Con una lezione sul soccorso terminato a Bagnone in Lunigiana con ...Il cibo thailandese è salutare?Emergenza Covid-19 : boom di acquisti online, come funzionano le ...Antonella Elia sarà opinionista al Grande Fratello VIPCyberpunk 2077: tre nuovi videoMiky Falcicchio annuncia una grossa novità per Fatti per il SuccessoDurante l'emergenza Covid è raddoppiata la mortalità per l'infartoViviana Parisi è stata ammazzata : Adesso si teme per il piccolo ...I cinque deputati col bonus partita Iva da 600 euroTrovato il corpo di Viviana Parisi : Nessuna traccia del piccolo ...Crash Bandicoot 4: It’s About Time svelato allo State of PlayFerrari Hublot Esports Series, al via le iscrizioniGTA Online – aggiornamento in arrivoPuglia, corso Operatore della Ristorazione con indennità di frequenza ...Un abuso di potere : Paolo Becchi contro Giuseppe Conte
di

E' morto anche il bambino : Fatima massacrata di botte all’ottavo mese di gravidanza dal marito

Fatima Zeeshan

La terribile violenza a Versciaco (Bolzano). La vittima si chiamava Fatima Zeeshan, di origini pakistane e aveva solo 28 anni, era incinta all'ottavo mese. Ma questo non ha fermato la ferocia di suo marito Mustafa, 10 anni più grande di lei. L'uomo non ebbe pietà di lei e la riempì di calci e pugni per poi soffocarla fino a far morire la giovane moglie incinta. Sfortunatamente nemmeno il bambino che portava in grembo è sfuggito alla furia omicida del pakistano.

L'assurdo doppio omicidio è avvenuto il 29 gennaio, ma i carabinieri hanno trovato il corpo senza vita della povera Fatima solo il giorno successivo, dopo che il marito omicida ha chiesto aiuto. La scena del crimine si è svolta nella stanza della residenza destinata agli operai dove viveva la coppia. Mustafa Zeeshan, un piazzaiolo in un grande ristorante situato vicino alla stazione a valle del centro sciistico Monte Elmo, ha trascorso tutta la notte in caserma e poi è stato arrestato per sospetto di omicidio aggravato.

Gli investigatori hanno affermato che anche gli indizi contro di lui sono seri e che il rischio di fuga dall'indagato che ha smesso di collaborare è reale e concreto. Secondo un noto quotidiano, l'uomo non si è presentato al lavoro e ha chiamato i colleghi che lo stavano cercando preoccupati, riferendo che sua moglie era morta.

All'arrivo dei soccorritori, Mustafa si rifiutò di aprire la porta, dopo una lunga trattativa si arrese. Sfortunatamente, il 118 non fu in grado di fare nulla per la donna se non constatare alla morte: Fatima era morta da diverse ore, tanto che il suo corpo era già freddo. Da un primo esame del cadavere, sono stati rilevati diversi lividi sulla donna, a testimonianza della violenza e dei ripetuti colpi subiti dalla donna. Le cause della morte sarebbero state le percosse, il soffocamento e le probabili lesioni cerebrali interne.
zazoom