Tragedia a Martinsicuro, 18enne morto nel sonno: trovato da sua madreCodogno, il pronto soccorso riapre e arriva il primo paziente ...GIORGIA MELONI : IL DL RILANCIO NON RILANCIA NULLAGeorge Floyd: omicidio volontario, cosa rischia ChauvinLa sardina Jasmine Cristallo: Italiani il popolo più ignorante ...Feltri torna in tv dopo le offese ai meridionali e attacca Conte e la ...Mi manca tanto papà Le parole della piccola figlia di George FloydTutti positivi al Coronavirus : Famiglia italiana rientra a Roma ...Matteo Salvini in Campania il 5 giugno sul luogo dov'è morto Pasquale ...Uccise il figlio di un anno : 20 anni a Niccolò PatriarchiEpidemiologo contro Italia e Spagna: Altro che Cina, il contagio è ...Ecco come avere una cucina professionale a casaKONAMI E UKUZA LANCIANO IL PLATFORM 2D SKELATTACKIl latte d'avena è senza glutine?Ho fame : Pensionata chiama i poliziotti che arrivano e le preparano ...
di

Non ce ne frega un c***o se ci saranno milioni di morti : Registrano video porno in pubblico

Non

Si definiscono la Famiglia Satanica di Dollscult (Dollscult Satanic Family)e pubblicano abbondanti video di spettacoli erotici in cui un ragazzo e due ragazze si piacciono. Finora, niente di troppo anormale, nei giorni del porno online gratuito. Anche perché non si tratta di esibizioni erotiche estreme. Ciò che è estremo e causa loro problemi è il fatto che in questi tempi di isolamento tutti e tre erano occupati in pubblico, sfidando l'obbligo di rimanere a casa.

In uno dei video, i tre sono girati in macchina mentre sono impegnati davanti al comando municipale, apostrofati in questo modo: in inglese: “È così che passiamo in quarantena. M... un poliziotto! ". In un altro video, la provocazione non si limita alle forze dell'ordine: "Non solo non ci frega un cazzo o se ci saranno milioni di morti, ci divertiamo anche noi". Della tua umanità di merda o non ti interessa, devi rompere uno per uno s... i di m...a ".

In altri video fanno ancora sesso in pubblico, mostrando passanti e appoggiandosi a una macchina. Tutti e tre (un uomo di 38 anni di Cesena che vive a Rimini, una di 32 anni della provincia di Frosinone e una di 31 anni di Palermo che vivono insieme e che, dato il loro aspetto decisamente più giovane, hanno creato una storia con un alto tasso erotico su di loro) dovranno rispondere per atti osceni in un luogo pubblico, indignazione di funzionari pubblici e diffamazione sulla stampa. Almeno, secondo gli agenti, tutti e tre "si sono rammaricati delle probabili conseguenze negative non considerate nelle loro azioni". La notizia è apparsa sul web (dall'edizione bolognese di Repubblica) e, su denuncia, il trio ha sicuramente guadagnato più fama.

zazoom