Acquista GeForce RTX e avrai DEATH STRANDINGThronebreaker è su Apple StoreCatania, durante una lite butta dalla finestra e uccide il cane del ...Anticipazioni Daydreamer domani 10 luglio: Sanem conosce PolenTragedia mare: dopo un' immersione muore il 65enne Giovanni ZampardiHa defecato nel nostro letto : L’accusa di Johnny Depp all’ex Amber ...Consulenza sicurezza sul lavoro: in cosa consiste e perché è ...Xiaomi Mi TV 4S 65” arriva in ItaliaLG SOUNDBAR GX: AUDIO SUPERIOREOnu lascia allarme rifiuti elettronici : Necessaria maggior ...La musica italiana omaggia la Regina ElisabettaIl MES è un debito, non è lo strumento adatto ad affrontare la crisi5 cose da sapere sulla cannabis lightUna Vita news, settimana 11 - 17 luglio: Antonito riceverà una ...Uccisa sulle strisce pedonali a 9 anni : Il pirata della strada si è ...
di

Fase 2: anche l’Alto Adige sfida il governo e riapre

Fase 2: anche l’Alto Adige sfida il governo e riapre

L’Alto Adige, come la Calabria tenta di aggirare la ‘fase 2’ e sfida il governo. Il disegno della legge provinciale farebbe ripartire l’economia in tempi più brevi rispetto a quanto previsto a livello nazionale.

alto

Tra le vallate altoatesine si pensa a una ripresa delle attività economiche ma anche di quelle culturali e sportive. Nel pacchetto c’è la riapertura degli alberghi a partire dal 25 maggio. Il governatore dell’Alto Adige-Suedtirol, Arno Kompatscher non si volta indietro neppure davanti al monito del premier Giuseppe Conte che ha ribadito l’illegittimità di iniziative improvvide degli enti locali.

Il Landeshauptmann di questa terra di confine, oggi ha presentato con orgoglio il disegno di legge. Una presa di posizione supportata dal suo partito, la Suedtiroler Volkspartei che aveva minacciato di togliere l’appoggio al Governo. Kompatscher ha precisato che non si tratta “di una fuga in avanti e nemmeno di uno strappo istituzionale” ma chiede la gestione a livello regionale della ‘fase 2’ “dopo aver apprezzato molto la fase emergenziale”.

Il presidente altoatesino ha precisato che “in alcune parti la legge sarà addirittura piu’ restrittiva del dpcm nazionale” ricordando, “siamo stati i primi e soprattutto gli unici ad aver chiuso tutti gli alberghi ma ora siamo i primi a riaprirli”.

alto

Partendo dallo slogan ‘AltoAdigesiriparte’ il disegno di legge ora approdera’ in Consiglio provinciale per l’approvazione. La presumibile data dell’entrata in vigore della legge potrebbe essere già l’8 o l’11 maggio. In queste date potranno riaprire le attività commerciali, quelle produttive nei settori industria e artigianato, i liberi spostamenti sul territorio provinciale senza autocertificazione ma rispettando il divieto di assembramento, l’obbligo di distanziamento sociale di almeno un metro usando dispositivi di protezione.

Dall’11 maggio potranno rialzare le serrande parrucchieri, barbieri ed estetisti ma anche la ristorazione (bar, pizzerie e ristoranti) e le attività culturali, compresi musei e biblioteche. La data forse più attesa da tante categorie e’ quella del 25 maggio, ovvero il giorno della riapertura delle strutture ricettive finalizzate al possibile inizio della stagione del turismo e gli impianti a fune presenti sul territorio provinciale. Per il momento nessuna menzione per eventuali riprese di competizioni sportive, eventi con la presenza di pubblico e apertura dei lidi che sono assoggettati alla normativa nazionale.

zazoom