Aragami 2 ora disponibile su Console e PCFarming Simulator 22 supporterà il Cross-PlayRISIKO! INCONTRA BATMAN - NUOVA VERSIONE IN EDIZIONE LIMITATAGTA Online: GTA$ doppi e tripl per motociclistiLEGO guarda al natale con il nuovo set La Visita di Babbo NataleRiMS Racing: disponibile su SwitchCall of Duty: Vanguard Beta è in arrivoOverlords of Outland: The Eye e Serpentshrine Cavernresi disponibili Toshiba N300 e X300 con capacità da 18TBTales of Arise a quota 1 milione di copie venduteBattlefield 2042 sarà rinviato al 19 novembreXiaomi presenta nuovi prodotti Smart LifeXiaomi presenta nuovi TelefoniSpelunker HD Deluxe Recensione PS4MSI: sconti sui laptop dedicati agli studentiMafia a New York: 14 arresti, in manette il boss Andrew RussoBrawlhalla: personaggi di The Walking Dead disponibili a fine meseTrust: la postazione perfetta per il gaming La Corea del Nord ha lanciato due missili in mareRed Dead Online: guadagni doppi sulle vendite per CollezionistiStar Wars: Hunters - Welcome to the Arena - TrailerTracking delle spedizioni: un numero importante, sia per le aziende ...Merkur win tipi di bonus Skate. celebra 14 anni con il lancio di Skate.ReelDiscovery Tour: Viking Age in uscita a ottobre
di Zazoom di sabato 11 settembre 2021

Covid e sessualità: gli effetti durante la Pandemia

Covid e sessualità: gli effetti durante la Pandemia

Per quanto riguarda gli aspetti specifici della sessualità ai tempi del Covid-19, in questo articolo, parleremo della sessualità durante la pandemia da coronavirus considerando diversi aspetti come: salute e funzione sessuale, masturbazione, relazioni sessuali e trasmissione.

Coronavirus, rapporti sociali e sessualità, cosa è successo? Nel 2020, il mondo è stato colpito dalla malattia infettiva SARS-CoV-2, che è iniziata a Wuhan, in Cina, e poi si è rapidamente diffusa in tutto il mondo. Le vie di trasmissione più comuni del nuovo Coronavirus includono la trasmissione diretta: tosse, starnuti e inalazione delle ormai famose droplets (goccioline) e la trasmissione attraverso il contatto (con le mucose orali, nasali e oculari). Le goccioline respiratorie e l'intimità fisica che comporta l'intrusione nello spazio intimo di una persona (ad esempio, abbracciare, baciare), sono le due principali modalità di trasmissione del SARS-CoV-2.

Il mondo ha visto un forte e rapido aumento della mortalità, soprattutto tra gli anziani che sono stati lasciati isolati dalla malattia senza la presenza dei loro cari nelle case di cura, prima di morire in solitudine. In molti paesi, le persone si sono sentite insicure, isolate e messe in quarantena per quasi tre mesi. Dovevano ridurre o addirittura eliminare qualsiasi contatto sociale stretto e limitare la loro esistenza a casa. E' stato un momento difficile per tutta la popolazione: bambini e adolescenti che non potevano più andare a scuola e incontrare i loro compagni di classe o amici; donne e uomini disoccupati che dovevano sopravvivere con i loro risparmi e alcuni anziani da soli nelle case di riposo o a casa.

Questa situazione di stress e disagio che minacciava la nostra vita e quella delle nostre famiglie è stata una dura prova per tutti. Ciò ha riguardato anche la sessualità, un aspetto molto importante e sensibile a tensioni: alcune coppie sono state separate per mesi, con solo contatti telefonici e virtuli; delle coppie sposate e non hanno dovuto vivere sotto lo stesso tetto in modo permanente, a volte con figli e / o genitori, che ha rafforzato o addirittura danneggiato le loro relazioni causando nuovi problemi. Il Covid-19 ha cambiato anche la sessualità di adolescenti, giovani e adulti che hanno cambiato il loro atteggiamento nei confronti dei partner quando sono restati forzatamente a distanza.

Sessualità durante la pandemia


Questa pandemia ha avuto un impatto sulla sessualità in tutto il mondo in quanto ha alterato e complicato le relazioni sociali, da un lato, a causa delle restrizioni imposte e, dall'altro, a causa della paura di contrarre la malattia. Questa paura del contagio ha cambiato bruscamente la vita degli individui senza dare loro il tempo di adattarsi alla nuova drammatica situazione in cui i social media, e tv trasmettevano ogni giorno immagini e notizie di malati e morti.

La letteratura scientifica ha esaminato le risposte psicosociali della popolazione in risposta a questa grave situazione. I temi più frequentemente menzionati erano paura, depressione, rabbia, sensi di colpa, dolore, stress post-traumatico e stigma. È stato uno sconvolgimento generale che ha colpito la vita personale e professionale: restrizioni delle libertà, dell'indipendenza e la perdita del lavoro per molti hanno indotto un senso di inutilità e una sensazione di impotenza di fronte all'urgenza.

(via www.miglioricasino.com)

Com'è cambiata la sessualità durante il lockdown

Come si evince dall'infografica, la sessualità delle coppie stabili è stata fortemente influenzata dall'inibizione del desiderio dovuta ad alcune emozioni negative, come l'ansia e la depressione. Al contrario, le coppie che non vivevano sotto lo stesso tetto, ma che avevano comunque una relazione e un forte desiderio reciproco non sono state purtroppo in grado di soddisfarlo a causa delle restrizioni imposte. In questo caso, la sessualità è stata vissuta in modo diverso attraverso l'uso di Internet, seppur non tutte le coppie sono state disposte a sperimentare la sessualità virtuale.

La situazione è stata diversa per le persone single: era difficile per loro fare sesso occasionale e coloro che avevano relazioni extraconiugali (sul lavoro o altrove), non hanno avuto la possibilità di mantenere i loro rapporti sessuali, in primo luogo a causa della drastica riduzione delle attività professionali e in secondo luogo a causa della convivenza forzata e delle limitazioni alla mobilità.

Date le linee guida dell'OMS sul distanziamento sociale e l'astinenza sessuale coloro che non avevano un partner sessuale stabile hanno vissuto la pandemia con grande difficoltà. Pertanto, l'uso della masturbazione è stato anche raccomandato alle persone che volevano soddisfare i propri bisogni sessuali senza il rischio di infezione. La quarantena poi potrebbe essere stata vista come un periodo utilizzato per creare nuove fantasie e scoprire nuove preferenze attraverso documentari, film e materiali educativi.

Da un lato, gli impatti psicologici hanno diminuito il desiderio sessuale, dall'altro, i problemi logistici hanno ridotto i rapporti sessuali. Uno studio del Regno Unito ha presentato i dati di un'indagine epidemiologica trasversale online. In questo campione di 868 adulti del Regno Unito, in isolamento a causa della pandemia di COVID-19, la prevalenza dell'attività sessuale è stata inferiore al 40% rispetto alla situazione abituale.

In una ricerca americana condotta sulle coppie, molti partecipanti (43,5%) hanno riportato un calo della qualità della loro vita sessuale, mentre il resto ha riferito che era rimasto lo stesso (42,8%) o migliorato (13,6%). Uno studio italiano ha confermato una diminuzione della funzione sessuale e della qualità della vita sessuale delle donne in età fertile durante il periodo di restrizione sociale a causa dell'epidemia di COVID-19. Nonostante la maggiore durata della convivenza, le donne che vivono con i loro partner hanno ridotto significativamente la loro attività sessuale. In particolare, la percentuale di donne che hanno avuto più di 4 rapporti sessuali al mese prima delle misure governative è diminuita drasticamente.

In termini di attività sessuale, quando ai partecipanti è stato chiesto se avessero cambiato le loro pratiche sessuali a causa del COVID-19, il 14,6% ha dichiarato di aver usato sex toys per se stesso più spesso e il 26,0% ha dichiarato di masturbarsi di più.

La paura del contagio

Gli studi hanno dimostrato che il virus è presente nella saliva, quindi baciare, la pratica più comune durante il sesso, è molto rischioso durante la pandemia. Sfortunatamente, la trasmissione fecale-orale è stata rivelata anche nelle feci di un campione di pazienti infetti e nel liquido seminale e nelle urine delle persone infette. Tuttavia, non ci sono prove che il covid-19 sia trasmesso attraverso la vagina o il sesso, ma ci sono prove di trasmissione orale-fecale e questo implica che l'anilingus può rappresentare un rischio di infezione.

Le donne incinte infette che hanno avuto un parto vaginale non hanno dato alla luce bambini infetti, ma SARS-CoV-2 può essere presente nello sperma delle pazienti in via di guarigione. La malattia può essere presente nel sistema riproduttivo maschile e anche se il virus non può replicarsi, può persistere. In questo caso, se è presente nello sperma, sarebbe essenziale prevenire la trasmissione attraverso l'astinenza o l'uso del preservativo (Centers for Disease Control and Prevention, 2020).

L'espressione di genere è un aspetto centrale della salute, a volte trascurato dai professionisti della salute, e alcune persone possono avere pensieri intrusivi in circostanze particolari, quando la salute mentale è più sensibile. Ad esempio, alcuni gruppi appartenenti a minoranze sessuali e di genere possono sperimentare lo stigma sessuale come nel caso del trauma di altre pandemie come l'AIDS. Pertanto, raccomandare l'astinenza può evocare ricordi di stigma e l'astinenza prolungata è improbabile che sia efficace, dati i fallimenti ben documentati degli interventi di sanità pubblica sull'argomento.

L'astinenza è l'approccio più semplice alla salute sessuale durante una pandemia e la masturbazione è una raccomandazione complementare e sicura per consentire alle persone di soddisfare i propri bisogni sessuali senza il rischio di infezione da coronavirus.

La salute sessuale è un diritto per tutti e l'attività sessuale è una parte fondamentale della vita e della salute fisica in generale. Una cattiva salute può influenzare la sessualità, come ad esempio il diabete, il dolore cronico, la depressione, le malattie cardiache e il cancro possono compromettere la funzione sessuale. La quarantena durante la pandemia ha contribuito a ridurre l'attività sessuale e poche informazioni sono state fornite alle popolazioni per mantenere una buona salute sessuale.

L'OMS definisce la salute mentale come "uno stato di benessere fisico, mentale e sociale" e non solo "l'assenza di malattia" e, in tempi di pandemia, la salute mentale è estremamente importante. La salute sessuale è essenziale per la salute di tutti, coppie e famiglie. Gli studi hanno trovato una correlazione tra sessualità e maggiore soddisfazione della salute mentale, aumento dei livelli di intimità e amore nelle relazioni, una migliore capacità di percepire, identificare ed esprimere emozioni e un uso ridotto dei meccanismi di difesa.

Giovani e sesso durante la pandemia


Un'indagine sugli adolescenti ha mostrato che il 10% di loro si è masturbato durante il lockdown. Il sondaggio ha anche evidenziato che il 16% del campione ha utilizzato chat e social media per il sexting e il 5,5% ha utilizzato app di appuntamenti. La letteratura suggerisce che l'aumento del tempo libero, la mancanza di intimità con altre persone e lo stress causato dalla situazione pandemica hanno aumentato la frequenza della masturbazione e il consumo di pornografia.

L'uso della comunicazione digitale è una buona strategia per mantenere un certo livello di attività sessuale, motivo per cui il consumo di pornografia è aumentato durante la pandemia. Lo stato di emergenza sanitaria decretato in molti paesi ha costretto la popolazione a confinare, a modificare i rapporti interpersonali, e quindi a modificare le abitudini sessuali. In effetti, l'uso di materiale pornografico riflette questa situazione, come mostrano le statistiche di Pornhub. Durante il lockdown, questo sito web ha offerto l'accesso gratuito alla sua versione Premium per incoraggiare le persone a non lasciare le loro case, contribuendo al distanziamento fisico.

È diventato chiaro che man mano che le persone trascorrevano più tempo a casa, sia per isolarsi che per lavorare da casa, il traffico verso Pornhub era aumentato. Il 17 marzo, il traffico globale verso Pornhub è aumentato dell'11,6%. L'uso maggiore (31,5%) si è verificato al mattino presto, poiché le persone che non avrebbero dovuto lavorare la mattina successiva hanno utilizzato il sito più a lungo. Anche il traffico intorno alle 13 era più alto, in generale questo è il momento in cui la maggior parte delle persone pranza.

Il Covid-19 ha avuto un impatto molto significativo sulla salute sessuale e riproduttiva, anche tra i giovani e gli adolescenti. I giovani che studiavano al di fuori della casa di famiglia dovevano tornare a casa e rinunciare alla loro indipendenza, il che ha le relazioni tra pari. Allo stato attuale, gli effetti di questa privazione dell'intimità e del contatto fisico con i coetanei non sono noti, le cui ripercussioni si faranno sentire a lungo termine.

Per la maggior parte dei giovani, il distanziamento sociale ha portato a una riduzione dei rapporti sessuali. Infatti, durante il picco iniziale della pandemia, solo un terzo dei giovani ha riferito di aver continuato a incontrare amici intimi e fare sesso. La conseguenza del distanziamento fisico è stato l'intrattenimento online dei giovani di oggi, cresciuti nell'era digitale, che hanno interagito attraverso Internet. Questo mezzo offre vari tipi di interazioni, tra cui conversazioni, appuntamenti online, sexting, sesso virtuale e altre attività online.

Comunità LGBTQ


Le pandemie continuano ad aumentare le barriere all'assistenza ai giovani LGBTQ, ai giovani in affido o nei centri di detenzione e ai giovani più vulnerabili. Uno studio su giovani adolescenti di minoranze sessuali ha rilevato un tasso crescente di masturbazione nel 13% del campione. I giovani LGBTQ hanno maggiori probabilità di avere una cattiva salute mentale e benessere rispetto ai loro coetanei non LGBTQ.

I risultati della ricerca sono legati a esperienze di discriminazione, vittimizzazione e rifiuto da parte delle loro famiglie, coetanei e comunità. Di conseguenza, è probabile che i giovani LGBTQ siano più gravemente colpiti dal distanziamento fisico messo in atto per limitare la diffusione di COVID19. Il distanziamento fisico può anche portare al confinamento dei giovani LGBTQ in ambienti domestici, di supporto e isolati.

Queste circostanze sono associate a disturbi della salute mentale (ad esempio, depressione, suicidio) e ad un'alta probabilità di adottare comportamenti a rischio per la salute (ad esempio, uso di droghe, autolesionismo). Malgrado tutto, i giovani LGBTQ possono essere più propensi dei loro coetanei non LGBTQ a cercare risorse e comunità online.

Uno studio su giovani adolescenti provenienti da minoranze sessuali ha rilevato un tasso crescente di sesso virtuale nel 10% del campione e il consumo di pornografia nel 5%. Uno studio israeliano su uomini che hanno rapporti sessuali con uomini (MSM) ha rilevato che il 39,5% del campione aveva incontrato un nuovo partner sessuale occasionale durante questo periodo, a dispetto delle restrizioni legate al distanziamento sociale. L'84% aveva avuto fino a 3 partner sessuali, mentre il 2,1% aveva incontrato più di 10 partner sessuali e il 2,4% aveva riferito di aver partecipato ad attività sessuali di gruppo a casa.

La maggior parte degli uomini che hanno avuto rapporti sessuali occasionali nonostante le regole di distanziamento sociale erano giovani, single e meno istruiti rispetto ai soggetti che si sono astenuti dal sesso occasionale. Avevano anche livelli più elevati di disagio mentale e livelli più bassi di benessere rispetto a quelli che si astenevano dal sesso occasionale. Di coloro che hanno avuto rapporti sessuali occasionali durante il periodo di distanziamento sociale, il 72,1% ha riferito che il numero di partner sessuali occasionali era inferiore rispetto al periodo precedente.

I partecipanti hanno anche riferito di aver ridotto i loro comportamenti sessuali a rischio rispetto al periodo precedente al distanziamento sociale., avevano meno probabilità di baciare il loro partner sessuale o di impegnarsi in pratiche come il sesso anale e orale, di usare droghe illecite o alcol durante il sesso, o pagare o essere pagati per i rapporti sessuali. Durante il periodo di distanziamento sociale, erano più propensi a usare il preservativo o durante il sesso occasionale rispetto ai periodi pre-pandemia.

Dall'imposizione delle regole di distanziamento sociale, i partecipanti hanno incontrato i loro partner sessuali principalmente attraverso app di appuntamenti online e social media e hanno aumentato il loro uso di telefoni sessuali, webcam e pornografia in relazione alla situazione pre-Covid-19.

Alcune soluzioni

La soluzione potrebbe essere quella di raggiungere popolazioni vulnerabili come i giovani e prendersi cura di loro. Ciò includerebbe incoraggiare l'uso di prodotti come il preservativo, l'uso di iniezioni di contraccettivi ormonali auto-somministrati o stabilire contatti con piattaforme online che inviano pillole contraccettive orali e kit di screening per il trattamento delle malattie sessuali a casa. Ciò aiuterebbe i giovani anche a evitare gravidanze o malattie indesiderate.

Un altro elemento importante è l'educazione sessuale, che è essenziale per la salute sessuale e riproduttiva: nel continente nordamericano, è già stata limitata in molti stati e con la pandemia, probabilmente non è stato incluso nei corsi online. Di conseguenza, i giovani cercano online informazioni spesso imprecise e che non contengono informazioni specifiche.

Altre News per: covidsessualitàeffettidurantepandemia