Koch Media sigla un accordo di distribuzione con CapcomFallout 76|la Giornata delle Bombe!Kaspersky partecipa all’evento Cultura e innovazioneDOOM Eternal: The Ancient Gods Parte 1 disponibileSkincare maschile: come farla, con quali prodotti e quante volteRed Dead Online: Halloween Pass, Dead of Night e Pantere LeggendarieStagione 6 di Warzone e Modern Warfare | The Haunting of VerdanskTerraria mobile riceve l’ aggiornamento 1.4Destiny 2: Oltre la Luce – Trailer della storiaLe Iene aggrediti e immobilizzati dai CasamonicaRTX ON: molti giochi con Ray Tracing e DLSS quest’annoBALAN WONDERWORLD OPENING MOVIEGinevra Lamborghini su musica, famiglia, pregiudizio ed Elettra: Non ...Ivan Granatino e Clementino in radio dal 23 ottobre con il singolo ...Il TV arrotolabile di LG è disponibile in Corea del Sud
di

Mafiosi per genetica : La vicepresidente Argentina attacca gli italiani

Mafiosi per genetica : La vicepresidente Argentina attacca gli italiani

Cristina Kirchner

Parlando alla fiera del libro a L'Avana, la vicepresidente argentina Cristina Kirchner ha attaccato il popolo italiano chiamandolo mafia "dalla genetica". A partire dall'uso del sistema giudiziario per screditare un avversario politico, Kirchner ha affermato che "in Argentina la legge aveva una componente mafiosa che ha provocato la persecuzione dei miei figli". Per quanto riguarda la componente mafiosa menzionata, questo, secondo il vicepresidente, “deve probabilmente essere stato causato dagli antenati di coloro che sono stati presidente proprio come denunciato un noto giornalista del giornale Pagina 12 quando ha parlato della 'ndrangheta. Devono essere quegli antenati. "

Chiaro riferimento a Mauricio Macri, avversario di Kirchner ed ex presidente dell'Argentina di origini italiane. La dichiarazione certamente non è passata inosservata; scatenò immediatamente polemiche e provocò una partenza immediata dall'attuale presidente, Alberto Fernandez, che si è dissociato da Kirchner, sottolineando che "i valori dell'Italia sono fondamentali in Argentina". Il presidente Fernandez ha quindi pubblicato una foto su Twitter del suo incontro con l'ambasciatore italiano a Buenos Aires, Giuseppe Manzo. La didascalia dell'immagine è emblematica di un tentativo di riparare la lacrima provocata da Kirchner: “Con l'ambasciatore italiano @beppemanzo condividiamo i risultati della visita a Roma. Abbiamo parlato di investimenti produttivi e cooperazione scientifica e tecnologica. Abbiamo anche sottolineato il contributo della comunità italiana e i suoi valori allo sviluppo dell'Argentina ".

In ogni caso, tornando alle parole usate da Kirchner, la Fondazione Apollo ha denunciato la vicepresidente per manifestazioni "italofobiche": “Le espressioni usate dalla vicepresidente della Nazione presentano un carattere discriminatorio, in quanto attribuiscono una sospetta condotta mafiosa di una persona ai suoi “antenati”, come se i comportamenti etici o contrari all'etica non dipendessero dalla libera determinazione degli esseri umani, ma dalla loro discendenza, dalla loro origine etnica".

La Fondazione Apollo ha concluso così la sua replica a Kirchner: "Contrariamente alla tesi italofobica dell'ex presidente, due dei nostri più grandi leader, che incarnano onestà, distacco personale, protezione del patrimonio dello Stato e disinteresse per il patrimonio straniero e proprio, sono Manuel Belgrano e Arturo Illia, entrambi discendenti di italiani".

zazoom