La sardina Jasmine Cristallo: Italiani il popolo più ignorante ...Feltri torna in tv dopo le offese ai meridionali e attacca Conte e la ...Mi manca tanto papà Le parole della piccola figlia di George FloydTutti positivi al Coronavirus : Famiglia italiana rientra a Roma ...Matteo Salvini in Campania il 5 giugno sul luogo dov'è morto Pasquale ...Uccise il figlio di un anno : 20 anni a Niccolò PatriarchiEpidemiologo contro Italia e Spagna: Altro che Cina, il contagio è ...Ecco come avere una cucina professionale a casaKONAMI E UKUZA LANCIANO IL PLATFORM 2D SKELATTACKIl latte d'avena è senza glutine?Ho fame : Pensionata chiama i poliziotti che arrivano e le preparano ...Alberto Zangrillo : Il coronavirus non esiste piùA Striscia la notizia Eleonora sei normale di Igor NogarottoLa piccola Evelyn scomparsa durante una passeggiata : Salvata dal ...Zinco: proprietà e benefici per la salute
di

Giovanni Paolo II: compie oggi cento anni il papa più amato dai giovani

Giovanni Paolo II: compie oggi cento anni il papa più amato dai giovani

Di Wojtyla ricorderemo i suoi innumerevoli viaggi in giro per il mondo e il rapporto speciale che era riuscito ad instaurare con i giovani.

Si celebra oggi 18 maggio il centenario della nascita di Giovanni Paolo II, uno dei pontefici più amati dai fedeli e sicuramente il primo papa “mediatico” che abbiamo conosciuto. Resterà nella storia come una delle figure più influenti del secolo scorso. 

D’altronde basti solo pensare che nei giorni successivi alla sua morte, furono più di quattro milioni i cattolici che affluirono nella capitale prima del funerale, per recargli l’ultimo saluto.

Il suo pontificato, durato 26 anni, è stato il terzo più lungo della storia. Giovanni Paolo II viene tutt’ora ricordato con affetto per i suoi numerosissimi viaggi apostolici in in tutto il suo mondo. 104 in tutto, un numero che difficilmente potrà venire superato dai suoi successori. Senza contare che fece lo stesso anche nel nostro paese, con ben 146 visite pastorali. 

Karol Wojtyla è nato in Polonia il 18 maggio del 2020 nella cittadina di Wadowice. Dovette interrompere i suoi studi universitari a causa dello scoppio della seconda guerra mondiale, è finì per diverso tempo a lavorare in una cava. Terminato il conflitto, entrò nel seminario di Cracovia e diventò sacerdote nel 1964. In seguito si recò a Roma dove proseguì i suoi studi con un dottorato in teologia. Fece poi ritorno in patria, e nel 1958 venne nominato Vescovo Ausiliare di Cracovia, per poi diventare, per volontà del papa Pio XII, Arcivescovo della capitale polacca nel 1964. 

Il 22 Aprile del 1978 viene eletto Papa, iniziando la sua missione con la celebre frase “ Non abbiate paura!”. Fu una figura per certi versi atipica, e difficilmente vedremo di nuovo un pontefice immortalato mentre scia sui monti del Nervillo. Inoltre, fu molto amato dai fedeli più giovani, anche perché fu per sua volontà che venne istituita la Giornata Mondiale della Gioventù. 

Impossibile poi dimenticare l’attentato di cui fu vittima nel 1981, e la sua successiva visita al suo attentatore Ali Agca, al quale perdonò ogni colpa. Celebre fu anche il suo duro discorso contro la mafia a due anni dagli attentati di Falcone e Borsellino, in cui invitò “duramente” i mafiosi a convertirsi e a temere il giudizio di Dio su di loro. 

Nel corso della sua vita, scrisse in tutto cinque libri e proclamò a 338 beati. La sua morte suscitò nei cattolici un’emozione così profonda che la burocrazia vaticana fece uno strappo alle sue rigide norme. Soltanto nove anni dopo infatti, l’attuale pontefice Francesco lo proclamò santo insieme a Giovanni XIII

La Polonia, che lo ha sempre amato moltissimo anche perché egli stesso non perdeva occasione per ricordare quanto fosse orgoglioso e amasse il suo paese natale, ha deciso di festeggiare il suo centenario dedicandogli tre interi giorni di celebrazioni.

Qui in Italia invece, Papa Francesco ha pregato per lui chiedendo il suo “intervento” per riportare la pace nel mondo.

zazoom