Chi può coltivare la canapa e a cosa serve?Xiaomi: nuovi prodotti sul mercato globaleApri gli occhi! Dayane Mello avverte Belen Rodriguez sul nuovo ...Tanta cultura ma soprattutto divertimento per i bambini al “Campus ...Il 25° QuakeCon porta pace, amore, razzi, dirette globali, tornei, e ...Red Dead Online: bonus Cacciatori di taglieTamara Gorro si spoglia integralmente per festeggiare un milione e ...Sonia Bruganelli... La moglie di Paolo Bonolis si tuffa in mare con i ...COVID-19 : 9,4 milioni di persone vivono in condizioni di povertà ...Renato Pozzetto : A 80 anni ho nostalgia della vita, non del lavoro!Scuola, Didattica a distanza : Poteva andare molto peggioValeria Marini : il video ufficiale BOOMNuove imprese : finanziamenti a fondo perduto del 2020Annegato in piscina a soli 4 anni: era in agriturismo insieme alla ...Serena Mercuri muore a soli 32 anni stroncata da una malattia
di

Salvini, missile al Governo: Conte pensa più agli immigrati che alle famiglie italiane

Salvini, missile al Governo: Conte pensa più agli immigrati che alle famiglie italiane


Giornata di botta e risposta anche all'interno della stessa Maggioranza sulla sanatoria che dovrebbe regolarizzare più di mezzo milione di immigrati. Ma l'accusa più pesante all'esecutivo arriva da Matteo Salvini.


LA CRONACA DI UNA GIORNATA CONVULSA


Ormai è caos totale sulla questione immigrati. Una parte del governo, capitanata dal ministro per le Politiche agricole, Teresa Bellanova, vuole regolarizzare 600mila immigrati. Italia viva è la compagine più propensa alla sanatoria, ma i 5 stelle non ci stanno. E l'opposizione si indigna. Bellanova è quella che sta pressando di più e chiede che il provvedimento veda subito la luce per regolarizzare quelli che lei chiama 600mila "invisibili". Pd, Iv e Leu spingono per inserire la misura nel 'decreto maggio' che dovrebbe andare in Consiglio dei ministri in settimana. La ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese, è d'accordo. Manca però l'ok dei Cinquestelle. Per tutta la giornata si ' cercato di trovare un'intesa in videoconferenza i quattro ministri interessati: oltre alla titolare del Viminale, Teresa Bellanova (Iv), Giuseppe Provenzano (Pd) e Nunzia Catalfo (M5s). Provenzano. "C'è un tema in agricoltura - ha sottolineato il ministro per il Sud - che è un'emergenza da risolvere non più procrastinabile: dai campi arrivano i cibi che consumiamo sulle nostre tavole, dobbiamo ora portare anche nei campi quei diritti negati a chi ci lavora. La regolarizzazione e l'emersione del lavoro nero non solo risponde ad un'esigenza di giustizia, ma è anche un incentivo a fare ulteriori passi di modernizzazione al settore agricolo". Per Provenzano la misura dovrebbe riguardare anche colf e badanti, nonchè i lavoratori italiani in nero.  Tra gli M5s la corrente del presidente della Camera, Roberto Fico, è favorevole alla misura, ma altri si oppongono.  "Continueremo a fare tutto quello che serve a fare emersione di lavoro nero, italiani o stranieri. Ma se c'è una sanatoria modello Maroni, Bossi, Fini e altri noi non ci stiamo". Così Vito Crimi, capo politico del Movimento 5 Stelle, a 24Mattino su Radio 24.



L'opposizione annuncia barricate. «Il governo sta lavorando a una maxi sanatoria per immigrati clandestini, a una regolarizzazione di massa di immigrati clandestini, è vero, anche se non l’abbiamo sentito su nessun telegiornale, il Tg1 non ha detto niente, il TG7 non ha detto niente». Così Matteo Salvini, parlando nel corso di una diretta Facebook, punta il dito sul governo e sul ministro Bellanova. "Vedremo di impedirlo in ogni maniera, dentro e fuori il Parlamento", aggiunge il leader della Lega. Per il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, "il governo di Conte, Renzi e Zingaretti abbandona commercianti e artigiani italiani ma vorrebbe una maxi sanatoria per 600mila stranieri clandestini. Siamo governati da irresponsabili. I renziani capofila di questa politica del caos e della resa agli sbarchi e ai campi abusivi, regno della violenza e dell'illegalità. Fermiamoli!". Sulla stessa linea Luca De Carlo, deputato di Fratelli d'Italia, che definisce "inaccettabile" la sanatoria.

zazoom