BONUS BABY SITTER PER IL PERSONALE SANITARIO: I SOLDI SONO GIA’ FINITICoronavirus : Almeno 9,7 milioni di bambini rischiano di lasciare per ...Mi color favorito... Wanda Nara ha fatto impazzire i fan con uno ...Ilary Blasi lancia il costume dell'estate... bellissimaPicchiato per uno sguardo di troppo : Denunciato 20enne a NapoliLa splendida Jada Pinkett confessa una relazione al marito Will SmithGiulia Montanarini mamma a 44 anni : benvenuta alla piccola AliceGli amici dei ragazzi morti a Terni : Ci hanno impedito di chiamare ...GTA Online: Settimana dei pilotiAcquista GeForce RTX e avrai DEATH STRANDINGThronebreaker è su Apple StoreCatania, durante una lite butta dalla finestra e uccide il cane del ...Anticipazioni Daydreamer domani 10 luglio: Sanem conosce PolenTragedia mare: dopo un' immersione muore il 65enne Giovanni ZampardiHa defecato nel nostro letto : L’accusa di Johnny Depp all’ex Amber ...
di

Mostri a Grosseto : Nata solo per soddisfare le perversioni dei genitori

Mostri a Grosseto : Nata solo per soddisfare le perversioni dei genitori

Tre mostri sono stati accusati di aver concepito una bimba solo per poterne abusare, fare video sulla violenza e scambiarli su WhatsApp. 

Uno degli eventi più spaventosi di violenza contro i minori mai sentito prima. Sono stati arrestati a febbraio nella regione di Grosseto, accusati di aver concepito una bimba solo per poterla aggredire sessualmente. I colpevoli, un uomo di 41 anni già agli arresti domiciliari per possesso di pornografia infantile, la partner che viveva a Terni e un'altra donna, una emiliana di 37 anni, sono stati ora condannati a Firenze.

Nove anni di reclusione per lui, 6 anni per le due donne, con la riduzione della pena prevista dal rito abbreviato. Se pensate a quello che ha passato la piccola non è certamente una punizione giusta.

Secondo quanto riferito, due donne, una residente a Terni e l'altra a Reggio Emilia, hanno commesso abusi su ragazze di età inferiore ai 10 anni. Ammanettato, oltre alle due madri, anche un uomo di 40 anni di Grosseto, padre di una delle piccole vittime. L'uomo era il destinatario del materiale pedopornografico creato dalle due donne e inviato tramite l'applicazione di messaggistica WhatsApp.

I tre uomini arrestati dalla polizia di Firenze come parte dell'operazione "Dark ladies" contro la pedopornografia. L'uomo di 41 anni e la moglie di Terni, sono stati accusati di crimini di pornografia infantile, per aver divulgato notizie e informazioni sullo sfruttamento sessuale dei minori, materiale pornografico prodotto con minori , così come la violenza contro la propria figlia minore.

La moglie e l'uomo di Reggio Emilia sono stati accusati di crimini di violenza sessuale contro la figlia minore della donna, per averla costretta a praticare e ad essere aggredita sessualmente, un crimine contestato tra i due sospetti con la circostanza aggravante perchè la donna ne abusava come madre.

Le due donne hanno violentato le loro figlie, che hanno meno di 10 anni, sin dalla tenera età. Un orrore indicibile con l'unico scopo di produrre immagini di pornografia infantile che sarebbero poi finite nelle mani del padre quarantenne di una delle ragazze. Secondo quanto riferito, il materiale è stato pubblicato online su pagine frequentate da pedofili.

Lo scorso agosto, l'inchiesta è culminata in una perquisizione nella casa dell'uomo dove è stata scoperta una grande quantità di pornografia infantile. Gli sviluppi investigativi hanno permesso di trovare su Telegram e WhatsApp diversi gruppi su cui circolavano foto di minori.

Ma ora sono stati rivelati altri dettagli inquietanti sulla coppia. Secondo quanto riferito, il quarantenne e la moglie di Terni hanno deciso di concepire il loro bambino con l'unico scopo di aggredirlo sessualmente. È emerso da una conversazione tra i due - ha scritto il giudice istruttore Agnese Di Girolamo - che è molto probabile che la gravidanza fosse intesa con lo scopo specifico di realizzare fantasie sessuali condivise " . Le piccole vittime sono state portate ai servizi sociali e trasferite in luoghi sicuri.

zazoom