idratazione della pelle, che provoca una ridotta produzione di sebo. Le principali cause che comportano l’insorgenza delle rughe sono: fattori genetici, stile di vita, età, insonnia, fumo, alcol, agenti atmosferici, stress, esposizione prolungata al sole etc. Vediamo due soluzioni antiage molto in voga in questo momento. Creme al veleno di vipera Molto di moda sono le creme antirughe al veleno di vipera, che hanno il potere di contrastare le rughe. Negli ultimi anni hanno catturato l’attenzione dell’industria cosmetica e di celebrità, che ne hanno fatto un prezioso alleato anti-età. Per approfondire l’argomento leggi quest’articolo su soluzione.online Il veleno di vipera contiene una tossina che ha il potere di paralizzare i muscoli della preda, rendendola incapace di contrattaccare. Per questo l’industria cosmetica utilizza come ingrediente il veleno di vipera per bloccare la contrazione neuromuscolare e attenuare visibilmente le rughe d’espressione. Creme alla Bava di lumaca La bava di lumaca è un prezioso ingrediente naturale che espleta un’azione lenitiva, anti-age, anti-acne e cicatrizzante. Grazie all‘acido glicolico contenuto nella bava di lumaca e al suo potere esfoliante e rigenerante, le creme a base di bava di lumaca risultano molto efficaci per eliminare le cicatrici e per combattere i segni dell’acne. La bava di lumaca aiuta a rinnovare e a rigenerare l’epidermide, oltre a stimolare la sintesi del collagene nativome l’elastina, andando ad agire sul livello di elasticità della pelle e sul grado di secchezza. Inoltre, la bava di lumaca aiuta a minimizzare le smagliature, per questo viene utilizzato come ingrediente per le creme da utilizzare durante la gravidanza. Combattere le rughe: Rimedi naturali antiage Per chi vuole combattere le rughe e le prime linee di espressione è sempre un buon rimedio utilizzare una crema viso antiage a base di acido ialuronico, idratante e efficace per attenuare le rughe visibili. Anche per le pelli più giovani una crema antiage a base di acido ialuronico consente di combattere la secchezza cutanea e la disidratazione. Potente antiage naturale è la rosa di mosqueta da cui è estratto un efficace rimedio naturale contro l’invecchiamento cutaneo. L’olio di rosa mosqueta contiene acidi grassi polinsaturi che tonificano la pelle, migliorano gli scambi cellulari e permettono ai tessuti epiteliali di trattenere meglio l’acqua. Una crema antiage a base di olio di jojoba è un ottimo emolliente in grado di stimolare la produzione di collagene ed eliminare le rughe del viso e del collo.

L'articolo I nuovi trattamenti antirughe di moda proviene da Make up and Beauty.


Tag : Salute
Sat, 19 Oct 2019 09:50:48

Sposarsi a Settembre

Ogni donna, anche la più scettica e anticonformista, fin da quando era bambina sogna il giorno del suo matrimonio. Sfilare lungo la navata della chiesa con un abito che la faccia sentire una vera principessa, camminando sottobraccio al suo papà mentre l’accompagna all’altare, sentirsi per un solo giorno la vera protagonista della sua favola. Negli ultimi anni sta prendendo sempre di più piede la scelta di alcuni sposi di scegliere Settembre come mese per convolare a nozze, con notevoli benefici. Perché sposarsi a Settembre? In effetti decidere di sposarsi a Settembre porta sicuramente dei vantaggi sia economici che pratici. Innanzitutto le sale per il ricevimento saranno molto meno affollate e di conseguenza sarà possibile scegliere un giorno molto più facilmente e ad un prezzo molto più basso rispetto alla stagione estiva, per non parlare del clima, infatti a Settembre le giornate sono ancora abbastanza lunghe e le temperature sicuramente più piacevoli rispetto all’afa di agosto. Un ulteriore vantaggio nello sposarsi a Settembre, che non va assolutamente trascurato, è il viaggio di nozze, difatti scegliere di andare in luna di miele in questo mese permette di raggiungere la meta tanto desiderata ad un costo assolutamente più accessibile rispetto all’alta stagione, senza considerare il fatto che si potrà trovare meno affollamento e di conseguenza godersi quei giorni in totale relax e spensieratezza. Certo questi sono tutti elementi molto importanti in un matrimonio, ma l’unico grande pensiero di una donna dal momento esatto in cui riceve la fatidica proposta è la scelta del suo abito da sposa, quello con cui fin da piccola ha fantasticato su questo giorno, un abito che la faccia sentire davvero la più bella del reame. Ma quali sono le ultime tendenze in fatto di abiti da sposa per questo 2019? 1- PIZZO: A quanto pare le possibilità sono davvero numerose in grado di soddisfare ogni tipo di sposa, dalla più romantica alla più moderna, restando sempre se stessa. Ampiamente confermato per questa stagione 2019 è il PIZZO, sia che si tratti di un abito da sposa da principessa o un abito a sirena, inserti in pizzo non possono assolutamente mancare, conferendo all’abito un tocco classico e raffinato che resiste al passare del tempo. 2- VOLUME: Per questo 2019 la parola d’ordine sembra essere a tutto volume, con abiti da sposa dai volumi esagerati, dove balze e volant la fanno da padrona, con gonne di tulle anche a più strati, per far sentire ogni sposa una vera principessa. 3- MANTELLA: Per questa stagione però oltre ai grandi classici è stato introdotta una new entry, si tratta della MANTELLINA, un vero e proprio trend per questa stagione 2019. Gli stilisti hanno proposto tantissime soluzioni per coprire le spalle con un’elegantissima mantellina, che sia essa di pizzo o di un romantico voile, risulta essere perfetta soprattutto per una sposa di Settembre. 4- CHARLESTON-STYLE: Se siete delle amanti dello stile anni 20′ sarete felici di sapere che quest’anno è tornato di moda il CHARLESTON-STYLE, quindi spazio a paillettes, frange, piume e lustrini, applicati su abiti lunghi e scivolati perfetti per una sposa che desidera sentirsi una vera diva. 5- EFFETTO NUDE: C’è un’altra tendenza che da qualche anno ha preso piede sulle passerelle di tutto il mondo e a quanto pare anche quest’anno predominano la scena, si tratta dello stile NUDE-TATTOO, abiti da sposa lunghi con tagli scivolati o molto aderenti, con inserti importanti o ricami di pizzo, creando un sofisticato e seducente effetto tattoo sulla pelle, per una sposa che anche il giorno del suo matrimonio non vuole rinunciare a sentirsi sexy. 6- MANICHE: Se state davvero pensando di sposarvi a settembre non potete fare a meno di prendere in considerazione un abito da sposa con le MANICHE, infatti per questa stagione sono davvero perfette, che si tratti di maniche lunghe in pizzo, maniche in voile dal volume ampio o aderenti con applicazioni, in pratica c’è solo l’imbarazzo della scelta. 7- FIOCCO: Per le più romantiche, torna prepotentemente il FIOCCO, che sia maxi per chiudere una scollatura, oppure per fasciare il punto vita, ma anche per accompagnare bellissimi e lunghissimi strascichi. Per quanto riguardo lo scollo, sono intramontabili lo scollo a V, per una sposa classica e raffinata, e lo scollo a cuore, per un abito romantico e principesco, ma quest’anno un altro tipo di scollo si è fatto largo tra le tendenze del 2019, ovvero lo scollo Bardot, soprattutto dopo il Royal Wedding l’abito a trapezio con scollo dritto e spalle scoperte è diventato un vero e proprio tormentone. Comunque sia, qualsiasi sposa decidiate di essere, romantica o sexy, contemporanea o classica, la cosa più importante di quel giorno sarà che finalmente riuscirete a coronare il vostro sogno d’amore, con la presenza delle persone più importanti della vostra vita, ma soprattutto con a fianco la persona che amate e con la quale vi sentite in grado di affrontare questa grande giostra che è la vita.

L'articolo Sposarsi a Settembre proviene da Make up and Beauty.


Tag : Moda
Tue, 24 Sep 2019 08:13:11

Miglior Epilatore Laser domestico

Ogni donna si ritrova a combattere contro i peli superflui e spesso accade, tra le altre cose, che varie tipologie di depilazione diventino addirittura una seccatura piuttosto che una soluzione. Rasoi e creme o metodi naturali per la depilazione contribuiscono solo ad eliminare la parte visibile del pelo e tendono anche a rinforzarlo a tal punto da ottenere sulla pelle il terribile effetto “zerbino”. Soluzione più comune è la ceretta che, comunque – per le più fortunate – va fatta almeno una volta al mese e rende i peli protagonisti di ricrescita già dopo due settimane. Eppure c’è un metodo per dire “basta” ai nemici delle donne ed è l’uso dell’epilatore laser domestico. Un’epilazione efficace e definitiva è una grande conquista e questo strumento sarà la vostra fortuna! Scoloriamo insieme perché! Come funziona l’epilazione laser L’azione dell’epilazione laser è certamente efficace e diretta al follicolo pilifero, sul quale viene proiettato un fascio laser che agisce in profondità, alla radice. Questa tipologia di epilazione è consigliata nel periodo autunnale o invernale, in quanto è necessario che la pelle non sia abbronzata e che, comunque, non venga esposta al sole. Chiaramente, ad ogni pelo il suo tempo: questo significa che il numero di sedute necessarie, varia da persona a persona. Il laser agisce perfettamente sui peli più scuri e resistenti, mentre non ha la stessa efficacia sulla peluria o sui peli chiari. La pratica è totalmente indolore o quasi: infatti, solo chi ha la pelle particolarmente sensibile potrebbe avvertire una sensazione di bruciore oppure un “pizzicorio” ma sempre e comunque sopportabili. L’epilazione laser è basata sulla fototermolisi selettiva e ciò è già una garanzia che esclude rischi particolari ma va comunque sottolineato che è sempre bene e necessario adottare tutte le precauzioni possibili al fine di contenere qualsiasi rischio che si possano verificare controindicazioni e di ottimizzare i risultati sulla pelle. Differenza tra epilatori laser e a luce pulsata Tanti, prima di affidarsi all’epilatore laser, preferiscono provare il trattamento con la luce pulsata che, per quanto efficace, non ha assolutamente la stessa riuscita. Prima di ogni cosa, effettuare l’epilazione con il laser è certamente più sicuro anche nella fase successiva di eventuale esposizione al sole. Infatti, una precisazione è d’obbligo: la luce pulsata agisce tramite una lampada allo xeno su porzioni ampie di pelle e quindi, anche a diverse profondità. Al contrario,l’epilatore laser – con il quale si realizza un’operazione più mirata e precisa–agisce in modo più deciso e determinante su piccole porzioni di pelle e risulta ottimale sui peli più “difficili” e la sua azione è certamente più concentrata. Tra le altre cose, mentre il trattamento della luce pulsata viene consigliato per tutti i tipi di cute, quello laser potremmo dire che “seleziona” i suoi pazienti in base a precise caratteristiche: niente pelle troppo chiara perché risulterebbe inefficace, niente pelle troppo scura perché si rischia la depigmentazione. Caratteristiche dell’epilatore laser perfetto: luce, superficie di trattamento, alimentazione Come scegliere un epilatore laser domestico che sia veramente adatto alle nostre esigenze? Bella domanda! Bisogna valutare le sue caratteristiche. Luce e intensità Infatti, sarà preferibile optare per uno strumento che preveda l’impostazione dell’intensità di luce emessa che consentirà a chi si sottopone al trattamento di selezionare in modo preventivo e mirato il proprio fototipo, così da non sbagliare. Per quanto riguarda la luce, è chiaro che maggiore è la sua intensità, migliori saranno i risultati: ricordiamo anche che l’azione del laser si concentra su zone millimetriche di pelle e questo consente davvero di ottenere un’epilazione praticamente perfetta. Segnali acustici Un buon epilatore laser sarà dotato anche di segnali acustici che, una volta emessi, permetteranno di capire che lo strumento sta svolgendo il suo lavoro. Le nuove tecnologie laser hanno una serie di sensori che rendono l’apparecchio “intelligente” e garantiscono che le emissioni di calore siano programmate per il tipo di pelle che si sottopone al trattamento. Spegnimento automatico Sarebbe bene che l’epilatore fosse dotato della funzione di spegnimento automatico, in modo che – dopo che non viene utilizzato per un dato periodo di tempo – si disconnetta in autonomia garantendo un eccezionale risparmio energetico, pur rimanendo attaccato alla presa. Generalmente, il laser copre una porzione di 10 mm di pelle e da questo si capisce la sua vera efficacia. Alimentazione Quando sarete in fase di acquisto tenete in considerazione la tipologia di alimentazione, alcuni sono dotati di batteria a lunga durata e altri invece necessita di essere collegati alla rete elettrica tramite il classico filo di alimentazione. Scegliete quello più pratico per voi, anche in base al costo. Come utilizzare l’epilatore laser domestico La prima cosa da fare è uno scrub che vi sarà utile per eliminare le cellule morte. Poi, dovrete passare alla depilazione (preferibilmente con la lametta) e non appena i peli ricresceranno ci si potrà sottoporre al laser.Sarà necessario spalmare preventivamente un apposito gel sulla pelle e poi far aderire il beccuccio dell’apparecchio sulla zona da trattare. Avviate il laser ed il gioco è fatto. Il laser funziona davvero? La costanza nell’uso del laser premia davvero e sarà opportuno che, per l’eliminazione definitiva dei peli, vi sottoponiate al trattamento una volta alla settimana, nella fase iniziale, per poi diminuire la frequenza in base alle esigenze. E vedrete che i peli saranno un vecchio, brutto ma lontano ricordo. EPILATORI LASER IMETEC [amazon_auto_links id=”1048″] EPILATORI LASER PHILIPS [amazon_auto_links id=”1052″]

L'articolo Miglior Epilatore Laser domestico proviene da Make up and Beauty.


Tag : Cosmesi
Tue, 17 Sep 2019 14:52:19