Ottimo l'esordio di Enrico Brignano con la prima puntata di Un'ora ...L’importanza della sicurezza informatica per il mondo del gioco onlineXiaomi: in arrivo un nuovo Mi Store a SalernoCall of Duty: Modern Warfare |Nuovi Operatori nella Stagione 6Red Dead Online: Orsi Leggendari avvistati vicino ai fiumi!Jolanda De Rienzo di Sportitalia mostra un lato B da urloAl Grande Fratello Vip è passione tra Elisabetta Gregoraci e ...Ecco il cane più felice del mondo : Uni ha un sorriso contagiosoIl quiz matematico che spopola sul web: Ecco la risposta, riesci a ...Elisabetta Canalis nuda in piscina fa impazzire Instagram (FOTO)Microsoft apre ai pre-order di Xbox Series X Series SDuplice omicidio a Lecce : uccisi l'arbitro Daniele De Santis e una ...Come sta Michael Schumacher? Il suo è uno stato vegetativo ...Microsoft acquisisce ZeniMax Media per 7,5 miliardiExit poll 2020 : Gli italiani hanno detto Sì al referendum sul taglio ...
di

Coronavirus, la Fase 2 preoccupa il Sud Italia : nuovo esodo in arrivo

Coronavirus, la Fase 2 preoccupa il Sud Italia : nuovo esodo in arrivo

Coronavirus

La fase 2 è di grande preoccupazione per i governatori delle regioni dell'Italia meridionale. In queste aree che rispondono bene all'emergenza del coronavirus, il rischio di disfunzione e improvvisa situazione di pericolo è purtroppo palpabile. A partire da lunedì 4 maggio, i lavoratori e gli studenti fuori sede potranno lasciare le regioni settentrionali per tornare nelle regioni centro-meridionali, per raggiungere la loro città di residenza. Trenitalia ha già pensato di aumentare il numero di autobus. Come riporta Il Corriere, al centralino Marinobus, ieri ci sono stati 35 minuti di attesa per prenotare e acquistare un biglietto. Se da un lato notiamo che il lavoro ritorna dopo settimane di inattività, dall'altro il pericolo di un esodo pari a quello del 7 marzo, meglio noto come il giorno della grande fuga, è purtroppo tangibile.

Trasporti già riservati per tornare a sud

Le frecce da Torino a Salerno si sono moltiplicate: da due, praticamente senza passeggeri, ora ne abbiamo sei, e già tutti i posti sono riservati. Italo e Flixbus dovrebbero piuttosto riprendere i loro collegamenti da domenica 17 maggio. In breve, la fase 2 non è solo il ritorno al lavoro ma, per molti, è anche un'opportunità per tornare a casa. Infatti, secondo le disposizioni del Dpcm, da lunedì 4 maggio sarà possibile lasciare la regione per tornare nella propria città o residenza di origine. Ed è proprio da questa possibilità che nasce la preoccupazione, purtroppo fondata, dei presidenti delle regioni dell'Italia meridionale. I governatori temono che ci sarà un nuovo flusso migratorio da nord a sud, come quello che si è verificato all'inizio di marzo. L'idea che da lunedì tutto ciò possa accadere una seconda volta preoccupa molto. Il coronavirus potrebbe viaggiare in treno e autobus e raggiungere comodamente altre regioni.

Governatori di preoccupazione di fase 2

Vincenzo De Luca, governatore della regione Campania, ha chiamato il Ministro degli Interni per esprimere la sua preoccupazione al riguardo. Per il momento, De Luca non ha annunciato la chiusura dei confini, come aveva minacciato nei giorni scorsi. Musumeci, Presidente della Regione Siciliana, ha anche invitato il Ministro dei Trasporti a chiedere che le regole adottate finora per proteggere la Sicilia non siano allentate. Anche il commissario straordinario Domenico Arcuri è preoccupato. Tra l'altro, coloro che decidono di tornare probabilmente non saranno accolti molto bene dal resto della popolazione.

L'intervento del prefetto di Milano, Renato Saccone, ha rassicurato i cuori, che hanno assicurato "un'attenzione speciale ai movimenti extra-regionali". Difficile da credere, anche perché sarà impossibile controllare tutti e, per questo motivo, i controlli verranno effettuati questa volta a campione. L'epidemiologo Gianni Rezza ha dichiarato di aver notato troppa eccitazione per la seconda fase che sta per accadere. Anche perché Covid-19 è ancora lì e l'aumento della mobilità comporta necessariamente dei rischi. Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale per i Verdi in Campania, ha lanciato la campagna "Adotta un Nord", il che significa che coloro che hanno parenti o amici nel Nord li chiamano per chiedere loro di rimanere dove sono e non tornare, almeno per il momento. In ogni caso, coloro che decidono di unirsi alle città del sud dovrebbero almeno avere il buon senso di mettersi in quarantena.

zazoom