Probiotici e prebiotici: qual'è la differenza?Il presidente dell'Inps si raddoppia lo stipendio con effetto ...Reiki: una disciplina giapponese per l’equilibrio psico-fisicoAnimal Crossing: New Horizons nuovo DLCTorna su Rete4 Dalla parte degli animaliLG VELVET REGALA IL DUAL SCREEN!Ecco i metodi di scommessa disponibili per chi gioca alla rouletteIl Deputato focoso : abbassa la maglietta e bacia il seno della ...GTA Online: ricompense doppie e bonus da 100.000 GTA$Amazon Luna sfida Stadia sul cloud gamingLG OLED CX: IL 48? CHE PROMETTE PIÙ INTRATTENIMENTOPolly Pocket: nuovissimi cofanetti in arrivoSQUARE ANNUNCIA NieR Replicant durante il T.G.S 2020Roberta Ragusa, il marito Antonio Logli si sposa con Sara CalzolaioMilan, anche Zlatan Ibrahimovic positivo al Covid
di

Scuola: Contenti per ripartenza, ma permangono ombre e preoccupazioni

Scuola: Contenti per ripartenza, ma permangono ombre e preoccupazioni

La riapertura della scuola è un punto di partenza positivo in questo momento così difficile per il Paese e soprattutto per i genitori italiani.  

Siamo contenti si sia arrivati finalmente ad una riapertura anche se con il freno a mano tirato. Molti aspetti, stanno emergendo in queste primissime ore, che devono ancora essere risolti: 

- il problema della certificazione per il rientro in classe dopo 3 giorni di assenza che ha destato una certa preoccupazione tra i genitori, dopo le dichiarazioni della Società di pediatria; 

- i patti di corresponsabilità genitori-scuola, ad oggi chilometrici e con carichi eccessivi di responsabilità per le famiglie; 

- gli orari di ingresso scaglionati che portano a fare delle carambole logistiche ai genitori;

- uso della didattica a distanza alternato alla didattica i presenza

- la presenza del personale scolastico, docente e non docente, necessario a supportare i presidi e le famiglie in questa fase così complessa.

- l’uso di palestre per attività didattica a detrimento dell'attività fisica e sportiva.

- ritardi nella consegna di strutture come i nuovi banchi.

Ecco qualche consiglio per affrontare al meglio i prossimi mesi:

  • Attenuiamo l’ansia - Cerchiamo di trasmettere loro serenità rispetto al rientro a scuola: anche se dovranno fare tanti sacrifici è un dono poter studiare, apprendere, rivedere i propri compagni e conoscerne di nuovi. Se ci vedono fiduciosi avranno un atteggiamento più positivo e affronteranno meglio le difficoltà. Le preoccupazioni, pur fondate e doverose, teniamole per noi adulti.
  • Educhiamo a regole e abitudini nuove - I bambini sono abitudinari e anche i più grandi si sentono più sicuri con riferimenti certi: abituiamoli subito alle nuove regole e a una certa routine quotidiana e settimanale. Spieghiamo l’importanza delle regole stabilite per la loro sicurezza, saranno più collaborativi. E ricordiamo che i più piccoli acquisiscono più facilmente regole nuove se proposte come un gioco.
  • Ascolto e attenzione a eventuali difficoltà - Affianchiamo i figli specialmente in questo periodo iniziale: ascoltiamoli, cerchiamo di cogliere difficoltà e disagi, aiutiamoli a trovare soluzioni.
  • Gesti di affetto e contatto fisico - Rafforziamo in famiglia, e con i propri cari, gesti di affetto e contatto fisico, tramite abbracci, coccole, gioco: questo contatto a scuola gli mancherà e dobbiamo compensare perché il distacco fisico non diventi per loro uno stile di vita.
  • Genitori attivi e protagonisti nella scuola - Quest’anno più che mai dobbiamo essere genitori attivi nella scuola dei figli: informiamoci, partecipiamo a tutte le riunioni (molte saranno online e saranno anche più accessibili), ai colloqui con gli insegnanti; cerchiamo di essere, senza polemiche sterili, attivi e propositivi, segnalando eventuali disagi o problemi riscontrati, proponendo soluzioni. 
zazoom