E' morta Susanna Vianello, Fiorello : Non ti dimenticherò maiLa rete sotto pressione: crescita esponenziale della richiesta di ...Coronavirus, Johnson in terapia intensiva : Inglesi sotto shockLuca Di Carlo è d'accordo con la Carfagna: Lo scudo penale ai ...Emergenza Coronavirus : I carabinieri consegnano la pensione a casa ...La canotta di Diletta Leotta regala viste esplosiveMi hanno rapita e stuprata più volte : La confessione choc di DuffyHo sottovalutato il coronavirus : La confessione di Maria Grazia ...Coronavirus : Test immunità in arrivo tra pochi giorniFiorello contro Matteo Salvini sulle chiese aperte a PasquaDuran Duran : John Taylor è guarito dal CoronavirusIl video di Anna Tatangelo su TikTok fa imapzzire i followerL'atrice Gwyneth Paltrow consiglia i migliori vibratori da usare ...Si vede tutto : Elisabetta Canalis super sexy col seno al ventoMorte di Ambra Ravanello : Le ricostruzione degli inquirenti sulla ...
di

Timbra il cartellino e se ne va senza lavorare: arrestato il sindaco di Scalea Gennaro Licursi

Timbra il cartellino e se ne va senza lavorare: arrestato il sindaco di Scalea Gennaro Licursi
Timbra il cartellino e se ne va senza lavorare: arrestato il sindaco di Scalea Gennaro Licursi

Timbra il cartellino e se ne va senza lavorare: arrestato il sindaco di Scalea Gennaro Licursi
Frode aggravata contro lo Stato e falsa prova della presenza in servizio. Queste sono le accuse a cui devono essere tenuti il sindaco di Scalea, Gennaro Licursi, un dipendente dell'autorità sanitaria provinciale di Cosenza, arrestato dalla polizia finanziaria con l'accusa di essersi assentato arbitrariamente dal suo posto di lavoro. Tre dipendenti dell'ASP, considerati i suoi complici, sono stati sospesi. Il primo cittadino è ora agli arresti domiciliari, una misura precauzionale emessa da G.I.P. presso il Tribunale di Paola - Dott.ssa Maria Grazia Elia -, su richiesta del procuratore capo - dott. Pierpaolo Bruni e vice procuratore dott. Maurizio De Franchi.

Gennaro Licursi timbra cartellino e si dedica ad attività personali

Le indagini della Guardia di Finanza, impegnate nell'operazione "Ghost Work", hanno permesso di ricostruire "un meccanismo di illegalità profondamente radicato e consolidato che ha permesso al sindaco - nella sua qualità di dipendente dell'ASP di Cosenza - con la complicità di tre dei suoi colleghi, di assentarsi senza alcuna giustificazione dal luogo di lavoro ". Licursi, una volta timbrato il biglietto, lasciava l'ufficio per dedicasi allo svolgimento di "attività quotidiane di natura personale": spesso "attestava erroneamente di essere andato in "missione"per conto dell'ufficio, occupandosi anche di questo caso, di problemi estranei al servizio ". In questo caso, le indagini hanno accertato la complicità dei suoi colleghi, che, impiegati nei vari uffici dell'ASP (Cosenza, Amantea, Scalea), hanno certificato che la missione si era svolta regolarmente, nonostante il fatto che il sindaco non avesse mai nemmeno visitato presso le stesse amministrazioni.

Ben 650 ore di assenze dal Comune di Scalea

Oltre 650 ore di "assenteismo" nel periodo in esame - diversi mesi - durante i quali "è emersa la marcata facilità con cui gli indagati hanno agito e reso necessaria l'emissione della misura precauzionale, ora eseguita". Allo stesso tempo, un decreto di sequestro preventivo per equivalente è stato emesso dalla stessa Autorità giudiziaria. “La condotta criminale, accertata attraverso l'installazione di telecamere all'interno degli uffici del Distretto sanitario del Mar Tirreno di Scalea, l'analisi dei registri telefonici e il monitoraggio con il sistema GPS, sono state ricostruite in modo capillare, anche grazie a un'accurata attività sono state incrociate e incrociate con i dati delle presenze quotidiane risultanti dalla macchina del tempo", spiegano gli investigatori.

zazoom