Luca Di Carlo seduce Barbara D'Urso su InstagramCoronavirus Cina: chiude Disneyland Shanghai Matteo Salvini: Se il ragazzo non spaccia avrà le mie scuseNel latte tracce di antibiotici e altri farmaci : Nessun Allarme, ma ...Sciopero trasporti a Torino venerdì 24 gennaio 2020, info e orari ...Ecco Perdita, il gatto peggiore del mondo è pronto all’adozioneIn India la capra dal volto umano : E' una divinitàSocial Pro League: inizia la fase a tabellone, chi vincerà?È morto a 42anni Pierpaolo Piras, sconfitto da un linfoma, aveva ...Coronavirus: 17 morti confermati e 571 contagiati, Pechino cancella i ...Qui si spaccia e va chiuso! Matteo Salvini denuncia i titolari di un ...Le Donatella : Silvia Provvedi incinta rompe il silenzio sulla ...Idea vergognosa! Camorra Tour a Napoli, bufera degli utenti AirBnBHa una bellezza eterea : Eleonora Giorgi benedice l'unione tra il ...Harry e Meghan Markle, la nuova casa da sogno costa più di 35 milioni
di

Gli stranieri pestano a sangue il povero Simone per una cartina di sigaretta

Gli stranieri pestano a sangue il povero Simone per una cartina di sigaretta

Gli stranieri pestano a sangue il povero Simone per una cartina di sigaretta

Simone Cesarano

Lo hanno circondato, preso a calci e pugni e, a peggiorare le cose, gli hanno persino infilato un coltello in gola. La vittima non aveva una cartina... una terribile storia, avvenuta qualche giorno fa, a un giovane di 23 anni di Livorno, Simone Cesarano, commesso di Pisa, che ha dovuto affrontare 5 stranieri (probabilmente nordafricani), nel sottopasso della stazione della città con la Torre.

Secondo il quotidiano Il Tirreno, il giovane ha lasciato il negozio dove era stato assunto per un paio di settimane alle 20.30 e si è diretto alla stazione per prendere il treno che lo avrebbe riportato a Livorno da Pisa, ad un certo punto è stato circondato da 5 uomini, tutti di circa 25-30 anni, dalla pelle scura, che gli hanno chiesto una cartina. Il livornese disse di no, senza pensare minimamente che questo rifiuto avrebbe generato la violenta aggressione, Il 23enne è stato circondato e gettato a terra, poi preso a calci e pugni. Quindi, come se ciò non bastasse, i suoi aggressori gli hanno messo un coltello alla gola.

Solo le urla di un passante hanno fatto desistere i 5 uomini che lasciarono finalmente il povero 23enne, che alla fine salì sul treno che lo riportava a casa, con la faccia gonfia e sanguinante. Cesarano si diresse quindi al pronto soccorso, dove i dottori trovarono un trauma all'occhio e alla testa, con una prognosi di 7 giorni. La tac alla testa fortunatamente ha escluso problemi più gravi.

Dopo aver lasciato l'ospedale, Cesarano è andato alla polizia presentando la denuncia. Purtroppo sembra che le telecamere del sottopasso ferroviario non funzionassero. Gli investigatori sperano che altri sistemi di videosorveglianza situati nelle vicinanze possano aver acquisito immagini utili per il riconoscimento dei 5 aggressori. Il commesso ha affidato la sua amarezza al noto social-network Facebook, dove si è lasciato andare ad un comprensibile sfogo, puntando il dito in particolare contro quelli che non sono intervenuti in sua difesa: "Tutti quelli che hanno visto questa scena non si sono neanche fermati, a parte un povero cristo che è venuto a aiutarmi. Se al mio posto ci fosse stata una ragazzina o un’anziana cosa sarebbe successo? Sarebbero morte? È pericolosissimo".
da Francesco Oliva
zazoom
-
© Articolo pubblicato secondo le condizioni dell' Autore - Immagini e foto presenti sono a scopo esemplificatico
Cerca Tags : AttualitàSimone Cesaranostranieripestanosangue
Clicca qui e commenta questo post!